L’essenza del nuoto è di migliorare la salute mentale, non di comprometterla

nuoto-stress-agonismo-olimpiadi

Foto: everypixel

L’essenza del nuoto (dello sport) è di migliorare la salute mentale, non di comprometterla

In questi giorni ne abbiamo sentite di tutti i colori in merito alla fragilità di alcuni atleti in determinati momenti della loro carriera e allo stress a cui sono sottoposti. Il caso più eclatante è stato quello delle critiche insensate alla ginnasta Simone Biles. Quello che ci si chiede è: lo sport a livello Olimpico ha perso il suo vero essere e si è trasformato in qualcosa che si allontana dalla ricerca di perfezione del gesto atletico per diventare un meccanismo senz’anima? Una semplice ossessione nazionalista della quantità di medaglie d’oro che si portano a casa? Lo sport è solo questo? Cosa e in che misura un atleta rappresenta altro oltre sé stesso?

migliori elastici nuoto potenziamento bracciata

Come il singolo atleta interpreta il proprio lavoro

Ho sempre pensato che l’essenza dello sport fosse migliorare sé stessi. Imparare a perfezionare un gesto atletico (che sia una nuotata o una corsa o che altro) fino a diventare quello stesso gesto. Fino a diventare Nuoto, fino a diventare Pugno, fino a diventare Corsa, fino a a diventare Freccia, e via dicendo. Per fare questo, ogni atleta sa che dovrà imparare a controllare la sua mente così come il suo corpo. Accettare gli alti e bassi che poi si troverà davanti anche nella vita, vincere con umiltà.

L’essenza dello sport non è forse porsi un obiettivo e imparare come conseguirlo, indipendentemente da quanto in alto esso si trovi? Indipendentemente da quanto impervia o lunga  sia la strada per arrivare. Se giochi sai che potresti dover accettare una sconfitta, e questo non può tradursi nell’annichilimento dello sconfitto e della demonizzaizone della debolezza.

Una delle grandi lezioni dello sport, chiunque nuota lo sa, è di imparare a controllare la propria mente nei momenti di maggiore pressione e imparare che per quanto tu possa fare il risultato potrebbe anche essere una sconfitta. Questo non fa di te un perdente se hai comunque dato il meglio, fatto tutto ciò che potevi. Questa lezione poi potrai portarla nella vita e potrà aiutarti ad affrontare eventi problematici che possono accadere come ad esempio divorzi, lutti, malattie o disastri finanziari.

elastico-gambe-rana-nuoto

I princìpi decoubertiniani

Pierre de Coubertin era un dirigente sportivo e pedagogista francese vissuto nella seconda metà dell’ottocento. È conosciuto per essere stato il fondatore dei moderni Giochi Olimpici. Credeva che l’essenza dello sport fosse riassumibile in una citazione di un vescovo Ethelbert Talbot: “L’importante nella vita non è vincere, ma aver dato il massimo”.

De Coubertin è convinto che lo sport possa produrre effetti benefici non solo sulla salute (fisica e mentale) ma anche dal profilo della vita sociale. Per fare questo, però, l’Olimpismo deve coltivare diversi valori fondamentali:

  • L’eccellenza:
    gli sportivi devono sempre impegnarsi a fondo e dare il massimo. Non si tratta solo di vincere, ma anche e soprattutto di progredire.
  • Il rispetto dell’avversario
    Visto e considerato che siamo tutti uguali, ogni individuo deve godere del rispetto degli altri.
  • L’amicizia:
    un elemento essenziale per promuovere l’armonia e la comprensione reciproca fra gli uomini.

Ci vorrebbe un dibattito serio: come vogliamo che sia lo sport?

Ma quando il palcoscenico Olimpico si allontana dallo sport per diventare un lavoro forse perde un po’ della sua essenza e diventa qualcos’altro. È una china pericolosa che può diventare un precipizio. Se lo sport diventa altro e si trova a dominare sui corpi allora allenatori e atleti dovrebbero porre in atto delle contromisure che mettano l’attenzione sulla prestazione e non solamente sul risultato.

Non dovrebbe mai essere posto un inutile ed eccessivo fardello sulla schiena di un atleta, sopratutto se non ha a che fare con la vera essenza dello sport. Forse proprio in questo momento storico c’è davvero tanto di cui parlare in merito a questa questione.

418views

Articoli Simili:

Da mercoledì si gioca la Coppa Italia Pallanuoto femminile 2021 a Ostia
Da mercoledì si gioca la Coppa Italia Pallanuoto femminile 2021 a Ostia Dal 7 al 9 aprile vedremo affrontarsi, in tantissime avvincenti partite, le squadre d...
La Rana di Shymanovich è legale?
La Rana di Shymanovich è legale? Il miglior ranista della Lega  Nuoto è sicuramente Ilya Shymanovich, ventisette anni, bielorusso (in squadra con Energy Stan...
L'Europa Femminile a Tokyo: Storie di Nuotatrici
L'Europa Femminile a Tokyo: Storie di Nuotatrici Ecco qualche riflettore puntato sulle migliori nuotatrici europee che vedremo in gara alle Olimpiadi di Toky...
Gare Pallanuoto A1 Femminile 20 Febbraio 2021
Gare Pallanuoto A1 Femminile 20 Febbraio 2021 - il programma Questo Sabato, 20 febbraio 2021, sono in programma un po' di gare di pallanuoto. È il sito delle...
Nuoto, il riassunto del Lunedì - 22 marzo 2021
Nuoto, il riassunto del Lunedì - 15 marzo 2021 Dal risultato di Paltrinieri a Doha alla conferma dei calendari gare, ecco cos'è successo questo fine settiman...
Nuoto alle Olimpiadi: chi va a Tokyo per Brasile e Inghilterra
Nuoto alle Olimpiadi: chi va a Tokyo per Brasile e Inghilterra La nazionale inglese ha annunciato la squadra di 28 nuotatori che cercheranno, a Tokyo, di emu...
ISL Italia: Finalmente Sappiamo chi Sarà negli Aqua Centurions
ISL Italia: Finalmente Sappiamo chi Sarà negli Aqua Centurions E anche oggi un nuovo parterre di nuotatori per due squadre della Lega Internazionale Nuoto. D...
Campionati Nazionali di Nuoto Irlandesi, come vanno?
Campionati Nazionali di Nuoto Irlandesi, come vanno? Per chi non lo sapesse sono in corso i Campionati di Nuoto irlandesi, in cui gli atleti potranno fare i ...

You may also like