6 motivi per cui la tua squadra avrebbe bisogno di un preparatore specifico per l’allenamento a secco

SANTA CLARA, California. “Già a 16 anni, da agonista, cercavo continuamente strategie per migliorare in piscina. Approfondii lo studio del mio sport e cominciai a coinvolgere un preparatore atletico. Costui era una ex star del football americano e mi sottopose a una pletora di esercizi estenuantimettendo in questione la mia abilità di… Continua a leggere

Il Quinto Stile – come massimizzarne l’efficacia

GAMBE FELICI, NUOTATORE FELICE — PARTE I  Recentemente ho concentrato molti dei miei sforzi sul monitorare e analizzare la battuta di gambe a Delfino. Dopotutto la battuta di gambe a Delfino è diventata talmente importante in tutti gli stili da essere ormai considerata “il quinto stile”. Con uno struento, il Velocity… Continua a leggere

Il Delfino è uno stile ad asse di rotazione corto?

Viene definito stile natatorio con “asse di rotazione corto” quello in cui si ha una rotazione del corpo lungo l’asse più breve, quello che, per intenderci, passa da un anca all’altra ed è opposto all’asse lungo, ossia quello che percorre tutta la lunghezza del corpo. La Rana è uno stile con “asse… Continua a leggere

Migliorare la tecnica del Delfino – l’esercizio di tecnica “Skate”

Please upgrade your browser Impara come migliorare la tecnica a Delfino osservando la medaglia Olimpica record del mondo Roland Schoeman e l’allenatore Gary Hall. Il Delfino è uno stile che richiede un’enorme forza della parte superiore del corpo e grande potenza di gambe. Per eseguire un’ottima tecnica a Delfino un nuotatore… Continua a leggere

“NUOTRIZIONE” – 10 modi di migliorare le prestazioni in vasca (ma anche la salute)

L’alimentazione è importante per la salute e per le prestazioni di un nuotatore, io la considero uno dei 5 comportamenti essenziali per raggiungere il massimo potenziale in vasca. Gli altri 4 sono: allenamento della tecnica, allenamento della forza, allenamento dell’attitudine mentale e recupero. L’alimentzione è anche una delle più controverse… Continua a leggere

3 consigli per un allenamento che metta al sicuro la spalla – Consigli Finis ai nuotatori

1. Subito serie di tecnica, più spesso Allenarsi alla corretta esecuzione tecnica è decisamente il miglior modo con cui puoi prevenire infortuni o recuperarne di eventuali. Per evitare tecniche che possano aggravare un infortunio, assicurati di effettuare un riscaldamento con 3-5 serie di tecnica  prima di ogni allenamento. Eseguire esercizi… Continua a leggere

4 suggerimenti per riassortire il tuo equipagguiamento da vasca

1. I tuoi punti di forza Scegli un attrezzo da allenamento che ti spinga a lavorare su uno dei tuoi punti di forza, così da migliorare quello che già fai molto bene! Sei un mostro nella battuta di gambe? Prova, allora, la tavoletta da allineamento per migliorare postura e potenziare… Continua a leggere

Remata – le basi di tecnica inserite nel riscaldamento?

Questa settimana rallentiamo e poniamo attenzione alle basi, alle fondamenta, grazie ad uno dei nostri attrezzi preferiti: le palette INSTINCT, una paletta da remata senza elastico progettata per focalizzare l’attenzione dell’atleta sul migliore movimento di remata possibile, applicabile a tutti e 4 gli stili di nuoto. Aggiungi le palette INSTINCT a… Continua a leggere

Le virate in gara!

Tutte e sette le virate in gara Ci sono due tipi di virata, la virata aperta (open turn, quella che di solito si fa da Rana a Rana) e la virata (flip turns, quella che di solito si fa da Stile a Stile). Beh vorremmo che fosse così semplice, ma chi gareggia sia… Continua a leggere

Metti in moto una bracciata con tutto il corpo – Consigli Finis ai nuotatori

Il miglior nuotatore è quello che sfrutta, ai fini della propulsione, il movimento di tutto il corpo, in tutti e quattro gli stili. Molto importante, i nuotatori veramente forti massimizzano la potenza del petto e del “core” quando iniziano un movimento completo del corpo sia a Delfino che a Rana.   … Continua a leggere

BIMBI IN ACQUA – da oggi disponibile il nuovo libro di Mike Maric e Ilaria Bonin

Dalla prefazione di Federica Pellegrini: “[…] mi sono molto appassionata alla lettura del libro dei miei amici Mike Maric e Ilaria Bonin. Due persone speciali, i migliori mel mondo dell’apnea, fautori del progetto “Swim like a Dolphin”, che insegna a nuotare proprio come delfini, grazie all’utilizzo della monopinna, e non… Continua a leggere

Perché è importante la posizione della testa nel Dorso (più due esercizi di tecnica)

I principi del Dorso sono gli stessi dello Stile Libero. Benché la biomeccanica parzialmente cambi,  quando si modifica la posizione da Dorso a Stile, le forze e le leggi che governano queste due tecniche rimangono le stesse. In altre parole, quel che vogliamo è ridurre il più possibile l’attrito frontale, aumentare… Continua a leggere

Nuoto e salute: l’importanza del recupero

Nuoto e salute: l’importanza del recupero Per un nuotatore agonistico che sottopone il proprio corpo ad un allenamento costante, il fattore principale da considerare al termine dell’esercizio è il recupero dei propri parametri fisiologici. Durante l’allenamento, le frequenze cardiache e respiratorie aumentano e il sistema nervoso è caratterizzato da un’attività… Continua a leggere

La scienza dell’accoppiamento nel nuoto – di Gary Hall Sr.

Ok, ora che abbiamo attirato la tua attenzione con questo doppio senso ti posso dire che parleremo di “accoppiamento” nel senso di interazione tra due sistemi. Certo è meno interessante del sesso ma se nuoti potrebbe comunque tornarti utile! Ecco alcune osservazioni dell’allenatore Gary Hall Sr: Recentemente un fisico qui in… Continua a leggere

Ripensare l’elastico ferma caviglie – consigli Finis ai nuotatori

Molti allenatori hanno familiarità con la frustrazione dovuta ai tentativi di insegnare la corretta battuta di gambe a Rana seguiti da un esecuzione scorretta della gambata. Il fatto è che insegnare a mantenere una battuta di gambe a rana simmetrica e corretta richiede molto più che un semplice input verbale. Spesso… Continua a leggere

Esercizi a secco – consiglio efficace

Ecco un altro video direttamente dal Race Club (prestigioso team americano che sforna spesso campioni nazionali – tra i tanti anche Gary Hall): Please upgrade your browser Ecco uno dei nostri nuotatori illustrare alcuni esercizi a secco che mettiamo in pratica al Race Club. Impara dal video alcuni degli esercizi… Continua a leggere

Cambiare la produttività della battuta di gambe – Consigli FINIS ai nuotatori

Questa settimana prova a metterti alla prova diversificando la classica serie di gambe in immersione, che di solito include una combinazione di pinne e un numero infinito di 25! per la tua prossima sessione di allenamento sulla battuta di gambe in immersione aumenta l’intensità e lavora sulla posizione del corpo… Continua a leggere

Tempo Trainer Pro + Monopinna Foil – Consigli FINIS ai nuotatori

Utilizzando il Tempo Trainer Pro (TTP), allenatori e nuotatori a volte si adagiano nell’abitudine con ripetizioni continue di serie di tecnica o allenamenti di distanza infinita. Questa settimana mescoliamo un po’ le cose! Il TTP è un ottimo modo di incorporare la precisione nella noia dele solite serie. Ad esempio prova ad… Continua a leggere

Migliorare l’efficienza della bracciata – Consigli FINIS ai nuotatori

Come molti nuotatori e allenatori sanno, migliorare l’efficienza di bracciata spesso richiede precise correzioni tecniche che necessitano lavoro specifico per il singolo atleta, magari riprese della nuotata e, più che altro, TEMPO. Dall’allenatore che ha decine di atleti ad allenamento al master che si allena da solo, il Tech Toc è una soluzione… Continua a leggere

10 ragioni per utilizzare elastici in allenamento

Gli elastici da allenamento, anche conosciuti come elastici da resistenza, sviluppano la forza muscolare, migliorano la stabilità delle articolazioni, aumentano l’equilibrio, alleviano i fastidi muscolari e articolari e prevengono molte tipologie di infortunio. Originariamente gli elastici da allenamento erano utilizzati come terapia e medicina dello sport per aiutare a recuperare da… Continua a leggere

Nuoto frenato: il paracadute – Consigli FINIS ai nuotatori

Per gli allenatori il paracadute da nuoto frenato è un ottimo strumento col quale allenare i propri atleti a ignorare la fatica che si presenta inesorabile nella parte finale di una gara. In modo essi saranno in grado di finirla con un andatura potente e regolare. Avere familiarità con la… Continua a leggere

Osservazioni sul recupero a Stile Libero: braccio teso VS braccio piegato – Parte 1 la biomeccanica

La scelta dell’utilizzo del braccio teso o piegato durante il recupero della bracciata a Crawl è una delle grandi controversie del mondo del nuoto. Non so chi possa prendersi il merito di “primo nuotatore che recuperava a braccio teso”. Ho visto alcune foto di George Breen, medaglia di bronzo nei 1500… Continua a leggere

Allenarsi per affrontare la vasca da 50m – Consigli FINIS ai nuotatori

Per alcuni nuotatori il momento di trasferirsi in vasca da 50 m coincide col ricordo di nuotate talmente infinite da essere interrotte solo dal tramonto. Per altri la vasca lunga è causa di allenamenti con vasche troppo lunghe e troppo poche virate. Che tu sia terrorizzato o attratto dall’espansione incontrollata… Continua a leggere

Intervallo Base – Base Interval

Base Interval, Intervallo Base (abbreviato Base o B). Questo termine viene utilizzato nel mondo anglosassone per indicare ripetute a Stile Libero da 100 metri (quando non diversamente specificato). È l’intervallo al quale puoi nuotare in sforzo aerobico per una distanza di 1000-2000 metri. Non è necessariamente l’intervallo più veloce che… Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – i benefici derivati dall’uso della Tavoletta da Allineamento FINIS

La Tavoletta da Allineamento Alignment Kickboard è un attrezzo perfetto per nuotatori di ogni livello. Grazie ad esso l’utilizzatore non solo può focalizzarsi sul lavoro di gambe ma anche lavorare sulla stabilità della muscolatura di supporto (core) e sul corretto allineamento del corpo durante la nuotata. Al contrario delle tavolette… Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – Spinta delle gambe con le pinne a pala corta Zoomers

È da un po’ che le pinne a pala corta conosciute come “Zoomer” sono sul mercato. Non esiste un efficace sostituto per l’intensità che queste pinne corte da aggiungono all’allenamento quotidiano. La pressione aggiuntiva dell’acqua che le Zoomers sono in grado di “agganciare” costringe l’utilizzatore ad utilizzare il basso addome… Continua a leggere

Osservando i miei Master che si allenano – parte 1

Alcuni giorni la settimana alleno atleti della mia età, i Master. Le dinamiche di allenamento sono molto diverse rispetto a quelle dei ragazzi, e questo rende il lavoro molto molto interessante. Alleno i Master a mezzogiorno per cui ci sono atleti che sfruttano la pausa pranzo e nuotano anche per… Continua a leggere

Tutti gli stili – Stringi i denti e chiudi gli occhi

La dedizione nel nuoto è importante? La prossima volta che il tuo allenatore ti chiede, con una certa apprensione, di lavorare su una tua specifica capacità prova a concentrarti davvero. Please upgrade your browser Perché farlo: Molte volte quando ad un nuotatore viene chiesto di fare qualcosa con una certa… Continua a leggere

Stile Libero – sviluppare una bracciata più lunga

Se vuoi davvero creare dei cambiamenti positivi nel modo di nuotare di un atleta, hai bisogno di tempo. Utilizzare il Tempo Trainer può aiutare ad accelerare l’apprendimento a lungo termine ed a fissarlo meglio nello schema motorio. Please upgrade your browser Perché farlo: I tuoi Esordienti e Ragazzi utilizzano quelle… Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – Impostare il Tempo Trainer PRO per una prestazione da campioni

Non è sempre facile ubbidire al “Beep”. Spingere i tuoi nuotatori al raggiungimento di andatura e frequenza di bracciata che avevi prefissato come obiettivo è un lavoro duro, ma indubbiamente è il tipo giusto di lavoro. Il Tempo Trainer è stato di aiuto agli allenatori di alto livello per oltre… Continua a leggere

Le tre modalità del Tempo Trainer PRO

In attesa dell’uscita della guida del nuovo Tempo Trainer PRO ecco la descrizione delle tre modalità di funzionamento e qualche esempio di allenamento. PULSANTE DI SINCRONIZZAZIONE In qualsiasi modalità è possibile resettare il ritmo di bracciata e sincronizzare il dispositivo con un contasecondi o un intervallo di allenamento, premendo il… Continua a leggere

Nuovo Software PoolMateHR per squadre e allenatori!!!!

Vi state allenando in modo intelligente? Sappiamo che voi allenatori dedicate molto tempo per riuscire a tirar fuori il meglio dai vostri nuotatori. Ci piacerebbe potervi facilitare le cose, almeno un pò. Con l’orologio PoolMateHR potete vedere esattamente come i vostri nuotatori affrontano ogni allenamento, vasca per vasca, secondo per… Continua a leggere

Distanza per Bracciata

La DPS (distance per stroke) o DPB (distanza per bracciata) è la distanza che il nuotatore riesce a percorrere spostandosi in avanti con il proprio ciclo di bracciata. (dall’allenatore Emmett Hines) Quante bracciata per una data distanza dovresti fare? Se riesci a utilizzare con successo i movimenti della remata all’interno… Continua a leggere

Come insegnare la trazione a gomito alto (EVF)

Abbiamo già osservato, in post precedenti, che la trazione è un compromesso tra potenza e attrito e che quindi dobbiamo imparare a nuotare, sembra ovvio, con meno attrito e più potenza. In questo video (in inglese ma, anche se non sai la lingua, puoi vedere come i nuotatori eseguono gli… Continua a leggere

I nuotatori dovrebbero mangiare PRIMA dell’allenamento di mattina presto?

colazione nuotatore allenamento mattina swimmershop nuoto

di JILL CASTLE, MS, RDN Al giovane nuotatore può capitare, quando si allena al mattino presto, di saltare la colazione. Prendete Henry, ad esempio. Preoccupato di mangiare prima dell’allenamento mattutino perché teme crampi o possibili congestioni. Non mangia e ingerisce una barretta proteica dopo l’allenamento mentre va a scuola. Al… Continua a leggere

La quantità di carboidrati adatta al giovane nuotatore

di JILL CASTLE, MS, RDN Non è raro vedere, qui negli Stati Uniti, squadre di piccoli nuotatori che vanno a fare un bel carico di pastasciutta al ristorante italiano locale, la sera prima delle gare. O magari si sente di genitori che preparano una bella cena con pasta, riso o… Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – Più presa sull’acqua e in anticipo con la paletta Fulcrum

L’EVF (Early Vertical Forearm o bracciata a gomito alto) è una posizione essenziale ai fini della velocità nel nuoto. Spesso l’EVF è considerata la “parte anteriore” della bracciata o l’inizio della trazione. La paletta Fulcrum (conosciuta anche come “paletta 8” a causa della sua particolare forma) blocca il polso del nuotatore… Continua a leggere

Perché contare le bracciate è utile? (di Kevin Koskella)

Potrebbe esserti capitato un allenatore che ti faceva contare le bracciate durante l’allenamento, sia inserendo questo “compito” negli esercizi di tecnica sia nell’intero allenamento. Come allenatore di fondisti e triatleti io credo fermamente che il conteggio delle bracciate sia una parte irrinunciabile dell’allenamento. COSA PUO’ FARE IL CONTEGGIO DELLE BRACCIATE… Continua a leggere

Ciclo di bracciata

Per  ciclo di bracciata si intende il tempo che impiega un nuotatore da quando fa entrare una mano in acqua al momento in cui quella stessa mano, percorse tutte le fasi della bracciata, entra in acqua di nuovo (quindi un ciclo di bracciata a Stile Libero sarà composto di una… Continua a leggere

Una svolta importante per l’atleta – Elastici da allenamento a secco Strechcordz (di Ruthy Vesler)

Benché il senso comune ci dica che l’unico modo per nuotare più veloce sia allenarsi in acqua, la scienza aggiunge una “postilla” all’asciutto. I nuotatori possono usare elastici da allenamento per migliorare il proprio condizionamento ed efficienza di bracciata riducendo il rischio di infortunio. Infatti con gli elastici (comunemente noti… Continua a leggere

Elastici – uno sguardo rapido

Ecco una considerazione generale del Dott. Mauro Esposito sul lavoro con elastici: Gli elastici hanno la caratteristica di essere facilmente reperibili, di avere un costo molto basso e di permettere di eseguire esercizi per tutti i gruppi muscolari del corpo. Nel lavoro di potenziamento con gli elastici, l’intensità del carico corrisponde alla… Continua a leggere

Su cosa ti concentri quando tutto (il tuo stile) ti crolla intorno?

L’allenamento ha un costo in termini di tecnica. Nonostante possa sembrare un’affermazione lapidaria è una cosa che si rivela reale durante la maggior parte di allenamenti delle categorie esordienti. Durante la pratica, molto spesso, la tecnica viene sacrificata in nome della sopravvivenza e l’istinto umano a cercare continuamente di prendere aria… Continua a leggere

Demistifichiamo i falsi miti sul nuoto – parte 9 – Ogni esercizio in vasca è ottimo per chiunque

Sono uno che crede molto negli esercizi di tecnica in vasca (“drills” in inglese, ndt). Sono convinto che se un maggior numero di atleti impiegasse un po’ più di tempo in esercizi di tecnica ne seguirebbero grandi benefici. Il più grande problema con gli esercizi di tecnica è che troppo… Continua a leggere

Il concetto di sintesi nel nuoto (di Leonardo Castellani – Pesaro Nuoto Team)

Introduzione: La piscina per molti bambini risulta nuova ai loro occhi e ostile, perciò è necessario renderla un luogo piacevole dove trascorrere del tempo e dove crescere. Un istruttore deve innanzitutto conoscere gli allievi e le loro paure, poiché lecite e normali, e nello stesso tempo intervenire positivamente per attenuarle.… Continua a leggere

Demistifichiamo i falsi miti sul nuoto – parte 8 – Per ridurre le bolle d’aria dietro alla mano in acqua devi entrare delicatamente

A molti nuotatori viene insegnato a entrare con la mano in acqua appena di fronte alla testa e quindi a farla scivolare in avanti finchè il gomito si estende. Ad alcuni viene detto di rallentare la mano prima che entri in acqua. La ragione, posso solo presumerlo, è di provare… Continua a leggere

Demistifichiamo i falsi miti sul nuoto – parte 7 – Quando si tratta di respirare a stile la cosa migliore è respirare ogni bracciata

In quasi tutti gli sport, tranne che nel nuoto (Stile libero, Delfino, Rana), possiamo respirare quando ci pare. Normalmente, al massimo livello di sforzo, significa respirare a una frequenza inspiratoria tra le 50 e le 65 volte al minuto. Non è così per il nuoto. Molti nuotatori respirano una volta… Continua a leggere

Capire cos’è l’allenamento

Ad oggi molti nuotatori si allenano per 11 mesi all’anno, ovunque siano, dalle 2 alle 5 ore al giorno a seconda del loro livello. Alcuni per 5 giorni a settimana, altri per 7. La distanza varia da alcune migliaia di metri al giorno fino anche a 10 km. Questo al… Continua a leggere

Il triatleta mondiale Andy Potts ci parla degli elastici per allenamento STRECHCORDZ®

24 Aprile, 2013 “Il riscaldamento per il triathlon può essere problematico. Gli atleti vogliono preparare i propri fisici allo stress che subiranno  da nuoto, bici e corsa. Un aspetto negativo è che non puoi entrare in acqua per scaldarti per la nuotata. Ecco perché gli StrechCordz® sono parte integrale della… Continua a leggere