Virate – ginocchia al mento!

Nuotare veloce non è solo una questione di spinte potenti dal muro e posizione streamline.

Perché farlo:
Quanto velocemente esegui la virata ha molto a che fare con i buoni tempi, di certo non meno del nuotare veloce! In allenamento il nuotatore può anche essere troppo “rilassato”, stare magari troppo aperto col corpo, tenere la testa nella posizione scorretta, insomma può capitare che alcuni aspetti della nuotata vengano un poco tralasciati.

Come farlo:
1. Questo esercizio funziona per tutte le virate. Ognuno di questi nuotatori ha troppo spazio tra il petto e le cosce durante la virata. Lo scopo di questo veloce esercizio è di stringere di più la posizione.
2. Posiziona il nuotatore in posizione di scivolamento con le mani sul bordo vasca e i piedi vicino alla superficie.
3. Proprio come dimostrano Dave Denniston e Steve Haufler nei loro video, il nuotatore deve raccogliere sù le ginocchia come se dovesse portarle al mento.
4. Prova sia da fermo che con la spinta post virata.

Come farlo veramente bene (i punti essenziali):
Gli esercizi sono ottimi ma a volte vengono fatti troppo saltuariamente. Praticare questo esercizio costantemente significa farlo davvero bene e in un modo che sarà produttivo. Per cominciare non importa che tu lo esegua troppo velocemente ma devi stare molto concentrato sulla posizione e chiuso durante la virata. Ti basteranno 5 minuti per notare una differenza positiva nella virata ma poi devi esercitarla per poterla interiorizzare ed eseguire al meglio in gara.

You may also like

Lascia un commento