“Pervertiti e Misogini”: Nuotatrice si Ritira dalle Qualificazioni alle Olimpiadi

Foto: Schumacher/USA Today

“Pervertiti e Misogini”: Nuotatrice si Ritira dalle Qualificazioni alle Olimpiadi

Maddie Groves, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio 2016 nei 200 Farfalla, si è ritirata dalle qualificaizoni della nazionale australiana di nuoto lanciando accuse sui suoi profili social contro i “pervertiti misogini nello sport e i loro leccapiedi“. Groves ha fatto il suo annuncio su Instagram, senza alcun riferimento a situazioni specifiche.

migliori palette nuoto swimmershop

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maddie Groves (@mad_groves)

Accuse anche su Twitter

Dopoiché il “carico da undici” anche su Twitter con un messaggio ai direttori sportivi, sempre senza fare nomi, che a suo dire non devono: “più sfruttare giovani donne e ragazze, manipolarle psicologicamente e criticarle fisicamente e poi aspettarsi che li rappresentino attraverso lo sport, così da poter guadagnare il loro bonus annuale. Adesso basta, tempo scaduto”.

La Groves, 26 anni, dichiara in un altro tweet che tutto ha avuto origine da un commento, diretto proprio a lei, da parte di un allenatore. La Federazione Australiana Nuoto ha subito risposto con una dichiarazione.

braccialetti in corsie riciclate

La dichiarazione della Federazione Nuoto Australia

“Swimming Australia aveva già contattato Maddie Groves nel Dicembre 2020 per avere delucidazioni a proposito di un tweet da lei pubblicato. Il tweet faceva riferimento a potenziali abusi da parte di qualcuno legato al nuoto. Maddie avrebbe rifiutato di fornire ulteriori informazioni. Non abbiamo precedenti reclami segnalati da Maddie.

Tutte le accuse riguardanti abusi sui minori o comportamenti non ammessi a sfondo sessuale sono prese molto sul serio da Swimming Australia. Consideriamo di primaria importanza il benessere e la sicurezza dei bambini e dei giovani e abbiamo il dovere di svolgere indagini per mantenere gli standard del nostro sport”. Il presidente di Swimming Australia, Kieren Perkins, ha affermato più volte di non aver ricevuto alcuna lamentela da parte di Groves.

Maddie Groves

Groves oltre all’argento di Rio nei 200 Farfalla e nella staffetta era 17esima nella classifica dei 100 Farfalla. Nata a Brisbane, nel suo curriculum anche due ori nei Giochi del Commonwealth e un bronzo nella staffetta nei campionati del  mondo 2015. È stato Mitch Larkin, un suo collega nuotatore ad annunciare l’assenza di Groves alle qualificazioni Olimpiche in una conferenza stampa.

“Siamo molto vicini io e Maddie, il suo benessere e quello degli altri è importante per noi”, ha detto Larkin. “Come capitano della squadra (Team Dolphins, ndr), devo ovviamente concentrarmi sul lavoro da fare, ma, allo stesso tempo, il suo benessere psicofisico è essenziale e potrei inviarle un messaggio per approfondire la cosa e sapere come si sente”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maddie Groves (@mad_groves)

Aggiunge Larkin: “So che la federazione australiana finora ha lavorato bene anche a livello strutturale. Ci sono molte persone nella squadra dei Dolphins pronte a supportare Maddie. Abbiamo anche un addetto all’integrità e uno al benessere. Saranno sicuramente disponbili se Maddie volesse portarli a conoscenza dei suoi dubbi e preoccupazioni”.

Dalle ultime Olimpiadi, Groves ha subito un test antidoping inizialmente andato storto, dal quale però era stata successivamente assolta. Aveva anche avuto qualche problema di salute. Durante la crisi pandemica Maddie non ha potuto allenarsi tanto quanto avrebbe voluto.

Groves è molto decisa e dice cose importanti

Groves aggiunge considerazioni importanti alle sue dichiarazioni social. In un post di venerdì scorso, con il pretesto di ringraziare tutte le persone che le hanno dato sostegno, Maddie ha detto che stava cercando di iniziare un dibattito su questi problemi così che non vengano più passati sotto silenzio.

Dice Groves: “Sarebbe un errore per chiunque ridurre il motivo della mia decisione a un singolo incidente. Parte del motivo per cui non partecipo può essere attribuito alla pandemia, ma PRINCIPALMENTE è il punto di arrivo di anni di vicende a cui ho assistito con i miei occhi. Di una cultura diffusa e di persone persone che ignorano volutamente i comportamenti scorretti e ne traggono ingiusto vantaggio. Ho bisogno di una pausa”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maddie Groves (@mad_groves)

493views

Articoli Simili:

Nuovo Documentario su Phelps il 14 Aprile: Medals, Memories & More
Nuovo Documentario su Phelps il 14 Aprile: Medals, Memories & More La NBC manderà in onda un nuovo documentario su Michael Phelps, “Michael Phelps: Medal...
Nuoto: 56 anni fa, la tragedia di Brema. Una sventura tremenda.
Nuoto: 56 anni fa, la tragedia di Brema. Una sventura tremenda. Oggi è l'anniversario di una tragedia. Una tragedia che coinvolge nello specifico anche il mo...
I muscoli che usi nel nuoto, per ogni Stile
I muscoli che usi nel nuoto, per ogni Stile Non è una novità che nuotatori e nuotatrici mantengano i loro fisici al massimo della forma con allenamenti in pa...
Riapertura a Giugno delle Piscine Coperte, una cosa insensata?
Riapertura a Giugno delle Piscine Coperte, una cosa insensata? E quindi sembra proprio che si sia decisa la riapertura delle pisicne coperte per il primo giu...
Pubblicate le Entry List del Nuoto per le Olimpiadi
Pubblicate le Entry List del Nuoto per le Olimpiadi Con le olimpiadi a soli 10 giorni di distanza la FINA ha pubblicato le entry list ufficiali per gli otto ...
Bocciata la riapertura delle piscine anche se in zona gialla o bianca
Bocciata la riapertura delle piscine Ancora brutte notizie per chi come noi ama il mondo del nuoto. Non è prevista alcuna riapertura per le piscine (stesso d...
L'infortunata Sarah Sjostrom rientra in gara a Mare Nostrum
L'infortunata Sarah Sjostrom rientra in gara a Mare Nostrum La campionessa svedese Sarah Sjostrom sta guardando con ansia all'arrivo delle prossime Olimpiadi...
L'acqua della piscina renderebbe inattivo il COVID in 30 secondi
L'acqua della piscina renderebbe inattivo il COVID in 30 secondi Lo dice uno studio inglese, l'acqua della piscina renderebbe inattivo il COVID in 30 secondi...

You may also like