Il triatleta mondiale Andy Potts ci parla degli elastici per allenamento STRECHCORDZ®

    24 Aprile, 2013

    coppa mondo triathlon allenamento elastici a secoo andy potts swimmershop

    NEW PLYMOUTH, NUOVA ZELANDA - 12 NOVEMBRE 2012: L'atleta americano Andy Potts celebra la vittoria del Campionato del Mondo di triathlon 2006. (Photo by David Fairey/Getty Images)

    “Il riscaldamento per il triathlon può essere problematico. Gli atleti vogliono preparare i propri fisici allo stress che subiranno  da nuoto, bici e corsa. Un aspetto negativo è che non puoi entrare in acqua per scaldarti per la nuotata. Ecco perché gli StrechCordz® sono parte integrale della mia sequenza di riscaldamento.
    Gli elastici StrechCordz con maniglie sono attrezzi specifici per nuotatori che allenano la forza ma non devi essere in acqua per usarli. Quando non posso fisicamente nuotare prima di una gara di triathlon, utilizzo gli elastici da allenamento a secco StrechCordz per scaldarmi.
    Nuoto 5 giorni a settimana e uso gli elastici 5 giorni a settimana. Sono parte di tutti i miei allenamenti. Gli esercizi in cui posso impiegarli migliorano sia la mia forza che la mia velocità. Sono anche utili per il lavoro in velocità e migliorano la mia efficienza in acqua.

    La resistenza che posso ottenere da questi elastici è simile a quella dei pesi di una palestra. Invece che impilare dischi di ghisa su un macchinario cambio la mia posizione per incrementare o diminuire la resistenza dell’elastico tubolare durante l’esercizio. Quando la resistenza verde smette di essere un problema passo alla resistenza rossa!

    Dopo circa 20 anni di nuoto e gare di triathlon gli elastici StrechCordz hanno sempre un posto essenziale all’interno dei miei allenamenti perché sono davvero versatili. Mi hanno davvero aiutato a sviluppare il mio potenziale.

    Qualcuno potrebbe guardare al prezzo degli Stretchcordz e pensare ‘perchè dovrei pagare 40 € per un elastico tubolare da allenamento?’ Esorto chi pensa una cosa del genere a comprare un elastico StrechCordz. Usato costantemente e in maniera corretta migliora l’efficienza, la potenza, la resistenza di chiunque. Un piccolo prezzo da pagare per un miglioramento personale importante.

    Una puntualizzazione necessaria: gli elastici da allenamento a secco StrechCordz sono fatti per gli atleti professionali e forniscono molta più resistenza di quella che potresti pensare. Quando scegli un livello di resistenza e sei indeciso tra la resistenza più alta o quella più bassa, tieniti su quella bassa. Puoi sempre aumentare le ripetute se è necessario, ma se l’elastico è troppo duro tanto da non permetterti un adeguato lavoro, allora non sarà molto utile.”

    Andy descrive uno dei suoi esercizi con gli StrechCordz:
    “Lo utilizzo per la bracciata a Stile. Aggancio l’estremo dell’elastico con maniglie a un asta, assicurandomi che l’aggancio sia più alto della mia testa. Quindi mi piego a 90 gradi, in modo che la parte superiore del mio corpo sia parallela al suolo, e eseguo la bracciata a Stile Libero con le dita della mano che puntano verso il basso, enfatizzando la posizione di gomito alto

    Nota del traduttore: Andy Potts è un triatleta olimpico, due volte vincitore del premio USAT Triatleta dell’anno e campione del mondo 2007 Ironman 70.3.

    Articoli Simili:

    Monopinna corta EVO: l'evoluzione definitiva delle monopinne per nuotatori
    La Monopinna corta EVO può cambiare in meglio la tua battuta di gambe a Delfino. La Monopinna corta EVO è una delle ultime nate FINIS. L'abbiamo provata e rite...
    Pronti per Rio 2016? Ecco il calendario del nuoto!
    I Giochi Olimpici stanno arrivando, gli atleti aggiustano gli ultimi dettagli e tutto è pronto per cominciare. Ecco il calendario delle competizioni per quel ch...
    3 modi di ridurre il carico sulle spalle dei nuotatori
    Il nuoto, si sa, mette sotto carico le spalle. Per questo motivo gli infortuni a quell'articolazione sono frequentissimi tra i nuotatori e oscillano tra percent...
    Due vie verso il successo?
    Immaginiamo questo scenario. Avete per le mani un nuotatore di circa 9 anni e, come è normale, egli si troverà di fronte a un qualcosa di nuovo (anche se ha nuo...
    Piramidali estremi, un allenamento per nuotatori tosti ma non troppo
    Piramidali estremi, un allenamento per nuotatori tosti ma non troppo In Piramidali estremi devi cercare di controllare il ritmo dei tuoi piramidali nonostant...
    Allenamento - mantenere la buona forma tecnica anche a fine gara
    Quello che questo allenamento dovrebbe aiutarti a fare è mantenere una buona forma dello stile che stai nuotando anche alla fine di una gara (non a Stile Libero...
    Stile Libero - giochi di testa
    La posizione migliore della testa dipende più dal tuo stile che da altro. Ecco un esercizio che dovrebbe aiutarti a sperimentare e capire quale posizione di...
    Allenamento - un km da 25
    Un chilometro di 25 ti darà molte opportunità di lavorare sulle spinte dal muro e rottura dell'acqua. RISCALDAMENTO: 1 x 400 a piacere SERIE DI RISC...

    You may also like