Nuoto, Assoluti 2021: Risultati in Tempo Reale e dove vedere la diretta Streaming

assoluti-nuoto-risultati-diretta

Fonte immagini: FIN

Nuoto, Assoluti 2021: i primi risultati promettono emozioni

Innanzitutto ecco dove puoi vedere la diretta streaming delle batterie delle gare di nuoto su piattaforma Vimeo di Federnuoto Live. Per le finali puoi invece sintonizzarti su raisport. E dove trovare tutti i risultati e i tempi. Se invece vuoi vedere le tabelle dei tempi limite per Europei e Olimpiadi vai in fondo alla pagina.

negozio nuoto più conveniente

E ora qualche aggiornamento

Per questa prima giornata le batterie saranno divise in due parti prima maschi e poi femmine. Per motivi di sicurezza che però hanno già portato qualche polemica.  Oggi vedremo, tra i molti nuotatori in gara, Gabriele Detti e Marco De Tullio nei 400 stile libero. Già qualificati per Tokyo, potremo vedere però i tempi per verificare a che livello è l a preparazione in questo momento.  Per le femmine nei 400 stile libero vedremo Simona Quadarella e Martina Caramignoli, invece la Pellegrini la vedremo nei 50 Stile Libero assieme a Silvia Di Pietro.

palette agility

Indice delle giornate:

Foto DBM, Fonte: Federnuot.it

Risultati del 31 marzo 2021 – Mattino

Lorenzo Zazzeri (CS Esercito / Rari Nantes Florentia) innanzitutto si è già distinto alla grande. Nelle batterie dei 50m SL è già andato sotto i 22 secondi. Ha fatto 21”94, beccando così il tempo per gli Europei (teoricamente, perché quello valido sarà il tempo della finale e non quello di batteria) ma non per Tokyo (ancora dovrà abbassare di 15 centesimi, ma ehi, sono solo le batterie!)

Nei 50m SL in finale anche Alessandro Miressi (GS Fiamme Oro / CN Torino) con 22”26 e Leonardo Deplano (Circolo Canottieri Aniene) con 22”27.

Nei 400m misti maschili Pietro Paolo Sarpe (Circolo Canottieri Aniene) fa il miglior tempo del mattino con 4’21”56.

Per i 400m SL Gabriele Detti (CS Esercito / In Sport Rane Rosse) porta a casa un 3’50”04 seguito da Freri in 3’50″06 e Ciampi in 3’50″91

Sui 200m Rana uomini la sessione maschile vede Andrea Castello (Imolanuoto) fare 2’13”30. Segue Edoardo Giorgetti (GS Fiamme Oro / CC Aniene) con 2’13”58.

Nei 400 SL donne si qualificano per la finale Quadarella, Caramignoli, Salin, Gailli, Carli, Vetrano, Romei, Cesarano.

Nei 400 misti donne si qualificano per la finale Franceschi, Cusinato, Toni, Polieri, Fresia, Capitanio, Patetta, Marini.

Nei 200m Dorso donne domina Margherita Panziera con il tempo di 2’10″33. In finale la vedremo con Cenci, Gaetani, Ramatelli, Toma, Fontana, Maloni, Pasquino.

Per i 50m SL donne: Federica Pellegrini con 25″41 si aggiudica la quinta batteria, fanno meglio Costanza Cocconcelli con 25″15 e Silvia Di Pietro nell’ultima batteria con 25″18. In finale quindi vedremo Cocconcelli, Di Pietro, Pellegrini, Tarantino, Napoletano, Ruberti, Spaziani, Biondani.

Risultati del 31 marzo 2021 – Pomeriggio con le finali

Le finali dei 50m SL.

Zazzeri campione italiano con 21″89 ma niente tempo per le Olimpiadi. Sì invece alla qualifica per gli Europei. Deplano e Bori con argento e bronzo. Zazzeri dice: “sono molto contento per come mi sento in acqua, leggero, in presa. Non sono un 50ista puro e quindi sono molto felice di riuscire a nuotare per due volte sotto i 22. Mi lascia ben sperare”. Ci vediamo domani cn la gara regina nei 100″.

La Fede Nazionale in gara nei 50m SL donne.

Costanza Cocconcelli con 25″04 è campionessa italiana. Tempo per Budapest. Pellegrini in 25″07 e Silvia Di Pietro e Chiara Tarantino terze a pari merito con 25″19. Costanza ci dice: “Ho fatto due volte il mio personale, il mio primo oro agli assoluti, direi bene!”. È raggiante e felice.

Pellegrini invece: “Mi iscrivo a tutto ma avevamo dato le disdette delle gare che non faccio da un po’ di anni ma non è arrivata la comunicazione. Riuscire a nuotare veloce una gara che non preparo mai, sono molto contenta. Pensavo la strada fosse meno tortuosa, riprendere dopo lockdown e covid è dura ma ci stiamo mettendo sotto per tornare ai miei migliori tempi”.

400 misti uomini.

Oro per Matteazzi che fa il tempo per Budapest con 4’15″80. Sarpe arriva in 4’19″42 e Turrini in 4’21″06.

Matteazzi: “Il tempo non è che mi soddisfi al massimo. Mi aspettavo di fare un po’ meno. Intanto abbiamo il pass per gli Europei, i miei primi Europei quindi intanto pensiamo a quelli”.

Donne 400 misti.

Emerge con una incredible dote di scivolamento Sara Franceschi a 4’37″06 abbondantemente sotto il tempo per l’ungheria e c’è anche la qualificazione per Tokyo! Seconda Cusinato in 4’40″58 e terza Toni in 4’44″04.

Franceschi: “Non me l’aspettavo. L’idea era di fare il tempo per gli Europei. Non ho mai mollato e ho avuto sempre la possibilità di allenarmi al meglio. Sono davvero contenta”.

Rana, 200 uomini.

Gran finale per un testa a testa tra Giorgetti e Castello. Giorgetti campione italiano in 2’10″93 e qualificato per gli Europei. Dietro di lui Castello in 2’11″16 e Fusco in 2’12″56.

Dichiara Giorgetti: “È stato bellissimo vincere. È andata bene considerato lo strappo muscolare all’adduttore lungo, ringrazio i medici. Con Christian avevamo deciso di gareggiare lunedi. È stato difficile non mollare. Ci ho messo quel gas in più dato dall’esperienza. Nella mia situazione ci sono tanti atleti che sono stati a casa. Faccio gli in bocca al lupo anche a loro per che so cosa si può passare”.

E adesso i 200 Dorso donne.

Il nome è quello di Panziera, già qualificata per le Olimpiadi. Spinge molto bene la subacquea la Cenci (il Quinto Stile, sempre fondamentale in gara). prestazione da 8 centesimi sotto il proprio personale della subacquea. NUOVO RECORD ITALIANO per la Panziera, che scalza il tempo dell’australiana Emily Seebohm con 2’05″56. Gaetani seconda in 2’11″80 e treza Cenci in 2’12″20.

Margherita Panziera dice: “Totalmente inaspettato il mio risultato. Anche perché a questi assoluti sono arrivata più carica rispetto ai miei compagni. Avendo perso due settimane per via del covid. Mi sentivo bene in acqua ma non pensavo coaì tanto bene. Significa che lacrime e sangue che sto sputando servono a qualcosa 😅 . Mi sento pronta psicologicamente per i grandi eventi da affrontare”.

Ecco la finale dei 400m a Stile Libero uomini.

Detti primo ma per lui e Marco De Tullio sono crono da finale Olimpica! Detti primo con  3’44″65, De Tullio secondo con 3’44″74 e bronzo per Ciampi con 3’47″61.

Ecco cosa dice Gabriele Detti ai microfoni di Rai Sport: “Mi è mancato il gareggiare. Le sensazioni non erano eclatanti quindi va benissimo il risultato. È sempre divertente gareggiare con un ragazzo giovane come “Tullio” (il soprannome di Marco De Tullio, ndr). Per me è uno stimolo a non abbassare le antenne. In allenamento e in gara ci divertiamo.

Lunedì scorso ho fatto il vaccino e sono stato un po’ male, così ravvicinato alle gare è stato un po’ duro. Vediamo domani gli 800. Speravo di arrivarci più rilassato ma la preparazione è molto buona e speriamo di chiudere la pratica qualificazione così possiamo andare verso l’Olimpiade”.

Aggiunge che: “Stare tanto senza gareggiare non è semplice perché perdi le sensazioni in acqua. La sensazione anche di testa che manca. Serve di rientrare nel mood giusto della gara altrimenti non è semplice. Adesso possiamo rimettere la testa sott’acqua come piace fare a noi”.

Marco de Tullio invece: “Son contento di essermi tolto il peso della qualificazione. Le sensazioni stamani non erano le migliori ma oggi ho fatto il mio migliore quindi non posso che essere contento”.

Il turno delle donne per i 400 m a SL

Sfida tra Quadarella e la cresciutissima Caramignoli. La spunta Quadarella in 4’06.49, seconda Caramignoli in 4’08.39 e bronzo per Salin in 4’11.04.

Ai microfoni di Raisport intervstata da Elisabetta Caporale, Quadarella dice: “Siamo stati tanto tempo fuori dalle gare, ritornare a gareggiare: questa è la cosa più importante. Ho fatto il miglior tempo dall’anno scorso. Ho ritrovato la tigna che avevo perso per essere stata tanto lontana dalle gare (l’anno scorso solo i sette colli dopo una ripresa complicata)”.

Ci vediamo domani con i:

Risultati del 1 Aprile 2021 – Mattino

Che succederà stamattina? Niente scherzi, si vola!

Nelle eliminatorie dei 200m Dorso Uomini. Rimangono sotto i due minuti Christopher Ciccarese, Alessandro Baffi e Lorenzo Mora nelle prime tre batterie di eliminatorie. Per i 100m Rana invece Il risultato migliore è di un grandissimo Nicolò Martinelli che si piazza sotto il minuto con 59″01 portando a casa il tempo per Europei e per le Olimpiadi.

Nei 200m Farfalla nessuno si piazza sotto il tempo né di europei né di Olimpiadi. Ma sotto ai due minuti stanno in 6: Faraci, Perfetto, Ferraro, Carini, Razzetti, Burdisso. Il tempo migliore per Federico Burdisso che fa un tempo qualificante per gli Europei ma, per soli 2 centesimi di secondo non va sotto al tempo di qualificazione per le Olimpiadi (per cui ha comunque già il pass).

Una gara veloce con 5 batterie i 100m a Stile di stamani. Bisogna scendere sotto i 48″2/48″7 per la qualifica Tokyo/Budapest. 13 gli atleti a stare sotto i 50″. Ma sotto i 49″  si tengono solo in due: Miressi e Ceccon. Infine per l’ultima serie uomini di stamattina abbiamo gli:

800m Stile Libero. Prima serie. Uno splendido Lorenzo Galossi si aggiudica il record italiano di categoria ragazzi per gli 800m SL. Ed è anche il tempo per partecipare agli Europei Juniores. Complimenti a Galossi.

Si passa alle batterie della sessione Femminile

Cominciamo con 200m Rana. Vediamo se ci sarà qualcuna che riuscirà a stare sotto 2’30”, ricordando che 2’30″5 e 2’26″5 sono i tempi rispettivamente per Europei e Mondiali Juniores da fare in finale in questa specialità. Ilaria Togni ed Elisa Angiolini fanno il tempo per gli Europei. Ma fa meglio Francesca Fangio con 2’27″69!

È il momento dei 200m Farfalla Donne. Soltanto due nuotatrici si piazzano sotto i 2’12”: Antonella Crispino e Anna Pirovano, rispettivamente con  2’11″34 e 2’11″91.

Passiamo alle batterie dei 100m Stile Libero Donne. Ci vuole almeno un 56″ per la qualifica agli Europei Juniores di Roma. Il miglior tempo per queste batterie è di Federica Pellegrini con 54″40, unica ad andare sotto i 55″. Entro i 56″ si piazzano Biagioli, Tarantino, Di Pietro, Verona, Di Liddo e Cocconcelli.

I 100m Dorso Femminili. Solo la Panziera rimane sotto l’1’01” con 1’00″19. Un manipolo di tempi migliori di 1’02” li portano a casa Toma, D’Innocenzo, Gaetani, Scalia, Pasquino e Zofkovà Costa De Saint.

Nelle due serie di 800m SL donne. Sotto gli 8’40” solo Ginevra taddeucci con 8’39″97. Si finisce la mattinata con lo spareggio per i 100m SL Donne che vede testa a testa Ferraguti e Canuto per il ruolo di prima e seconda riserva. In testa Alessia Ferraguti per 6 centesimi di secondo su Cecilia Canuto. Ci vediamo oggi pomeriggio alle 17:30 per le finali di questo giovedì primo aprile.

Risultati del 1 Aprile 2021 – Pomeriggio con le finali

Ed eccoci alle finali del primo aprile. Con quello che si è visto nelle batterie potremmo “vederne di ogni”, come si suol dire. Iniziamo con

Le due Serie degli 800m Stile Libero, uomini e donne.

Per gli uomini ci aspettiamo almeno due atleti con risultati più che eccellenti, Detti e Paltrinieri. La gara è davvero tra questi due nuotatori. Gli altri stanno visibilmente più indietro. E sul finale Paltrinieri vince con 7’41″96 e Detti con 7’46″58. Terzo Marco De Tullio a 7’50″98.

Ecco cosa dice SuperGreg ai microfoni Rai: “Sono arrivato qua, ho starnutito, tutti che si sono allontanti 😅 sono allergico lo giuro”. Dopo una notazione simpatica di Greg sulle sue allergie continua ” ho fatto abbastanza fatica, però stiamo a metà stagione e fa sempre un po’ così. Ci sta una forma non perfetta ma sono contento di tutto, 7.42 è un tempo buono. Alle olimpiadi con tutte le gare che mi aspettano sarà una lotta, tre gare è un crescendo che sarà divertente. Mi focalizzo sulle gare in piscina che son le prime. Quella in mare sarà dopo. Ora faremo un’altra altura che so che mi farà beme”.

Si parte anche con gli 800 donne. Quadarella e Caramignoli ricordiamo sono già qualificate per le Olimpiadi. E la gara finisce Quadarella in testa a 8’23″77. A seguire Caramignoli con e 8’26″02. Terza posizione per Giulia Salin 8131″25.

Quadarella ci dice : “Sono sincera speravo un po’ meglio. Però va be’ il tempo l’ho fatto anche se mi ero già qualificata e in questo periodo penso di non averlo mai nuotato 8 e 23. Mi sarebbe piaciuto andare un po’ più sotto a 8 e 22. Ho un team grande intorno a me, dalla società alla famiglia agli amici. Tutti mi hanno aiutato tanto perché è stato un periodo difficile. E lo devo a me stessa che mi sono aiutata tanto. È stata NON una situazione tragica: semplicemente sono stata tanto ferma – due mesi- ed è tantissimo per me. Io d’estate mi fermo molto meno. Poi non sapevamo quando avremmo dovuto rigareggiare. Stare lontani dalle gare è la cosa che ci ha fatto perdere di più. Oggi sicuramente avro sbagliato qualcosa ma fa niente “.

Uomini, 200m Dorso.

Lorenzo Mora la spunta su tutti con 1’57″23 e vola a Budapest (anche se ha cambiato bracciata gli ultimi 5 metri quasi bloccandosi). Restivo seconda posizione a 1’57″69  e terzo Ciccarese con 1’58″44.

Mora al microfono: “Non potete capire. Negli ultimi 5 metri non mi arrivava più niente. Sono felicissimo. Era tre anni che  preparavo questa gara e non mi era mai uscita come volevo che mi uscisse. Oggi avevo una paura folle e a pranzo non ho mangiato. E io mangio tanto. Son felicissimo. Ho tirato la subacquea ma non finiva più. Ma va bene sono contento di andare agli Europei”.

Adesso andiamo per i 200 Rana donne.

Testa a testa Fangio/Angiolini sul finale. Titolo italiano e Budapest per Fangio con 2’25″10. Angiolini seconda con 2’25″16 e Togni terza con 2’28″83.

Una Fangio raggiante: “Sono soddisfatta perché ieri ho avuto un incidente di percorso. Uno stiramento all’adduttore proprio ieri in allenamento. Quindi oggi è stata dura. Stamani non sapevo se gareggiare e ho detto meglio provarci. Sono stata molto combattiva sapevo di non poter nuotare il tempo che avrei voluto. Ma volevo qualificarmi agli europei per giocarmi là la qualificazione Olimpica. Ci sono andata talmente vicina nel 2019 che spero quest’anno sia quello buono”.

Passiamo ai 200 Farfalla Uomini.

Burdisso padrone della specialità è campione italiano. Un atleta super competitivo a dispetto dell’età. 1’54″41 per lui. Secondo Razzetti con 1’56″10 e terzo Carini con 1’57″42.

Burdisso: “Ciao a tutti. Tempo finale abbastanza buono, non sono soddisfattissimo perché so che posso dare di più. Non l’ho prepata questa gara quindi ci sta. Mi aspettavo qualcosina in più. Son riuscito ad allenarmi sempre e mi sono allenato bene. Son contento di come va la preparazione per le Olimpiadi enon vedo l’ora che arrivino”.

La gara Regina: 100 Stile donne.

Con Pellegrini in vasca. Prima posizione per Fede con 53″86. Tarantino che ha lottato per il secondo posto e lo ottiene a 54″90. Silvia di Pietro si piazza terza a 54″97.

Ecco cosa dice Federica Pellegrini ai microfoni della bravissima Elisabetta Caporale: “Forse un po’ troppo veloce il passaggio. Gli ultimi metri ho sentito un po’ la fatica. Ma va bene così. Io vorrei nuotare il tempo nei 200 stile. Vediamo domani. Mi sento discretamente bene e voglio trovare conferma nei 200 SL di quello che ho fatto. Non so ancora se farò gli Europei e, nel caso quali, gare”.

Si passa ai 100 Stile Libero uomini.

Un sacco di grandi nomi in questa gara. Dotto, Orsi, Magnini, Ceccon, Zazzeri… Finale A e Finale B. A sorpresa manca Luca Dotto in finale B. Magnini inizia leggermente indietro ma lui ha la vasca di ritorno come cavallo di battaglia. Cerca di rientrare Re Magno e come sempre passa in testa con 49″71 vince la finale B migliorando il tempo della mattina. Secondo Orsi 49″79 e poi Izzo con 49″85. Gli altri sono tutti sopra i 50″.

Per la finale A vediamo cosa farà Ceccon che era andato sotto i 49″ al mattino. Miressi con 48″34 la spunta per pochissimo su Ceccon e i suoi 48.50.Entrambi tempo per tokyo staffetta. Ben 4 atleti sotto 49″.

Magnini: “Gara dopo gara sto migliorando, faccio fatica al primo 50 a essere fluido ma devo dire cha la mia vita adesso è più bella e la famiglia è al centro. Questo è un divertimento. Ci credo al sogno di Tokio. È quasi impossibile però il percorso è particolamente bello”.

Miressi: “Ho avuto il covid e per turto Febbraio non mi sono allenato. Prima di marzo non ero ancora riuscito a entrare in acqua. La gara tutto sommato ho fatto un buon tempo. Però mi sentivo bene e volevo qualcosa di più e non è venuto. Ora dobbiamo riprenderci e cercare di rimetterci in sesto. Per fortuna con questo primo posto mi son qualificato agli europei”.

200m Farfalla donne.

Cusinato sorpassa Crispino e si difende dal controsorpasso. Entra in nazionale che andrà a budapest con 2’09″75. Seconda Antonella Crispino con 2’09″80. Bronzo per Anna Pirovano con 2’10″33.

Cusinato: “Era un po’ in forse la mia partecipazione ai misti di Sabato. Ma ci sarò. Pensavo di arrivare in condizioni miglioli a questi campionati ma bisogna saper reagire”.

Si passa alla Rana, 100m uomini.

Nicolò Martinenghi che va in cerca del suo personale. Con  58’37 DISINTEGRA IL RECORD ITALIANO con il terzo tempo mondiale di sempre che potrebbe portare sul podio Olimpico. Pinzuti con 59″72 è secondo italiano di sempre a scendere sotto il minuto in questa gara. Anche tempo per Budapest. Terzo 59″92 per Federico Poggio, ancora una volta sotto il muro del miunto.

Martinenghi: “Super soddisfazione. Passaggio e tempo che avrei voluto. Molto soddisfatto. Anche se non ho preso una buona partenza con ingresso in acqua. Son contento per Pizzuti, mio socio, so quanto abbiamo lavorato insieme. Sono contento sia per noi che per tutto lo staff che ci segue. Qualcosa si può ancora limare sul tempo. Nonostante la qualifica ieri ho rinunciato ai 200m per fare un buon 100m oggi e tornare a una sicurezza che mi mancava. Posso ritenermi soddisfatto”.

Si va per i 100m Dorso donne.

Panziera in 59″75 vince il titolo italiano tenendosi sotto il minuto. Secondo posto per Zofkovà Costa De Saint con 1’00″78 e terza Gaetani con 1’01″03.

Panziera: “Visti i 200 di ieri pensavo meglio. Ma non avendo scaricato molto per me i 100 sono difficili. Gli ultimi metri ho accusato. Inoltre non son partita precisa. Ma tutto sommato sotto sessanta non è  male. So che posso fare meglio ma lo farò da “più scarica”.

Risultati del 2 Aprile 2021 – Mattino con le batterie

Stamattina dalle 9:00 vedremo svolgersi le eliminatorie per le seguenti discipline: Prima la sessione maschile con 100 m Dorso, 100 m Farfalla , 200 m Stile Libero e 50 m Rana. Per la sessione femminile invece: 100 m Rana, 100 m Farfalla, 50 m Dorso, 200 m Stile Libero.

Nelle batterie dei 100m Dorso restano sotto i 55″ solo in tre. Ciccarese con 54″72, Restivo con 54″99, e Sabbioni in 54″42. Alla fine della seconda batteria dei 100m Farfalla Condorelli Burdisso e Ferraro chiudono rispettivamente in 52″30, 52″59 e 52″62. Nella terza batteria c’è anche Piero Codia, primatista Italiano assoluto della distanza che chiude in 52″19. L’unico altro atleta a stare sotto i 53″ è Razzetti con il suo 52″97. Nessuno sotto i 53″ nell’utlima batteria.

Tempi migliori nei 200m SL sotto l’1’49” per De Tullio (1’48″48), Proietti Colonna (1’48″89) e Zuin (1’48″89). Nei 50m Rana invece RECORD ITALIANO ASSOLUTO dei 50 Rana Maschili per Nicolò Martinenghi con 26″47. La quarta prestazione di sempre al mondo nei 50 Rana! Davvero un Martinenghi strepitoso in questi Campionati Assoluti 2021 di Nuoto. l’unico a piazzarsi sotto i 27 secondi. Sotto i 28″ invece anche Cerasuolo con 27″68, Maiorana in 27″99, Pinzuti in 27″35 e Poggio con 27″79.

Per il settore femminile iniziano alle 11:00 le eliminatorie. Ed eccoci ai 100m Rana Donne. Arianna Castiglioni migliora il suo personale con 1’06″37: la quarta miglioore prestazione mondiale stagionale. Pilato in 1’06″38 si aggiudica la quarta batteria seguita da Martina Carraro con 1’06″97, unico altro tempo sotto il minuto e sette secondi.

Sotto con i 100m Farfalla. In quattro sotto il minuto e nessun tempo da Olimpiade in queste batterie. Di Liddo 58″37, Bianchi 58″51, Tarzia 58″93 e Greco 58″53. Per i 50m Dorso, 28″10 il tempo limite per gli Europei di Budapest. Purtroppo squalificata Camilla Simicich per nuotata irregolare, ha rotto la superficie dopo i 15 metri. Miglior tempo per Scalia con 28″45, a seguire Panziera con 20″56, Pasquino 28″70, Zofkovà 28″71, Cocconcelli 28″72. Tutte davvero molto vicine.

Infine l’ultima eliminatoria per stamani i 200m SL donne. 1’56″9 e 1’58″3 i tempi limite rispettivamente per Olimpiadi e Europei. L’unica ad andare sotto i due minuti è la Divina Pellegrini con 1’5″38. Seguono Gailli con un ottimo 2’01″01, Quadarella 2’01″13, Vetrano 2’01″22 e Mascolo 2’01″51. Non vediamo l’ora delle finali. Ci vediamo qui alle 17:30.

negozio nuoto più conveniente

Risultati del 2 Aprile 2021 – le finali del pomeriggio

Le finali di oggi invece alterneranno una maschile e una femminile con: UOMINI 100 m Dorso, DONNE 100 m Rana, UOMINI 100 m Farfalla, DONNE 200 m Stile Libero, UOMINI 200 m Stile Libero, DONNE 100 m Farfalla, UOMINI 50 m Rana, DONNE 50 m Dorso.

Se tutto fila come nelle gare precedenti ci aspettiamo grandi cose. Barelli, presidente FIN, oggi presente alle gare dichiara ai microfoni RAI: “Le società hanno fatto nuotare i nostri atleti sopportando spese enormi. Mi auguro arrivino i sostegni immediatamente. La nostra attività sportiva, il nuoto, non è solo un attività per campioni, ma per TUTTI i cittadini italiani. Sono contento di vedere atleti cosi in forma, ma dispiaciuto per chi ha avuto il coronavirus e non ha potuto preparare bene le gare valide per la qualificazioni alle Olimpiadi.

Questa situazione ha costi organizzativi enormi. Andiamo avanti sperando che questo dramma termini perché non ce la si fa più dal punto di vista sociale. Noi dell’acqua soffriamo di più. Tenere aperti gli impianti è più oneroso che fare attività all’aperto. Contiueremo a combattere per far riconoscere a livello parlamentare sostegni adeguati. Difficile dialogare con la politica perché lo Stato fino a oggi è stato abituato a che lo sport fosse coperto principalmente dalle società e quindi senza spendere direttamente.

anca quindi un automatismo. Che però mette in pericolo l’attività motoria dei cittadini e non solo dei campioni. E tutti sanno come sia fondamentale l’attività fisica anche dal punto di vista sdei costi saniutari”.

Iniziamo con i 100 Dorso maschili

Passaggio molto lenti da parte di tutti. Prova lo sprint Sabbioni e vince in 53″91 che gli serve per budapest. Ma non per Tokyo. Secondo Restivo a 54″41 e terzo Ciccarese con 54″68 (Mora fuori dal podio con 54″76)-

Sabbioni: “Non è arrivato il tempo che cercavo. Non son contento.Non so cosa m’è mancato, forse leggerezza. Comunque qualificato per euripei avrò occassione là e ai sette colli. Lavorerò per i prosismi eventi”.

Passiamo ai 100 Rana.

Nelle eliminatorie si sono visti grandi tempi. Solo un posto rimasto per Tokyo. Pilato in testa. La Carraro cerca di mettersi sulla linea di Pilato. Arrivo a tre con Carraro che POLVERIZZA IL RECORD ITALIANO con 1’05″86. Prima italiana di sempre a scendere sotto il minuto e sei. Record Italiano polverizzato. Un tempo enorme. Seguita da Castiglioni e Pilato a pari merito con 1.06″00, comunque un tempo sotto il precedente record che era della Pilato.

Abbiamo 3 atlete nelle prime posizioni al mondo. Carraro: “È stata una giornata difficilissma. Ero molto tesa e mi giocavo un Olimpiade. L’idea di non andare là mi faceva stare male. Son veramente felice strano che non pianga 🙂 . Son davvero contenta e orgogliosa del lavoro che stiamo facendo. Son convinta che chi fa meglio nei mesi vuol dire che ha fatto meglio le cose”.

Farfalla, 100m Uomini

Podio per Codia, Burdisso e Rivolta, rispettivamente con 52″06, 52″14 e 52″20.

Codia: “L’unica consolazione è che ho vinto. Per il tempo… Il primo 50 secondo me bene; fino ai 75 ancora, poi ho cominciato a nuotar male, incartato. Qualche decimo in meno lo valevo. Tempo per Olimpiadi era fattibile ma difficile. Il titolo vale gli Europei e son contento, e poi vediamo. Non cerco giustificazioni ma stare fermo per virus a gennaio  e il rinvio di un anno per quanto mi rigurada non è stato facile”.

200 metri Stile Donne con Federica Pellegrini

Comincia la finale B. Si gareggia su 9 corsie. Le big Panziera, Pellegrini e Quadarella le vedremo in finale A. Con la finale B finiscono in testa Mizzau 2’01″75, Scarabelli a e . Qualche difficoltà sui cronometri e nella verifica dei tempi.

La cosa più importante per la Pellegrini sarà trovare il suo passo sui 200 metri. Il tempo che conta per un’atleta ai vertici mondiali fin dal 2004 è solo quello che farà alle Olimpiadi. Ma secondo qualcuno sui 200 Pellegrini non ha ancora trovato il passo gara. Non sembra contenta la Fede Nazionale di questo ritardo, immagino ancora meno contente saranno le altre atlete a essere bloccate un attimo prima della partenza. Speriamo riparino i crono al più presto (non è un bel segnale questa “mancanza” a una simile manifestazione).

Risolti i problemi crono finalmente si gareggia. Fede accelera immediatamente. Primi 50m a 26″81. Nei secondi 50m fa 1’26″37. Salito un po’ il parziale. Finisce a 1’56″69 abbondanemtene sotto il limite per Tokyo! Seconda Panziera a 1’59″52 e terza Pirozzi sopra i due minuti con 2’00″38.

Pellegrini commossa piange ai microfoni: “Scusate non sono stati mesi semplici. Non è stato facile e c’era tanto lavoro. C’era il dubbio con ieri per quel decimo. Il tempo è venuto oggi nella mia gara. Son contenta del tempo e di tutto. In linea con tutti i campionati degli anni scorsi, son molto contenta. 5 olimpiadi son tante. Mi fai ripiangere, vado via. Ciao 😅”.

Davvero emozionante e bello che una campionessa di questa esperienza ancora sia capace di emozionarsi così!

Anche nei 200 metri Stile uomini due finali

Finale A e B anche per i 200 uomini. Finale A con Frigo 1’48”.89, Dalla Costa 1’50″12 e Caserta 1’50″30. Finale B. Ballo 1’46″76, Di Cola 1’47″45 e Megli 1’47″45.

Ballo: “Arrivo da due anni e mezzo dove mi son trasferito a Caserta con un team incredibile che mi segue . È una gara che tutti aspettavamo da un anno. Ringrazio tutti. Sono felicissimo per aver fatto il tempo per gli Europei”.

È il turno delle donne nei 100 Farfalla

Di Liddo vola a Budapest ed è Campionessa Italiana con 57″85. Bianchi chiude a 58″37 e Tarzia in 58″85. Tutte le altre sono sopra i 59″.

Le parole della Di Liddo: “Tre decimi fanno sempre un po’ indispettire (quelli che le mancavano per fare il tempo per le Olimpiadi – ndr). Però dai, chi più chi meno stiamo avendo difficoltà un po’ tutti. Quindi sono contenta per il tempo. È quello che speravo uscisse; certo al tempo per l’Olimpiade ci tenevo di più. Ma spero arrivi in un’altra occassione. Devo dire la verità più che il virus in sé ho avuto problemi per la situazione strutture, In Puglia facciamo fatica a prescindere dal virus. Spero che pian piano vada migliorando la situazione perché al di la del nuoto serve a tutto lo sport”.

Vediamo cosa ci riserverà Martinenghi nei 50m rana maschili

Salta fuori un Martinenghi da 26″39. DI NUOVO RECORD ITALIANO. Incredibile, Martinenghi non si ferma più. Ecco cosa dice ai microfoni di Elisabetta Caporale: “Diciamo che non ci si abitua mai a questa cosa. È sempre difficile ma sono contento. Sto bene non posso negarlo queste sono le sensazioni che voglio. So cosa sto facendo sono molto concentrato quando nuoto e questo fa la differenza. Porto a casa una valigia ricca di soddisfazioni. Volevo venire qui e migliorarmi. Una gara che avevo preparato alungo. Da qui in poi posso lavorare ancora più serenamente del solito”. Secondo Pinzuti a 27″22 e terzo cerasuolo a 27″50.

Ultima gara per oggi con le finali dei 50 dorso donne

Silvia Scalia Campionessa d’Italia con 28″17. Seconda Cocconcelli a 28″26 e terza Panziera a 28″38.

Dice Scalia: “Sono contenta di aver reagito a uno stato di forma che palesemente non ho. Ho portato a casa la qualifica per gli Europei. Mi sto piano piano riprendendo dall’infortunio alla spalla. Diciamo che ho cominciato da gennaio. Sono in crescita e sono contenta di aver altre opportunità sui 100m. Gli Europei saranno un momento di verifica”.

Ci vediamo domani dalle 17:00 in poi per l’ultima giornata dei Campionati Assoluti Italiani di Nuoto.

Risultati del 3 Aprile 2021 – Mattino

Per i 50 Dorso uomini sono sette i nuotatori che si piazzano sotto i 26 secondi. Sabioni  a 25″21, Bonacchi in 25″34, Stefanì a 25″53. Seguono  Milli, Ciccarese, Busa, Brunella e Mora. Passando ai 50 m Farfalla stanno otto i 24 secondi solo in tre:  CECCON con 23″51. Segue CODIA a 23″62 e terzo TODESCO con 23″96 .

Nei 200 Misti i tempi di qualifica Olimpica, che varrà la finale del pomeriggio è 1’58” netto. Nessuno sotto i due minuti, vedremo in finale se ci sarà qualche “veloce” sorpresa. I più veloci sono Razzetti (2’02″04), Matteazzi (2’02″36) e Sorriso (2’02″56).

Ultima eliminatoria uomini da nei 1500m Stile Libero. Solo Sanzullo e Verani stanno sotto i 15’23” rispettivamente con 15’22″47 e 15’28″84. Detti Assente e Galossi NP.

Ed eccoci alle femminili.

Si inizia con le batterie dei 50m Rana. Non è una gara Olimpica ma chi si piazzerà sotto 30″09 avrà il tempo per gli Europei di Budapest. Sotto il tempo per Budapest stanno Arianna Castiglioni con 30″57, Martina carraro con 30″70. Miglior tempo per Benedetta Pilato, nettamente al comando per tutta la gara. Chiude a 29″62 a un centesimo dal Record Italiano che ancora le appartiene.

Nei 50m Farfalla ben 5 batterie. 26″20 il tempo limite per gli Europei. Silvia Di Pietro primatista assoluta della distanza fa 26″46 aggiudicandosi la quarta batteria con il miglior tempo. Unica a piazzarsi sotto i 27″ assieme a Di Liddo in 26″59 e Cocconcelli in 26″84. Spareggio tra Cenci e Tarsia per l’ultimo posto disponibile in finale. Verrà effettuato dopo la seconda serie dei 1500m SL. Claudia Tarsia in finale con 27″37 e Martina Cenci in riserva con 27″59 per 22 centesimi di secondo in più.

Eccoci ai 200 Misti. Ilaria Cusinato, primatista italiana assoluta, è nell’ultima batteria. Che però rimane sopra i 2’16” con 2’16″83. Sotto i due minuti e sedici secondi solo Sara Franceschi con 2’15″14 e Anna Pirovano con 2’15″70 .

Ultime eliminatorie della mattinata e di questi Campionati Assoluti Italiani di Nuoto 2021, i 1500m Stile Libero Donne. 16’05″00 e 16’15″00 sono i tempi per Olimpiadi ed Europei. Nessuno arriva sotto questi tempi ma sotto  i diciassette minuti rimangono Pozzobon con 16’43″41, Vetrano in 16’46″65, Sinisi in 16’50″36 e Ciccarella in 16’53″62 .

Risultati del 3 Aprile 2021 – le finali del pomeriggio

Ed eccoci all’ultimo pomeriggio di finali degli assoluti (infine ci saranno anche le premiazioni delle società). Partiamo con

Subito 1500 Stile Libero uomini.

Parte alle 17:34 la finale. Paltrinieri in corsia 4, reduce da un 800m che si è divorato. 29″5/29″6/29″4 per ogni vasca per Paltrinieri. Un passo che sembra quasi naturalissio e regolare.Dubbio per Acerenza che dai parziali sembra far fatica a stare sotto 30″ per vasca, mettendo a rischio il tempo anche per gli Europei.

Paltrinieri sembra irraggiungibile. Da solo al comando. Finisce con uno splendido 14’40″38. Una decina di secondi sotto il tempo Olimpico, anche se lui è già qualificato. 15’05″31 per De Tullio e 15’06″39 per Acerenza.

Super Greg Paltrinieri al microfono della Caporale: “Avevo fatto l’800 partendo arzillo e oggi volevo distibuire meglio la gara. Sono partito più piano ma giochi sempre sul limite. Ho fatto molta fatica. Pensavo di fare un po’ meno per la strategia diversa. È venuto 14.40 ma va bene. Sto provando varie cose in vista delle prossime gare.

La cosa più bella e più importante è stata essere qua a gareggiare. In allenamento dai il meglio ma trovarsi spalla a spalla con Mimmo e gli altri è diverso. Porto a casa qualcoa anche da questi 1500. Sono sicuro mi sia servito. Sono contento. La preparazione in altura è andata bene; non c’è nessun problema. Gira molto in testa la questione Olimpiadi.

Voglio approfittare della bella stagione per nuotare un po’ in mare. Agli Europei avrò da fare tutto, anche se il fondo viene prima della piscina. Agli Europei voglio fare sia mare che piscina. Con Ffabrizio ho ritrovato tanti stimoli e quindi mi piace. A propostito dell’emozione di Federica? Mi commuoverei anche io se mi qualificassi per la 5 Olimpiade. Ed è anche nobile voler conquistare sul campo il tempo. A occhio mi sembra che abbiamo la nazionale più forte di sempre. Abbiamo visto tempi incedibili in tutte le gare. Quando la nazionale è tutta forte incentiva anche te a fare meglio. È bello e divertente.”.

Seguono i 1500 Stile Libero donne.

Il ritmo si tiene a poco più di 1’3″. Caramignoli cede un po’ verso la fine. Forse ha forzato troppo nella prima parte.  Sono comunque Quadarella e Caramignoli che guidano la gara con distacco su tutte le altre. Nonostante entrambe  siano già qualificate, siamo abbondantemente sotto i tempi per l’Olimpiade. La gara finisce con Quadarella 15’57″03. Caramignoli segue a 15’59″13.

Quadarella: “Obiettivo minimo oggi, scendere sotto i sedici va bene. Campionato faticoso perché ieri fatto anche i 200. Pero’ ancora c’è da fare un po’ di lavoro. Ancora non ho fatto altura. Diciamo ho sentito un po’ di stanchezza alla fine. La cosa più importnate è fare tante gare. Step by step, spero di arrivare ancora più in forma agli Europei. Dopo ben 5 anni, pian piano si avvicina l’Olimpiade. A cui speravo di partecipare dal 2016. Ci penso abbastanza alle Olimpiadi perché voglio ritrovare del tutto la mia forma. Più di un anno che mi alleno col pensiero a questa Olimipiade”.

Caramignoli: “Molto soddisfatta della pretazione. L’obiettivo era nuotare sotto il tempo per fare vedere che non mi era stata regalata la convocazione. Ero delusa per gli 800: per 3 centesimi non avevo fatto il tempo. Ieri Fede piangeva per la sua quinta, io son felice che parteciperò a x anni alla mia prima Olimpiade”.

Finale dei 50 Dorso Uomini.

Con 25″30 si prende il titolo Mora. Poi Sabbioni con 25″34 e Stefanì con un centeimo si secondo in più finice a 25″35.

Mora: “Dispiace solo perché ieri il 100 non mi è entrato ma sono felice. È la prima volta che in un appuntamento importante riesco a portare a casa qualcosa. Spero mi serva come incoraggiam per budapest”.

Finale dei 50 Rana Donne.

Uno dei momenti più attesi. Pilato inizia la gara non reattivisima; ma poi riaggancia Carraro che era scappata e la sorpassa. Chiude a 29″91. Un sotto 30″ che conferma una nuotatrice di livello mondiale. Non è arrivato il record italiano. Una piccola controprestazione rispetto al mattino.

Forse non ha staccato bene, non aveva le gambe in linea con il corpo. Ha faticato a trovare il ritmo giusto. Non le è forse entrata la naturalezza. Gara bella perché era dietro, ha dovuto sorpassare e tenere il posto. Peccato per il record mancato. Seconda Carraro con 30″65 e Castiglioni con 30″77.

Pilato: “Mi aspettavo meglio vedendo stamattina. Io sono molto contenta di questo assoluto. Le gare, avendo il pass Olimpico da dicembre, non le ho preparate. Ma oggi mi aspettavo meglio. Per adesso programmi non so.  Mentalmente sono molto serena. Mi manca un po’ il gareggiare tanto. Sorpattuto in vasca lunga.”

Finale dei 50 Farfalla Maschile.

Primo posto per Codia con 23″47, secondo Ceccon con 23″53 e terzo Gargani con 23″64.

Codia: “Oggi bene. 23″47 è buono. Ho fatto un buon tempo. Buona partenza e sono arrivato giusto. Non ho preparato il 50 perché sto lavorando più sul 100. Perciò ero forse più tranquillo. Avevo meno tensioni addosso. Gli Europei sono tra sei settimane. Poi Sette Colli. Poi Olimpiadi. I tempi sono stretti, dovremmo decidere dove puntare ma le Olimpiadi restano il mio sogno”.

Finale dei 50 Farfalla Maschile.

Terzo posto per Elena Di Liddo in 26″62. Cocconcelli sconda in 26″59. Campionessa Italiana Silvia Di Pietro in 26″38. Per pochi centesimi la Di Pietro manca il tempo per gli Europei: MA avendo vinto gli Italiani, agli Europei va lo stesso.

Silvia: “Sono contenta giusto di aver vinto la gare perché sono (come si vede) fuori condizione. Ma non cercavo una condizione qui. Dopo il covid ho dovuto fare una scelta. Son tornata in acqua che ero uno straccio. Ci ho messo molto per riprendermi. Questo non poteva che essere un passaggio che finirà con Budapest. Spero quindi di allontanarmi da questo periodo così duro e di migliorare. Mi dispiace venire e non potermi giocare le carte anche con ragazze più giovani che emergono. Spero di riprendermi a puntino per Budapest”.

Penultima gara degli assoluti 2021: 200m misti uomini.

Razzetti da solo contro il cronometro. Si piazza primo con 1’57″13. RECORD ITALIANO POLVERIZZATO e tempo per l’Olimpiade. Razzetti nei migliori 10 tempi Europei di sempre – settimo di sempre dietro a Goddard che però lo fece con i costumoni in gomma. Complimenti per come ha saputo reagire alla squalifica di dicembre. Glessi secondo con 2’00″81 e bronzo per Pellizzari in 2’01″38.

Razzetti: “Sono felicissimo. Ho realizzato un sogno: andare alle Olimpiadi è qualcosa di pazzesco. Devo ancora un po’ realizzare il tempo che ho fatto. Agli Europei, tappa importante. Son sicuto che non avrò problemi e spero di fare il meglio possibile”.

Ultima gara di questi Campionati Italiani di nuoto 2021: 200m misti donne.

Sara Franceschi e Cusinato spalla a spalla. A seguire la Pirovano. Gara emozionante. Oro per Sara Franceschi 2’11″57. Campionessa Italiana. Argento per Cusinato con 2’11″75 e Bronzo per Pirovano a 2’13″79.

Franceschi: “Sono contenta perché ho migliorato il mio tempo anche se non c’è il tempo per le Olimpiadi si può dire che ho chiuso un campionato molto soddifatta”.

Buona pasqua a tutti! Ci rivediamo con la trascrizione degli Europei di Nuoto 2021 che si svolgeranno a Budapest. Ma continuate a seguire il nostro blog Nuotonline.it per notizie sul nuoto, suggerimenti di allenamento, esercizi e discussioni su teoria e pratica del nuoto, recensioni di prodotti per nuotatori e tanto altro.

elastico maniglie allenamento

Tempi Limite per Olimpiadi ed Europei

Ecco le tabelle dei tempi limite per qualificarsi agli Europei Di Budapest e  alle Olimpiadi di Tokyo 2021:

tabella-tempi-limite-nuoto-olimpiadi-mondiali-europei

4.2kviews

You may also like