Metti in moto una bracciata con tutto il corpo – Consigli Finis ai nuotatori

Il miglior nuotatore è quello che sfrutta, ai fini della propulsione, il movimento di tutto il corpo, in tutti e quattro gli stili. Molto importante, i nuotatori veramente forti massimizzano la potenza del petto e del “core” quando iniziano un movimento completo del corpo sia a Delfino che a Rana.   … Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – Esercizi di tecnica e snorkel frontale

Nel nuoto la parte più difficile è respirare. Particolarmente nello Stile Libero coordinare tempi della respirazione con posizione della testa e movimenti del corpo è oggettivamente difficile. Lo Snorkel Frontale FINIS elimina le complicazioni della respirazione e consente al nuotatore di tenere la testa in posizione perfetta. Senza più il bisogno… Continua a leggere

Schema di Respirazione a Stile Libero 2:3

Per respirazione 2:3 si intende il seguente schema di respirazione utilizzabile a Stile Libero: una respirazione a destra bracciata alla seconda bracciata una respirazione a destra due bracciate alla terza bracciata una respirazione a sinistra bracciata alla seconda bracciata una respirazione a sinistra due bracciate alla terza bracciata una respirazione… Continua a leggere

Arriva su Swimmershop il POWER BREATHE

Finalmente su Swimmershop approda il Power Breathe! Uno strumento in grado di allenare i muscoli inspiratori. E’ portatile e facile da utilizzare, ed utilizzato con costanza è in grado di incrementare la prestazione sportiva riducendo l’affanno respiratorio. La performance dei muscoli respiratori, durante la competizione, aumenta dal 30% a circa il 50%… Continua a leggere

Una boccata d’aria… nel modo giusto! – Seconda Parte

Come iniziare ad utilizzarlo Anche se sei un veterano dell’utilizzo dello snorkel convenzionale, uno snorkel frontale da allenamento ha bisogno di un pò di tempo per abituarsi al suo utilizzo. Qui sotto una progressione di esercizi che ti porterà fino all’utilizzo completo dello snorkel tubo respiratore frontale. Nuotatori di differente… Continua a leggere

Una boccata d’aria… nel modo giusto! – Prima Parte

Emmett Hines è il direttore e capo allenatore dell’H2Ouston Swims. Allena fin dal 1981, ha una certificazione dell’American Swim Coaches Association Level 5, è stato proclamato allenatore dell’anno nel 1993 e il premio Masters Aquatic Coaches Association Lifetime Achievement Award nel 2002. Recentemente è stato ripubblicato il suo libro Fitness… Continua a leggere

Allenamento – lavoro in ipossia

Ragazzi, vogliamo parlare di quanto ci pesano a volte gli anni in vasca? Se c’è una cosa che ce li fa pesare sono i lavori in ipossia! (se non sai cos’è leggi il Glossario cliccando qui) L’allenamento che vorrei proporvi oggi non sembra molto faticoso se guardate alla distanza totale… Continua a leggere

Gli accessori per tubo respiratore frontale della FINIS

Ecco un pò di oggetti che possono aiutare a esprimere tutte le potenzialità degli Snorkel FINIS. Accessori per gli Snorkel frontali: * Cardio Cap: Il Cardio Cap si adatta al tubo di tutti gli snorkel marca FINIS al fine di ridurre la quantità d’aria ed aumentare il lavoro cardiovascolare. Respirare… Continua a leggere

Qualche suggerimento sull’uso dello Snorkel tubo respiratore frontale

Come iniziare? Nuotare con lo snorkel è facile. Ma anche il più esperto dei nuotatori dovrà abituarsi al suo utilizzo prima di cimentarsi con gli esercizi più intensi! Sarà necessario padroneggiare l’esecuzione di una respirazione “naturale” imparando ad inspirare ed espirare in maniera decisa, anche al fine di espellere dallo… Continua a leggere

VO2 max – cos’è?

Filippo Magnini Swimmershop Snorkel Stile libero

VO2max (Massimo Consumo di Ossigeno) è un valore che indica la massima quantità di ossigeno utilizzabile da un nuotatore in una determinata unità di tempo (di solito è un valore espresso “al minuto”). E quindi la massima potenza aerobica sviluppabile da un atleta. ” Il massimo consumo di ossigeno è… Continua a leggere

Allenamento IPOSSICO

Un metodo “fisiologico” comunemente sfruttato dagli atleti per incrementare la capacità di trasporto dell’ossigeno è l’esposizione all’ipossia (ridotta quantità di ossigeno). Quando il corpo umano riceve ridotte quantità di ossigeno si sforza di produrre la stessa quantità di energia con lo scarso ossigeno disponibile. Questo sforzo attiva una serie di… Continua a leggere