Confronto dettagliato tra le pinne corte Zoomer Gold e le Z2

La pinna a pala corta conosciuta come “Zoomer” è ormai in giro da parecchio tempo. Non c’è un sostituto efficace per l’intensità di lavoro che queste pinnette portano in ogni allenamento. La pressione aggiuntiva sull’acqua che le Zoomer riescono a esercitare costringono l’utilizzatore a usare i muscoli del basso addome… Continua a leggere

Confronto nel dettaglio: pinne corte Zoomer Gold o Zeta 2?

Le pinne a pala corta conosciute come “Zoomer” sono in circolazione da un po’ di tempo ormai. Non c’è ancora un efficace sostituto per l’intensità che queste pinne riescono a portare in allenamento. La pressione dell’acqua in più che queste pinne riescono ad “acchiappare” forza l’utilizzatore ad attivare il basso… Continua a leggere

Allenare la resistenza per i Misti usando le pinne

Ecco un allenamento con le pinne per aumentare la resistenza, specifico per i Misti 1 x 200 Riscaldamento 8 x 50 Stile Libero 8 x 50 Gambe (a piacere) 2 Ripetizioni (la prima indossando le pinne PDF Finis e la seconda senza) 4 x 75 Gambe (nell’ordine dei Misti) 4 x 75 suddivisi in: 50… Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – Cerca la distanza con la fase subacquea a Dorso

Nel nuoto è avvenuto un cambiamento nell’ultima decade, una cosa mai vista prima. Il “Quinto Stile”, quello della battuta di gambe in immersione è diventata una delle parti più critiche della gara, innanzitutto durante le gare in vasca corta. Nessuno stile ha risentito questo cambiamento quanto il Dorso da quando… Continua a leggere

Consigli FINIS ai nuotatori – Pinne corte Zoomers Z2

Una pinna lunga puo’, in alcuni casi, ridurre il massimo potenziale di un allenamento. La superficie troppo ampia della pala fornisce un eccessiva propulsione in avanti permettendo al nuotatore di muoversi con un piccolo sforzo. Le pinne lunghe sono utili in molti modi durante l’allenamento ma in termini di apporto… Continua a leggere

Demistifichiamo i falsi miti sul nuoto – parte 6 – Quando si tratta di nuotare veloce la battuta di gambe è sopravalutata

La battuta di gambe è tutto fuorché sopravvalutata. Come alcuni di voi avranno ormai capito, io credo fermamente che, più di qualunque altra cosa, sia la potenza della battuta di gambe che fa la differenza tra grandi nuotatori e buoni nuotatori. Ma c’è un problema a proposito di questo modo… Continua a leggere

Allenamento – Tutto pinne per salvare le spalle!!

Il prossimo martedì diamo un pò di riposo alle spalle, quindi facciamo questa TUTTA serie  indossando le pinne (tranne alla fine) e quasi tutta sulla battuta di gambe. Serie Principale:  2000m Ripeti tre volte questo 250m stile/gambe: 5 X 50 battuta di gambe con la ripartenza più veloce che puoi,… Continua a leggere

Allenamento del venerdì – piramide per Master USA

Ecco una serie di allenamento che l’allenatrice Barbara Hummel ha propinato ai suoi atleti Master su due giorni consecutivi di allenamento. Il secondo giorno erano presenti alcuni nuotatori che non c’erano il giorno precedente. Per evitare di fare l’allenamento nello stesso identico modo il secondo giorno i più veloci (lane… Continua a leggere

Allenamento con attrezzi FINIS n.1 – Terzo giorno

Ecco quello di cui avrai bisogno per questo allenamento Attrezzi necessari Fulcrum PAD (opzionale) Freestyler Fulcrum pinne Z2 (opzionale) kickboard (opzionale) Tempo Trainer Pro Difficoltà:media Frequenza: da 3 a 6 allenamenti a settimana   PRIMO GIORNO 600 m riscaldamento (200m per ogni stile escluso delfino) 4×100 Crawl con Fulcrum 8×50 Dorso,… Continua a leggere

Allenamento con attrezzi FINIS n.1 – Secondo giorno

Ecco quello di cui avrai bisogno per questo allenamento Attrezzi necessari Fulcrum PAD (opzionale) Freestyler Fulcrum pinne Z2 (opzionale) kickboard (opzionale) Tempo Trainer Pro Difficoltà:media Frequenza: da 3 a 6 allenamenti a settimana   SECONDO GIORNO 500 m riscaldamento a piacere 8×50 tecnica a Crawl e a dorso. Recupero tra le serie:… Continua a leggere

Un allenamento semplice – Sistema energetico di capacità aerobica

Un allenamento semplice ma interessante trovato nei meandri della rete, da un allenatore che si chiama Clive Rushton. Questo allenamento si concentra sul nuotare senza tirare troppo, intorno al 65% – 70% dello sforzo; l’allenatore Rushton chiama questa zona “Aerobic Capacity energy system” (che potremmo tradurre come Sistema Energetico di… Continua a leggere

Sensibilità del colpo di gambe e potenziamento – La doppia palla medica

Mettiamo che tu voglia ritrovarti, velocemente, con delle gambe “ben preparate”. Ecco un esercizio che non solo è divertente ma anche un pò difficile! Ed è un ottimo modo di far lavorare le gambe senza pericolo di danneggiare l’articolazione del ginocchio. Perché farlo: Imparare a sostenere peso aggiuntivo in acqua… Continua a leggere