Nuoto, Europei 2021: Risultati in Tempo Reale e dove vedere la diretta

diretta-europei-nuoto-2020

Foto: LEN

Nuoto, Europei 2021: Risultati in Tempo Reale e dove vedere la diretta Streaming

Innanzitutto ecco dove puoi vedere la diretta streaming : puoi sintonizzarti su raisport. E dove trovare tutti i risultati e i tempi. In questa pagina seguiremo da vicino tutti gli highlights e i risultati che si andranno dipanando durante questi entusiasmani Campionati Europei di Nuoto 2021. Potrai ricaricarla per aggiornarla i n tempo reale e verificare nuovi risultati delle gare. Per vedere il calendario in programma puoi visitare la pagina: Europei Nuoto 2021, tutto il programma in calendario.

palette senza elastico tecnica e potenziamento

Indice delle giornate:

Risultati del 17 Maggio 2021 – il primo giorno degli Europei di Nuoto, la mattina

Ed eccoci al primo giorno di gare. Emozionatissimi nell’attesa di vedere cosa succederà. E come, quello che succederà, potrebbe cambiare equilibri e previsioni per le prossime Olimpiadi 2021. Via che si va con le batterie.

cuffie nuoto anche personalizzate

Si parte con 400 Misti Donne.

Ilaria Cusinato l’italiana in gara e che cerca la qualifica Olimpica. In testa Cusinato ancora a metà gara. Perde terreno nella frazione di Rana e si piazza quarta. Vediamo con l’ultima frazione a Stile cosa succederà. Terza posizione che le permette di andare avanti con 4’40″82. Prima Kapas in 4:40.03 e seconda Willmott in 4:40.19 .

Nella seconda batteria dei 400 misti donne c’è Sara Franceschi. Rimane sesta fino alla terza frazione. Molto forti le ungheresi. Taglia il traguardo Katinka Hosszu chedomina la gara con 4’37″42. Seconda ungherese Mihalyvari in 4’38″07. Terza sempre un ungherese, Jakabos, in 4’40″50. Sara Franceschi sesta in 4’44″65, non è fuori.

Batterie 400 stile libero uomini

Nelle Batterie dei 400 Stile uomini vedremo Marco De Tullio e Gabriele Detti nella quarta e quinta batteria. Ed è in queste ultime due batterie che abbiamo tutti tempi sotto i 3’50”. Terzo posto per De Tullio in 3’47″81. Primo lo svizzero Djakovic in 3’47″23 e secondo lo svedese Christiansen in 3’47″51. Tullio dice a Elisabetta Caporale:”Non ho grestito la gara benissimo. Ho pagato un po’ la stanchezza. È mattino, spero di riuscire a entrare in finale farò meglio nella prossima. [Anche alle Olimpiadi] sarà davvero dura andare veloce la mattina”.

Ed è primo Gabriele Detti in 3’47″56!! Dietro di lui l’austriaco Auboeck in 3’47″61 e terzo Matteo Ciampi in 3’48″57. Dice ai mcrofoni rai: “È un piacere iniziare così con una finale centrata. Sono state due serie relativamente non veloci, però va bene così. Non ho fatto fatica. Bene. […]Riapriamo le piscine“. Ciampi: “Fino all’altro giorno le sensazioni non erano granché. Stamattina mi sentivo bene. Una gara molto competitiva. Per il momento sono contento”.

50 stile libero donne

Nei 50 Stile vedremo Cocconcelli e Di Pietro nella quinta batteria, Tarantino nella sesta. Quinto e sesto tempo per Di Pietro 25″22 e Cocconcelli 25″30 (non benissimo). Chiara Tarantino ottava con 25″53. I tmepi più bassi per l’olandese Kromowidjojo in 24″24, e la russa Kamaneva 24″47. La Danese Blume in 24″42.

50 dorso uomini

Sabbioni, Mora e Ceccon in gara in queste batterie. La classifica finale delle batterie vede tra i primi tempi il russo Kolesnikov con 24″23, il rumeno Glinta in 24″51 e lo spagnolo Gonzales in 24″62. Sabbioni in 25″11 e Ceccon in 25.14. Mora fuori dalla semifinale.

Sabbioni: “Son contento. Mattino, 25″11 si avvicina al mio personale di un decimo. Cerchiamo di centrare questa finale”. Mora: “Non so se fanno più schifo i miei capelli o il 50 che ho appena fatto. In acqua non mi muovevo. Non implica nulla per le gare che verranno, questa non era la mia gara ed è stato un buon approccio”. Ceccon:”Va bene, partenza un po’ lenta e storta. Ho fatto ilmio migliore quindi io per stamattina son contento così”.

100 farfalla donne

Abbiamo la diciottenne Antonella Crispino, Ilaria Bianchi e Elena Di Liddo. 59″79, settimo posto per Crispino. Ilaria Bianchi a 58″40 è quarta nella sua batteria. 58″29, è secondo tempo di batteria per Di Liddo. Bianchi e Di Liddo in semifinale.

Crispino: “iniziato abbastanza bene. Il 100 non l’ho preparato come il 200. Molto soddisfatta della convocazione”. Bianchi: “più o meno il tempo degli assoluti. Pomeriggio possiamo fare meglio. Questa piscina è bellissima”. Di Liddo: “Sono caduta da un marciapiede (infortunio alla caviglia). Sono riusciti a farmi andare in ospedale e per fortuna non era una  frattura. Mi ha preso lo sconforto ma non era nulla di rotto e il fisio ha fatto il miracolo. Ci tenevo a gareggiare, vediamo se va migliorando”.

Rana 100 uomini

Pinzuti, Castello, Poggio e Martinenghi. Quest’ultimo a fianco di Adam Peaty. Nono posto in batteria per Castello con 1’00″85. Federico Poggio invece, 23enne, 59″67, un ottimo terzo posto. Martinenghi 58″88, secondo dopo Peaty che chiude con 58″26. Pinzuti 59″45.

Castello: “Debutto molto emozionante per me. La mia gara principale sono i 200 ci voleva rompere il ghiaccio con i 100. Sono molto soddisfatto”. Poggio: “Io son contento, un decimo dal mio migliore. Dispiace per non essere entrato”. Pinzuti: “Sono contento perché ho migliorato subito, vediamo stasera di dare qualcosa in più. Sono molto gasato sono siocuro andrà bene”. Martinenghi: “Al di là della prestazione son molto contento. Un  errore grosso in partenza ma un ottimo tempo. Nessuno si è risparmiato, la finale era già nelle batterie. È venuta una buona gara. Con Peaty è uno stimolo gareggiare. emozionante gareggiare con lui”.

staffetta 4×100 stile libero donne

Gara importante perché manca ancora la qualifica per Tokyo. È importante ottenere punti e ci sarà Federica Pellegrini in vasca. Scendono in seconda batteria Tarantino, Di Pietro, Cocconcelli e Pellegrini. 3’39″91 chiude Pellegrini portando la staffetta da quarta in batteria a terza. Seste nella classifica delle finali.

Pellegrini: “Penso che tutte abbiamo dato quel che serviva per passare. Di sicuro oggi daremo ancora più di stamani speriamo di qualificarci per i giochi. Questo Europeo per noi è di passaggio, non abbiamo scaricato, abbiamo perso tanto lavoro e non potevamo scaricare per un altro mezzo ciclo di lavoro. Sarà quindi impegnativo e un buonissimo allenamento”.

Staffetta 4×100 stile libero uomini

Miressi, Frigo, Deplano e Zazzeri in gara. L’Italia guida la gara con grandi crono in ogni frazione. Zazzeri nell’ultima frazione chiude la gara in testa con 3’12″85. A seguire Serbia e Gran bretagna.

Miressi: “Non mi aspettavo questo tempo. Nuotato sempre lungo ma sono contento per questo tempo di mattina che mi fa ben sperare”. Zazzeri: “Ho nuotato bello disteso anche il ritorno è venuto bene segno di una buona condizione. Penso di avere ancora margine per stasera, non vedo l’ora di gareggiare”.

800 stile libero donne

Quadarella e Caramignoli, nella stessa batteria. Quadarella dètta il ritmo e rimane in testa sempre, segue Caramignoli a ruota. Ingresso in finale senza alcun problema. Bellissima consistenza di entrambe le atlete. Dopo i 600 m le avversarie cominciano a cedere. Per l’ultima vasca Caramignoli cede un poco, 4 secondi di distanza da Quadarella. E si finisce con Quadarella in testa a 8’26″73. Segue Caramignoli con 8’31″83. Terza la spagnola Perez con 8’33″34.

Caramignoli: “Ho fatto quello che mi aveva richiesto l’allenatore. Contenta di essere in una finale europea dopo sette lunghissimi anni. Domani me la gioco all’ultima bracciata”. Quadarella: “Non è un europeo preparato al massimo perché pensiamo più all’Olimpiade ma voglio comunque far bene. Sono contenta perché volevo entrare tra le prime. Vediamo oggi, sarà un campionato lungo. In acqua ho finalmente ritrovato quella sensazione che non sentivo da tempo.Voglio testarmi bene prima dell’Olimpiade”.

Risultati del 17 Maggio 2021 – pomeriggio, dalle 18:00 semifinali e finali

Oggi pomeriggio i risultati non verranno aggiornati (o verranno aggiornati più lentamente) per problemi tecnici. Domani mattina riprenderà la cronaca, ci scusiamo per il disagio.

elastici pull buoy caviglie nuoto

Finale 400 misti donne

Ilaria Cusinato e Sara Franceschi al quarto e quinto posto, purtroppo nioente podio nei 400 misti. Cusinato, 21enne  arriva quarta in 4’38”08. Dopo di lei la ventunenne di Livorno Franceschi, quinta in 4’40”74. Il primo posto e una bell amedaglia d’oro per l’ungherese Katinka Hosszu (campionessa del mondo ed Olimpica in carica) con 4’34”76. Argento pari merito a Viktoria Mihalyvari (anchelei ungherese) e all’inglese Aimee Willmott con 4’36”81.

Cusinato: “Per me si tratta di un passo importante in avanti. È stata una gara molto bella e tirata. Ho dato il massimo e di più non e avevo”. Franceschi: “Sensazioni completamente diverse rispetto alla mattinata. Mi mancavano queste emozioni”.

Finale 400 stile libero uomini

Ancora un quarto e quinto posto per gli atleti italiani. Sfioriamo il podio di nuovo. Gabriele Detti e Marco De Tullio chiudono al quarto e quinto posto con 3’46″07 e 3’46″36. Oro per il russo Martin Malyutin in 3’44”18. A seguire l’austriaco Felix Auboeck in 3’44”63 e il lituano Danas Rapsys in 3’45”39. Detti: “Mi aspettavo qualcosa di più, onestamente, malgrado il percorso di allenamento che ha le Olimpiadi come obiettivo. Analizzerò bene cosa è successo, per ripartire in vista delle Olimpiadi”. Più soddisfatto De Tullio: “Ho dato tutto quello che avevo e non ho rimpianti. I risultati del lavoro che stiamo svolgendo, si vedranno più avanti”.

Semifinali 50 stile libero donne

L’assenza di Sarah Sjostrom infortunata al gomito significa che ci sarà una nuova campionessa. Ranomi Kromowidjojo per adesso è in testa nelle batterie con 24″24. Ma Pernille Blume con 24″06 si prenota la corsia 4 per la finale. Katarzyna Wasick con un record polacco di 24″34 va in terza. Nessuna italiana qualificata per le finali.

Semifinali 50 dorso uomini

Kolesnikov comanda la gara. Sabbioni è qualificato per le finali. Vediamo cosa succederà!

Semifinali 100 farfalla donne

Louise Hansson ha dominato le batterie in 57″06 e le semifinali in 56″73. L’unica a restare sotto i 57″ (con parziali 26″54/30″19). Ma siamo contenti perché vedremo in finale Di Liddo e Bianchi.

Semifinali 100 rana uomini

Peaty guida le batterie in 58″26 ma in finale arriva con 57″67. Nelle semifinali è l’unico a rimanere sotto i 58 secondi. Martinenghi si piazza secondo nelle finali con 58″45. Martinenghi e Pizzuti in finale, daje ragazzi c’è da battere Peaty.

Finale 4×100 stile libero donne

È sesta la 4×100 stile libero femminile. Silvia Di Pietro (55”11), Margherita Panziera (54”88), Federica Pellegrini (53”94) e Costanza Cocconcelli (55”15) chiudono in 3’39”08. Oro per la Gran Bretagna in 3’34”17, argento all’Olanda in 3’34”29 e completa il podio la Francia in 3’35”92.

Fede Nazionale: “Cercavamo un miglioramento netto rispetto a questa mattina e purtroppo non è arrivato il tempo. Speriamo comunque di poterci qualificare per le olimpiadi”. Di Pietro: “Per me non è stata una bella giornata, non capisco cosa non sia andato”. Mentre Panziera dice: “Ho dato tutto. Non mi aspettavo di entrare in acqua oggi”. Cocconcelli: “Speravo di nuotare un tempo più basso, rispetto alle batterie”.

Finale 4×100 stile libero uomini

Un podio che ci piace! È Miressi che spinge Lorenzo Zazzeri (48”30), Thomas Ceccon (47”98) e Manuel Frigo (47”85) al terzo posto con un tempo di 3’11”87. Oro per la Russia in 3’10”41. L’Inghilterra è argento in 3’11”56.

Gasati e fieri i quattro azzurrri. Miressi: “Sono contento del record italiano. Stamattina mi sentivo di avere ancora qualcosa da dare. Questo è un punto di importante di partenza in vista delle Olimpiadi”. Zazzart: “Nel complesso è una bella medaglia. Pensavo di poter andare anche più forte. Ci tengo a dedicare questo bronzo ai bambini e ai ragazzi che ci stanno guardando e che non possono ancora tornare in piscina“.

Risultati del 18 Maggio 2021 – mattina, le batterie eliminatorie

Si comincia anche oggi in perfetto orario alla Duna Arena di Budapest. Vediamo cosa accadrà stamani tra Frigo, Deplano, Miressi, Zazzeri, Pilato, Angiolini, Carraro, Castiglioni e tanti altri. Gara dopo gara, con le impresisoni a caldo dei nuotatori grazie alle interviste di Elisabetta Caporale.

migliori integratori nuoto

100 stile libero uomini

Per questa specialità ben 10 batterie eliminatorie. Vedremo Manuel Frigo nell’ottava, Leonardo Deplano nella nona. Nella decima Miressi e Zazzeri. Frigo porta a casa un 48″90. Deplano fa un 49″77. Kolesnikov più veloce di tutti in 47″53. Miressi e Zazzeri si qualificano con 47″81 e 48″80.

Frigo: “Non ho passato una bellissima notte ma son contento a metà, speravo qualcosina di meno.  Vediamo cosa fanno gli altri due e se riesco a entrare in semi”. Deplano: “Oggi non è andata bene. Una volta fatta la virata non sono riuscito ad allungare a distendermi. Non ho fatto un bel ritorno, non è stata per niente una bella gara”.

Miressi: “Dai, va bene. Speravo di risparmiare un po’ le forze ma sono andati tutti forte e ho dovuto tirare”. Zazzeri: “L’obiettivo di stamani era entrare nella finale. È uscito un discreto ritorno. Stasera dovrò spingere di più”.

100 rana donne

Eliminatorie per Pilato, Carraro, Angiolini e Castiglioni. Quest’anno la Rana è da record ovunque, una gara da osservare con attenzione. Prima batteria per Pilato che sembra faticare ma tocca a pari merito con Hansonn. Tutt’e due prime. Per lei (e per Hansonn) 1’06″34 miglior crono di queste batterie. Carraro e Angiolini dovranno tirare. Carraro 1’06″26, otto centesimi meno della Pilato. Angiolini 1’07″04. L’ultima del quartetto, la fantastica Arianna Castiglioni chiude in 1’05″98. La più veloce! Efimova va a toccare in 1’06″97. Eliminata Pilato.

Pilato: “Avevo un po’ di ansia ma fa niente. Eravamo in 4 ed era difficile. Ci sarà tempo per dimostrare che quel posto a Tokyo me lo merito”. Angelini: “Un po’ inaspettato ma contentissima. Ho tante gare. Son venuta senza un obiettivo preciso. È il mio primo campionato e son contenta anche solo di esser qua”. Carraro: “Buongiorno!! Primo step andato son contenta, la nostra finale era stamattina. In previsione di Tokyo sono contenta. Perché saranno la mattina e bisogna darsi una sveglia alla mattina”.

Castiglioni: “sono contenta . Ho fatto il mio migliore. La gara era stamattina. Ce la giocavamo e sapevamo che era dura. Ora pensiamo al pomeriggio”.

200 farfalla uomini

Burdisso e Carini in gara per i 200 Farfalla. Ed è Burdisso che spinge forse un po’ troppo nelle prime due vasche e viene sorpassato da polacco Chmielewski, chiudendo in 1’55″73. Carini si piazza terzo nella suia batteria con 1’56″69. Entrambi in finale!

Burdisso: “Avevamo deciso di fare ua gara un po’ più equilibrata rispetto al mio solito”. Carini: “Sensazioni molto positve stamattina, vediamo oggi cosa salta fuori. Ho lavorato duro, son convinto, anche se i tempi per qualche anno non sono arrivati, se lavori duro qualcosa salta fuori”.

50 dorso donne

Quarta batteria, la prima delle azzurre è Cocconcelli, diciannovenne bolognese. Sesta con 28″60. Zofkova e Scalia adesso. Quarta posizione della sua batteria per Scalia con 28″28. Zofkova  decima in 28″83. Panziera si qualifica con 28″31.

Cocconcelli: “Sono iscritta in un po’ di gare. È il primo europeo ed è importante inserirsi in quest’ambiente di livello più alto rispetto a quello a cui sono abuituata. Non son partita propio con il botto ma spero di riuscire a fare meglio”. Panziera: “Ho voluto fortemente fare questo 50 per provare questa vasca. Penso sia tra i miei migliori tempi quindi va bene. Sto lavorando parecchio bene quindi sicuramente l’Europa è tappa di passaggio versi le Olimpiadi. Ma vorrei ripetere almeno i tempi degli assoluti. Ma 200 dorso è l’ultimo giorno e sarà difficile arrivarci concentrata. Ma è un esperienza per allenarsi e provare le gare”.

4×200 stile libero staffetta mista

Gara inserita nel 2014. I team sceglono dove collocare gli atleti a seconda di come pensano sia meglio. La competizione non è altissima e non dovremmo aver difficoltà ad andare in finale. Secondo miglior tempo di queste batterie per l’Italia con 7’35″36.

1500 stile libero uomini

Acerenza e Paltrinieri in questi 1500m. Considerato quello che ha fatto nel Fondo, ci aspettiao un Supergreg da urlo. Acerenza chiude la sua batteria in 14’59″47. Paltrinieri ai 550 mt è a ai 3’47 nella sua batteria. Per ora tiene la settima posizione. Ha sicuramente scelto di fare una gara molto tranquilla ma forse sente un po’ la stanchezza di tutte le gare che ha fatto? Sui 1100 m Paltrinieri ha già recuperato ed è terzo. Aumenta il ritmo delle sue bracciate. Ai 1350 m è secondo. sta recuperando alla grande. Rimane terzo a causa dell’accelerazione del britannico Jervis all’ultimo momento. Chiude Greg in 15’08″84. Primo Kalmar con 15’02″97 e secondo Jervis in 15’07″54.

Acerenza: “Molto bene. All’inizio cercavo di nuotare lungo senza strppare. Sotot 15 min la mattina mi soddisfa e sono molto contento. A me personalmente, ho affrontato questa gara pensando alla 10km, se ho fatto una gara di due ore questa è una 50m! A livello mentale aiuta e il fondo è uno stimolo assurdo. Ho ritrovato il modo di nuotare giusto. Era quello che volevo”.

Paltrinieri: “15 e 8 è un tempo interessante, veramente alto, che non facevo da tanto tempo. Oggi si è rivelata una batteria abbastanza lenta e sono stato fortunato ad entrare. Sono stanco. Ho spremuto tutto quello che avevo nel fondo.  Sarei potuto rimanere fuori. Vediamo domani cercherò di fare una gara tatticamente diversa. Son provato. Ho fatto 20 km di gare con la muta che ti imballa tantissimo. Non ce la facevo a partire più forte, oggi questo era quello che avevo e ho cercato di fare del mio meglio. Vediamo domani”.

Risultati del 18 Maggio 2021 – pomeriggio, dalle 18:00 semifinali e finali

Eccoci a oggi pomeriggio… alle 18. In attesa che inizi la diretta su Raidue.

abbigliamento personalizzatonuoto cuffie costumi swimmershop

Finale 800 stile libero donne

Ed è subito Simona Quadarella e Martina Caramignoli. Se la giocheranno contro Egorova, Hassler e Perez. Sui 200 metri è al comando Quadarella. Rimane sesta la Caramignoli. Prima medaglia d’oro Quadarella  (sesto oro per l’Italia e secondo per il nuoto azzurro) prima in 8’20″23. Caramignoli quinta con 8’29″81.

Quadarella: “Il periodo non è dei migliori però 8’20 va benissimo. Speravo di scendere sotto ma vabbe’ ci penseremo la prossima volta. Ho trovato stimoli che mi servivano. È stata una bella gara.”. Caramignoli: “Delusa abbastanza. Non pensavo di fare 8’20 ma neanche 8’29. Dispiace perché il bronzo era alla mia portata. Valuterò con l’allenatore cosa è andato male. Ho faticato molto più oggi che ieri. Ho ancora il 1500 che è la mia gara”.

Dopo la medaglia Quadarella: “Diciamo l’inno Italiano riesce a coinvolgere tutti, anche con la mascherina. Adesso ci sono ancora due gare da fare. 1500 è la mia gara quindi voglio fare bene”.

Finale 100 rana uomini

Martinenghi e Peaty uno di fianco all’altro. Gara che promette emozioni. Ma c’è anche Pinzuti. E niente podio. Martinenghi quinto in 58″94, Pinzuti settimo con 59″50.

Finale 100 farfalla donne

Niente podio nemmeno per Di Liddo e Bianchi. Quinta la prima in 58″05 e ultima Bianchi in 58″41. Ricordiamo che Di Liddo ha avuto un infortunio alla caviglia per un inciampo fuori vasca. Le prime quattro rimangono sotto i 58 secondi. La greca Ntountounaki prima, seconda la francese Wattel e terza la svedese Hansson.

Bianchi: “Mi rendo conto che ho un ritorno troppo lento. Non sono al top. Ci vediamo al sette colli sperando di essere un po’ più pronte”. Di Liddo: “Ho subito la stanchezza negli ultimi 25 probabilmente dato da un allenamento un po’.. non finalizzato al meglio. Sappiamo tutti che fino all’olimpiadi il tempo lo abbiamo e non credevo di essere qui dopo  l’infortunio di domenica sera”.

Semifinali 100 stile libero uomini

E nella prima semifinale Miressi è primo in 47″53 NUOVO RECORD ITALIANO! Lima ancora il suo precedente tempo. Zazzeri sesto in questa prima semifinale con 48″59.

Miressi: “Sono molto concentrato anche perché volevo farlo al meglio, sono contentissimo, stavo bene e si è visto. Già ieri pensavo di essere andato fortissimo e oggi non melo aspettavo ma va bene così!”. Zazzeri: “Sono contento. 48 e mezzo è il mio personale. Direi che è un risultato che mi rende felice considerando che sono giunto a questi europei in una condizione “mezzo e mezzo” in vista dei sette colli. Ora si testa il 50 stile”.

Semifinali 100 rana donne

Carraro e Castiglioni in gioco per queste 2 semifinali. Andare in finale sarebbe bellissimo, vediamo cosa ci hanno preparato le due azzurre. 1’06″09, meglio di stamani per Martina Carraro che è prima. Vediamo ora la semifinale di Castiglioni. 1’06″24 e arriva seconda la Castiglioni. La Rana è davvero un punto forte degli azzurri quest’anno.

Carraro: “È la prima gara con un po’ meno di ansia addosso. Sono migliorata da stamattina che comunque avevo già tirato parecchio. Stiamo lavorando bene quindi mi aspetto di andar bene. Questo è un passaggio verso Tokyo ma volevo arrivarci preparata”. Castiglioni: “Un po’ di rammarico perché l’obiettivo era fare meglio di stamani ma domani c’è la finale e ce la giocheremo tutta”.

Semifinali 200 farfalla uomini

Kristof Milak avversario temibile nella corsia accanto a Burdisso nella seconda semifinale. Ma intanto nella prima Giacomo Carini guida ancora la gara a 150 m. Finisce in 1’55″87 e va in terza posizione dietro il bulgaro Ivanov e lo svizzero Ponti. Tra Milak e Burdisso è un testa a testa. Milak ha rallentato dopo i primi 50. burdisso sta facendo un figurone. 1’55″03, terzo posto per Burdisso dietro Milak in 1’54″72 e prima posizione per l’ungherese Kenderesi in 1’54″37.

Carini: “Dopo i campionati italiani ho deciso di trasferirmi a Verona. Devo ringraziare Matteo Giunta e il gruppo di Verona senza dimenticare il lavoro che ho fatto prima a casa”.  Burdisso: “Molta meno fatica rispetto al mattino. Non pensavo di essere passstao così piano, ma alla fine il tempo c’era e sono contento”.

Semifinale 50 dorso donne

Due azzurre nella seconda semifinale: Panziera e Scalia che cerca il passaggio al turno successivo. Sesta e Settima, fuori dalla finale le italiane. Panziera con record personale 28″04 e Scalia con 28″24. Prima inglese Dawson con 27″19, poi l’olandese De Waard in 27″69 e terza la finlandese Jallow in 27″93.

Panziera: “Il 50 c’è ancora tanto da migliorare, rispetto alle specialiste son meno precisa. Però caspita 28″04 son molto contenta”. Scalia: “Sinceramente non so bene cosa sia andato storto. Pensavo oggi di aver aggiustato qualcosa ma evidentemente c’è qualcosa che non funziona. Spiace perché la finale era assoutamente alla mia portata. Ci ripensiamo per i 100”.

Finale 50 dorso uomini

Kolesnikov è il russo detentore di tutti i record della specialità. Cosa possiamo aspettarci da Sabbioni? Lo vedremo tra poco! Primo Kolesnikov sbriciola il suo precedente record del mondo con 23″80! Settimo Sabbioni a pari merito con l’irlandese Ferguson a 24″92. Il rumeno Glinta è secondo in 24″42 e lo spagnolo Gonzales terzo in 24″47.

Sabbioni: “Fatto il mio personale dopo due annetti. Quell’altro ha volato ancora di più. Irragiungibile. Domani c’è il cento. Ci tenevo a dire che le piscine sono il posto dove siamo cresiuti, devono essere riaperte, chiediamo di avere un grosso aiuto“.

Finale 50 stile libero donne

La gara è tra Hopkin, Heemskeerk, Wasick, Kromowidjojo e Blume. Kromowidjojo non fa rimpiangere l’assenza della Sjostrom. Kromowidjojo scende sotto i 24 secondi ed è oro per l’Olanda in 23″97. Seconde la danese Blume a pari merito con Wasick a 24″17 e infine a 24″29 la russa Kameneva.

Finale 4×200 stile libero staffetta mista

E per l’ultima finale di oggi c’è la Pellegrini in vasca. Insieme a Ballo, Di Cola e Panziera. Inizia Ballo che per ora tiene il terzo posto e passa al secondo mentre la gara va avanti. È il momento di Di Cola per la seconda frazione. Tiene la seconda posizione. Prossima frazione sarà per SuperFede. Comincia subito a recuperare terreno sull’inglese. E parte Panziera. Perde un po’ terreno ma tiene la seconda posizione. Oro alla Gran Bretagna con 7’26″67, argento italiano con 7’29″35. Argento per la Russia in 7’31″54.

Risultati del 19 Maggio 2021 – mattina, le batterie eliminatorie

Si ricomincia domani! Ed eccosi in attesa dell’inizio della terza giornata dei Campionati Europei di Nuoto 2021. La conferma arriva dalla Federnuoto: Pellegrini nuoterà anche i 200 Stile Libero!

migliori palette nuoto swimmershop

Misti individuali uomini 200

In gara per l’Italia Alberto Razzetti (già qualificato per Tokyo) nella terza batteria. Razzetti cede nella fase conclusiva e il britannico passa in testa. Primo Litchfield in 1’58″79 e a seguire Razzetti in 1’58″90. Terzo posto per lo spagnolo Gonzalez in 1’58″99.

Razzetti: “Direi che è un ottimo esordio. Non ero mai sceso sotto i due minuti. Sapevo che l’inglese doveva tirare e sono stato vicino a lui ed è venuto un buon tmepo anche per me”.

200 farfalla donne

Crispino e Cusinato in seconda batteria. Gara equilibrata per le azzurre. Crispino ha però un visibile svantaggio, settima. La Cusinato tiene la seconda fino agli ultimi 50 metri. Si irrigidisce un po’ e passa terza. E finisce terza in 2’10″18. Kapas prima in 2’07″61 per la campionessa mondiale ungherese. Seconda la britannica Stephens in 2’09″15. A rischio invece Crispino per le finali con il suo 2’11″85. E invece ci rientra e la rivedremo in semifinale.

Cusinato: “Stamattina le sensazioni erano molto buone. Ho nuotato senza forzare troppo quindi ho detto basta arrivare tra le prime tanto oggi abbiamo la semifinale. La Hosszu è sempre il riferimento, facciamo anche le stesse gare. Ovviamente le ungheresi sono sempre in 4 e si devono battagliare tra di loro”. Crispino: “Ho appena visto che sono rientrata e sarà la mia prima semifinale a un europeo. Sono davvero contenta”.

Dorso 100  uomini

Ben 4 italiani nella startlist dei preliminari dei 100 dorso. Avremo Mora nella terza batteria e Restivo, Ceccon e Sabbioni nella quarta batteria. E vedimamo Mora se mette equilibrio nella sua prestazione sui cento metri. Non un passaggio velocissimo ai 50m. Non viene fuori il grande 100m. Mora finisce con 54″98.

A metà gara Ceccon tiene il secondo tempo. Sabbioni il quarto e restivo l’ottavo. Il cronometro di ferma a 53″43 per Ceccon, primo della batteria. Sabbioni quinto in 54″33 e Restivo decimo con 55″69.

Mora: “Non brllantissimo però meglio del 50 quindi mi fa ben sperare. Si perché  i 200 son tra due giorni e la forma sta arrivando. Siamo lì con la testa, mancano due giorni, cerco tutte le energie che rimangono”. Sabbioni “Pensavo di fare un po’ meno, mi basta entrare in semi poi oggi vediamo”. Ceccon: “Sicuramente ho spinto un pochino perché è da dicembre che non nuoto i 100 dorso. È venuto un tempo discreto quindi son contento. Ho imparato ad andare alla ricerca di una buona gara e di un buon approccio anche quando non sono in forma e questo mi sta aiutando molto”.

Stile libero donne 200

Ed ecco la gara che aspettavamo dopo che è arrivata la conferma della presenza Divina: Pellegrini sarà in gara! Regge ancora il suo record europeo e del mondo nella specialità di 1’52″98. Pirozzi nuoterà nella quinta batteria, Gailli nella sesta e Pellegrini nella settima.

Pirozzi è terza al passaggio dei 150 m. Finisce in 1’59″87 in seconda posizione, subito dopo il 1’58″33 della francese Charlotte Bonnet. Gailli, la diciannovenne romana, parte in corsia 9. Respirazione ogni 4 bracciate, un inizio un po’azzardato? Secondi 50 m molto lenti e un terzo 50 su tempi distanti rispetto al suo meglio. Ottava in 2’02″55. Ed ecco Pellegrini. Finisce seconda in 1’58″48 dietro alla Seemanova prima in 1’58″25.

Pirozzi: “Sono molto contenta. Scendere sotto i 2 minuti al mattino. Ho fatto tanta fatica ieri in mezzo ai maschi, mi ha portato via energie. Ma son contenta di aver fatto 1’59 alto”. Pellegrini: “Necessito di un massaggio. Son contenta, dopo ieri abbiamo deciso di buttarci in acqua. Stamattina ero un po sotto ritmo e stanca per ieri  ma sono contenta del tempo di stamani”.

200 rana uomini

E siamo ai 200 Rana. Avversario è il russo Chupcov, detentore del record mondiale. Avremo Castello nella terza batteria e Giorgetti nella quinta. Non un gran passaggio per Castello. Nei 100 aveva fatto una bellissima gara. Molla all’ultima vasca e finisce ottavo in 2’12″82. Giorgetti un po’ di difficoltà nella terza vasca in cui è terzo. Chiude in settima posizione con 2’12″23. Primo Chupkov in 2’09″44, secondo il lituano Sidlauskas in 2’09″74 e terzo lo svedese Persson in 2’09″77.

Castello: “In questi giorni fino all’arrivo in Ungheria avevo buone sensazioni, arrivato qui si sono un po’ perse. Non mi è piaciuto come ho fatto la gara, mi sentivo stanco, vediamo di capire cos’è stato ad andare male”. Giorgetti: “Pensavo di essere andato più forte ma l’importante è essere entrato in semifinale. Fino ai 150 non andava male poi l’elite apre il gas e… cerchiamo di stargli dietro”.

4×200 stile libero uomini

Nella staffetta 4×200 abbiamo Frigo, Ciampi, Megli e De Tullio. Guida la Grecia seguita da Svizzera e Gran Bretagna. Megli porta l’Italia in terza posizione, guida la Svizzera nella seconda frazione. Ultima frazione rimaniamo terzi. De Tullio ci porta in seconda posizione. Sempre davanti la Gran Bretagna. E si chiude con GB primi in 7’08″58 e 7’10″6 per l’Italia in secondo posto. Terzi gli svizzeri in 7’11″15.

De Tullio: “Credo di essere partito più aggressivo. Non era facile, la finale la possono fare in 4 e ho fatto il massimo per guadagnarmi il posto. Vediamo come saranno le decisioni”. Ciampi: “Sono contento visti i tempi, ho chiuso bene. Se sarò del quartetto stasera cercherò di fare meglio.Nella staffetta bisogna spingere fin dal mattino per conquistarsi un posto”. Meglio: “Ancora un po’ di difficoltà in acqua a ritrovare quelle frequenze e potenza che avevo due anni fa. Però son felice di lasciare il posto a chi starsera potrà dare di più”. Frigo: “Oggi era la mia gara, son contento, stasera me la godrò dalle tribune”.

Risultati del 19 Maggio 2021 – pomeriggio, dalle 18:00 semifinali e finali

È ancora presto, il pomeriggio arriverà solo di pomeriggio! E vedremo di nuovo Paltrinieri (e Acerenza) con la finale dei 1500m Stile Libero. Eccoci. Per Adesso in vasca abbiamo visto un Miressi con Record Italiano per i 100 Stile con 47″53 e la Quadarella con un podio d’oro negli 800 Stile donne. Argento nei misti.

braccialetti in corsie riciclate

Finale 1500 stile libero uomini

Ed ecco l’attesa per la finale con il grande Supergreg! Intanto i primi 100 sono già passati. ieri era appanato e stanco. Oggi lo vediamo più agguerrito. In questi 1500 manca il tedesco Wellbrock che si è dedicato solo al fondo. Due decimi più veloce l’ucraino Romanchuck che passa avanti sui 500 metri. Sui 550 Paltrinieri ha già recuperato. Sesto acerenza per ora. sempre avanti l’ucraino ma SuperGreg gli sta incollato.

Si avvicina sempre più a Romanchuck verso i 1100m. Ancora 8 vasche e Gregorio non molla. Romanchuck sembra molto tranquillo e non vedo l’ora di vedere le ultime vasche. Anche Acerenza si avvicina al francese che gli sta davanti e passa in terza posizione superando Joly. E Romanchuck sembra accelerare, stacca quasi due secondi da Paltrinieri. Sembra avremo un argento e un bronzo. L’ucraino sembra irraggiungibile. Primo Romanchuck in 14’39″89. Paltrinieri argento chiude in 14’42″91 e Acerenza bronzo in 14’54″36.

Acerenza, prima medaglia internazionale: “Abbiamo lavorato tanto sono molto soddisfatto. Se me lo avessero detto prima non ci avrei creduto. Sapevo che alla fine c’era da spingere per battere Joly. Quindi ho spinto al massimo”. Paltrinieri: “È stata dura ma sono molto contento dopo tutta la settimana sulle spalle me la sono giocata con Romanchuck. Sono contento di come è andata”.

Finale 100 stile libero uomini

L’azzurro in gara è Miressi, imperioso. Milgiora nei primi 50. Due decimi dietro Kolesnikov. Argento per 8 centesimi dopo che sembrava fosse oro. Primo Kolesnikov con 47″37. Argento per Miressi in 47″45 terzo record italiano. Terzo posto al russo Minakov in 47″74. Miressi decisamente arriverà agguerritisismo alle Olimpiadi

Miressi: “Ci ho provato con tutto me stesso. Ho fatto il mio migliore. Ci rivedremo più avanti. Son contento di questi piccoli miglioramenti e cercherò di stare concentrato per staffette e 50m”.

Finale 100 rana donne

Fioccano le medaglie per l’Italia: altra doppietta Argento e Bronzo con Castiglioni (1’06″13) e Carraro (1’06″21). Oro per la svedese Hansson in 1’05″69.

Carraro: “Non una delle mie gare migliori ma prendo quel che di positivo c’è. Le gare di ieri mi hanno stancato ma fa parte del gioco. La mia prima medaglia europea in vasca lunga. Andiamo alla prossima. Sarà una lunga settimana di gare. Si entra in acqua per vincere ma la svedesina erain forma”. Castiglioni: “Non volevo perdere l’occasione perché era l’unica gara in cui potevo giocarmela e non è stato faicle. Ho cercato di liberare la mente e godermi il momento. Tempo più alto rispetto a ieri mattina ma stavo meglio rispetto a ieri pomeriggio. Son sempre arrivata terza in vasca lunga ma finalmente è arrivato l’argento. Sono contenta”.

Semifinali 100 dorso uomini

Ed in semifinale abbiamo Ceccon e Sabbioni. Vediamo se avremo la possibilità di una doppietta anche per i 100 dorso. Ceccon quarta posizione 53″34. Speriamo in bene per i 54″66 di Sabbioni, ottavo. La seconda semifinale dipinge una situazione che esclude Sabbioni. Solo Ceccon sarà finalista domani.

Semifinali 200 farfalla donne

In queste semifinali passa Cusinato in 2:09.32

Semifinali 200 rana uomini

Qui troviamo solo Giorgetti in semifinale. Settimo in 2’20″50 ed è purtroppo fuori dalle finali. Qualche problemino tecnico nell’ultimo quarto d’ora ha prodotto dei resoconti un po’ risicati.

Finale 50 Dorso donne

E per la finale dei 50 Dorso donne Panziera è tra le riserve. La gara si giocherà probabilmente tra Gran Bretagna, Austria, Russia e Olanda. Toussant e Dawson già detentrici di record.  L’olandese aggressivissima ma la Dawson si distende bene. Tiussaint medaglia d’oro in 27″36 davanti alla Dawson con 27″46. Terza De Waard in 27″74.

Semifinali 200 misti uomini

C’è Alberto Razzetti con a finaco un razzo britannico, Litchfield. In semifinale è l’ungherese Kos e Lazslo Cseh unici detentore di record (europeo ed europeo Jr). Razzetti ultimamente è nella terza frazione che ha un passo eccezionale. Ed è Razzetti grandissimo che domina la gara e va in finale. Sembra anche che non abbia spinto al massimo. E vai. Primo in 1’57″39 (il record italiano è suo con 1’57″13 – potrebbe infrangerlo in finale). Secondo Litchfield in 1’58″42 e terzo Cseh in 1’58″45.

Razzetti: “Sono contentissimo del tempo. È molto vicino al mio personale e dovrebbe bastare per la finale. Sapevo che a Dorso avrei lasciato qualcosa ma a Rana ho recuperato bene e ho chiuso bene a Stile”. E intanto anche dopo la seconda semifinale il tempo di Razzetti è primo.

Semifinali 200 stile libero donne

Pirozzi e, ovviamente, poi Pellegrini (che detiene ancora il record del mondo nella specialità) in queste due semifinali dei 200 stile. E parte la ventottenne Pirozzi. Sesta in 1’59″57. Migliora il suo tempo ma non andrà pèro probabilmente avanti. E nella seconda semifinale ottimo il passo di Pellegrini. Gara ben equilibrata. Alla terza vasca prende il comando la Divina. Ma è la Seemanova che sorpassa e tocca per prima in 1’57″20. Seconda Pellegrini con 1’57″47. Terzo posto per Dumont in 1’57″98.

Pirozzi: “Speravo di fare qualcosina meno ma son contenta di aver nuotato due volte 1’59”. Pellegrini: “Diciamo che era un secondo in meno di stamani, quello che volevamo fare. Sto pagando un po’ la fatica e ci salverà il riposo di domattina. Vediamo cosa Succederà in finale senza grosse pretese. Non mi si chiede di essere al top della forma qui ma l’1 e 55 della staffetta mi è piaciuta, vediamo domani”.

Finale 200 farfalla uomini

Ma ora è il momento della finale con Burdisso e Carini. Burdisso attacca Milak nella prima vasca di ritorno, che tocca per primo ma molto vicino a Burdisso. Un secondo e 20 di distanza dal grande Milak. Burdisso fa fatica a rimanere secondo! Ma Burdisso ce la fa 1’54″28. Sesta medaglia della giornata, quarta medaglia di Argento! Oro per Milak in 1’51″10. Bronzo per Kenderesi in 1’54″43. Carini invece ottavo in 1’56″69.

Cartini: “Mi son divertito tantissimo. Finale ad altissimo livello. Non sono riuscito a ripetermi ma sono contento e di aver trovato una finale a questo livello. Adesso un mesetto per prepararci ai 7 colli e vediamo come va”. Burdisso: “Diciamo che a differenza di batterie e semifinali questa finale l’ho sentita abbastanza. Son stanco.. morto. Il secondo posto l’ho ottenuto ma come tappa di passaggio per Tokyo va benissimo”.

Finale 4×200 stile libero uomini

Ultima finale della giornata con Ballo, Ciampi, De Tullio e Di Cola. Gran Bretagna favoritissima. Ballo 4 decimi in meno ripsetto a ieri ma Ciampi recupera una posizione. Siamo terzi. La russia è in fuga ma Siamo ancora a De Tullio e c’è tempo. Cala la Svizzera e si fa avanti la Francia. De Tullio riporta gli azzurri sul podio con una terza posizione. Molto vicini alla seconda posizione, solo 17 centesimi di differenza. E vediamo Di Cola! La russia scappa via. Italia e Gran Bretagna combattono serrati. Vince la Russia in 7’03″48. Secondi gli inglesi in 7’04″91. Terzi con il bronzo, un altra medaglia per oggi per gli italiani in 7’06″05.

Risultati del 20 Maggio 2021 – mattina, le batterie eliminatorie

Si ricomincia domani! Ed eccoci qua anche oggi, dopo le medaglie guadagnate finora dall’Italia vediamo come sarà l’italnuoto di oggi.

fusion-palette-asimmetriche

200 stile libero uomini

Otto le batterie previste per stamattina. Aspettiamo la sesta batteria in cui troveremo Megli e De Tullio e la ottava con Stefano Ballo. Tutti e tre protagonisti del bronzo di ieri. Megli si qualifica per la finale con 1’47″35. A 65 centesimi di secondo dal russo Malyutin, primo tempo in 1’46″30.

200 rana donne

Per i 200 rana abbiamo i 2’25″00 di Fangio, ottavo tempo di queste batterie. Carraro in 2’25″36  e 2’27″78 per Angiolini. Ultima delle italiane Castiglioni con 2’30″96.

50 farfalla uomini

Per i 50 Farfalla su sette batterie Ceccon è un ottimo terzo tempo in 23″39. Codia in 23″57 e Rivolta 23″96.

100 dorso donne

Nel Dorso donne Panziera è quarto tempo dei preliminari con 59″94. Primo tempo, con 62 centesimi di secondo in meno, per l’inglese Dawson. Scalia è 1’01″12. Infine Zofkova con 1’01″45.

Staffetta 4×100 misti

Nella staffetta misti abbiamo in questi preliminari un quartetto da paura: Simone Sabbioni, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro. I primi tre tempi di queste batterie vedono la Gran Bretagna salda al primo tempo con 3’43″30. Ma subito dietro ci siamo noi con 3’44″09. Terzo tempo per la Russia in 3’45″09. 3’45″26 per i paesi bassi e gli altri sopra i 3 minuti e 46.

1500 stile libero donne

Nelle 3 batterie dei 1500m Stile donne vedremo la fantastica Quadarella, già oro nelgi 800 stile! Ma prima c’è Caramignoli nella seconda batteria. E grande prestazione di Quadarella che ci abitua benissimo, prima delle batterie in 16’05″60. Un’enormità prima della seconda arrivata, l’ungherese Mihalyvari con 16’14″12. Caramignoli settima passa comunque il turno con 16’20″31.

Risultati del 20 Maggio 2021 – pomeriggio, dalle 18:00 semifinali e finali

Qualche ora e saremo di nuovo qui. Con un programma fitto fitto di finali e semifinali.

elastici pull buoy caviglie nuoto

Finale 200 farfalla donne

Sarà emozionante questa finale. Se la vedranno Demler, Cusinato, Bach, e le pericolosissime ungheresi Kapas e sopratutto Hosszu, detentrice proprio del record europeo. Cusinato quarta per adesso, cerca di lottare per la terza contro Stephens. Accanto a lei la Bach. Vince ancora l’oro Kapas in 2’06″50. Seconda un’altra ungherese, Hosszu in 2’08″14 e terza in 2’08″55 la russa Chimrova. Cusinato si piazza quinta in 2’08″91.

Cusinato a cui prima di partire si è rotto il costume: “Alla fine la gara è andata bene. UNn tempo che non nuotavo da Glasgow dell’anno passato, che è stata la mia forma migliore. Sono stata sfortunata, ho rimesso prima della gare e si è rotto il costume. Non son scuse eh. Poi una volta che sei dentro non ci pensi.. Oh, non è la mia gara, ho fatto un buon tempo, il massimo che potevo”.

Finale 100 dorso uomini

In questa finale è il bravissimo Ceccon che cercherà di prendersi un posto sul podio, parte da corsia uno. Passaggio un po’ lento il suo. Oro al vice campione europeo dei 50 dorso, il rumeno Glinta con 52″88. Sesto il nostro Ceccon con 53″02. Mai vista una compattezza in un europeo di dorso, tutti arriviati in un arco di 124 centesimi uno dall’altro.

Ceccon: “Il passaggio di 5 e 9 non è il massimo, peccato (era a 5 centesimi dal bronzo). Sono un po’ deluso. Ho dato tutto quello che avevo e mi dispiace perché erano tutti lì, tre centesimi in più avrebbero fatto la differenza. Ce la metterò tutta nei 50 ma non è la stessa cosa.”.

Semifinali 100 dorso donne

Sfilza di semifinali inizia con questi 100 dorso in cui Panziera si prende il secondo posto con 59″53. Quarto tempo per la finale.

Panziera: “Alla fine era il tempo che mi aspettavo di fare. Il passaggio è ancora un po’ lento ma c’è anche domani e magari riuscirò a farmi trascinare un po’ di più dalle velociste. Questo tempo non lo nuotavo da parecchio tempo”.

Semifinali 200 stile libero uomini

Due italiani anche per la semifinale dei 200 stile. Ballo in corsia due con la prima semi e Megli nella seconda. L’obiettivo di Ballo che ora è quarto nei primi 50, è rientrare nei primi otto per la finale. Quarto tempo per Ballo con 1’47″10 dopo Rapsys, Hanson e Milak. Ed è la volta di Megli. Una semifinale due di grande qualità, sembra davvero una finale. Al passaggio sei 100 Megli è ottavo, decisamente molto lento. Malyutin, Scott e Dean in questa rapidissima semifinale. Ballo è nono tempo, primo degli esclusi ma anche primo delle riserve.. per soli due centesimi.

Ballo: “Dispiace, due centesimi sono davvero pochi. Non ho ancora visto i passaggi però mi sentivo abbastanza bene. In questi giorni la condizione non è tra le migliori. Solo un po’ di rammarico perché ho fatto alcuni errori e la finale era alla portata. Ho fatto un bel po’ di esperienza mettiamola cosi”. Megli:”Gara totalmente sbagliata. Boh. Devo essere partito male, sotto ritmo, rivedrò la gara con i coach. Sono partito lento e arrivato lento. Vediamo al Sette Colli”.

Semifinali 200 rana donne

Due azzurre nella stessa batterie per questa semifinale: Carraro e Fangio. Efimova la più titolata. Per Fangio è la prima e unica gara. Credo sia l’unica che gareggia con gli occhialini svedesi, vecchia scuola. Fangio ai 100 metri è seconda! La Carraro settima, arretrata forse per fare una gar di attesa se cambieranno passo negli ultimi 50 m. Le due russe accelerano da paura. Quarto tempo di 2’24″56 con cui Fangio arriva in semifinale. Niente da fare invece per Carraro con 2’25″07.

Fangio: “Non sto ancora realizzando, ci contavo tanto ed è arrivata la finale. Sono contentissima. Non è il mio migliore però per tre decimi dai, posso ritenermi soddisfatta. Ci ho provato fino alla fine sono contentissima così.”.

Semifinali 50 farfalla uomini

E vediamo Ceccon e Codia se entreranno in finale per i velocissimi 50 Farfalla. Buon affare avere due atleti in semifinale per questa specialità. Terzo tempo Codia in questa semifinale con 23″35 dietro Zhilkin e Korstanje. Nella seconda semifinale Ceccon è alla seconda fatica della giornata. Quarto tempo per lui, 23″31, avremmo tutti e due in finale!

Codia: “Pomeriggio stavo già meglio, non sono arrivato benissimo, qualche centesimo meno potevo farlo. Nel 2018 a Glasgow non ero andatio in finale e farla mi fa piacere. Vediamo cosa succede io ce la metto tutta”. Ceccon: “Son contento una finale che non mi aspettavo di fare, ci pensiamo domani”.

Finale 200 stile libero donne

Ed ecco un’altra finale attesissima! Pellegrini in gara, detentrice di record del mondo ed europeo. Se la dovrà vedere con Seemanova, Bonnet, Dumont e Anderson, salvo sorprese. A metà gara è terza Pellegrini, molto bene nel secondo 50m. Non deve calare. Guida sempre la Bonnet. Accelera, afffianca le avversarie e tocca per seconda per soli due centesimi! Seemanova con 1’56″27 è ora, poi vienel’argento di Pellegrini con 1’56″29 e infine Anderson con 1’56″42. Undicesima medaglia per l’Italnuoto.

Pellegrini: “Ero un po’ provata. Anche con Matteo abbiamo deciso di complicarci la vita con i 200 individuali. È l’ultima occasione per fare tante gare tutte attaccate, che è quello che succederà a Tokyo. Un rischio ma molto soddifsatta per come ho gestitro la gara. Non sono veloce come ero a Riccione e quindi abbiamo dosato la gara per fare un ritorno alla mia maniera. Per me oggi non era così scontatta la medaglia. Una settimana di gare così serrate è stato un rischio ma dopo la staffetta così buona ho deciso di buttarmi e provare. Son contenta perché è stata una gara molto dosata”.

Finale 200 Rana uomini

Nessun italiano in questa finale, purtroppo. Chupkov primo in 2’06″99. Secondo Kamminga in 2’07″35 e terzo Persson in 2’07″66.

Finale 200 misti individuali uomini

Avremo Alberto Razzetti in gara. Ed è un altra medaglia per l’Italia in 1’57″25. Prima di lui lo svizzero Desplanches in 1’56″95 e lo spagnolo Gonzalez in 1’56″76.

Razzetti: “Sono contentissimo. Prima di venire qua era un po’ un sogno, devo ancora realizzare di averlo fatto davvero. Questo mi da stimoli per fare sempre meglio.”.

Finale 4×100 staffetta mista

In quinta  corsia l’Italia con Panziera, Martinenghi, Di Liddo e Miressi. Panziera dà il testimone con il settimo tempo, entra Martinenghi. Martinenghi finisce in sesta e lancia Di Liddo. La Gran Bretagna in testa di parecchio. vediamo se con Miressi faremo il colpaccio. Parte come settimo tempo. Miressi lotta per la seconda posizione. Arriva in terza posizione. Gli inglesi primi in 3’38″82. Secondi i Paesi Bassi in 3’41″28 e poi Italia in 3’42″30.

Risultati del 21 Maggio 2021 – mattina, le batterie eliminatorie

Ventuno maggio duemilaventuno. Nuovo giorno di medaglie per l’Italia del nuoto? Stiamo a vedere.

100 stile libero donne

Di Pietro, Cocconcelli, Tarantino e Pellegrini, tutte nelle ultime tre batterie di questi preliminari. record mondiale della Sjostroem non presente per uno sfortunato infortunio al gomito (è scivolata sul ghiaccio e se l’è rotto). 54″75  per Di Pietro (54’04 il tempo di riferimento di questa batteria). Le vale al momento la quinta posizione. Ed è per la Cocconcelli che fa un passaggio un po’ lento e chiude con 55″78. Fuori dalle semifinali.

Non parte Federica Pellegrini, solo la Tarantino partecipa. E finisce con 55″24. Abbiamo Di Pietro oggi in semifinale.

Di Pietro: “Il primo giorno è stato infernale. Purtroppo il programma era così e il primo giorno me lo sono bruciato. Adesso sto cercando di riprendermi. Stamattina un passaggio un po’ troppo lento a cercare di rimanere morbida mi sono adagiata troppo”. Tarantino: “Per essere mattina 55 e 2 per me è ottimo, peccato per la semifinale ma mi sentivo in presa ed ero concentrata. Va bene così”.

50 rana uomini

Poggio, Pizzuti e …grande attesa per Martinenghi. Tutti e tre nelle ultime due batterie. Poggio finisce in 27″33, Martinenghi è primo sia della sua batteria che della classifica generale con 26″54. Poggio è fuori, vediamo dopo l’ultima batteria chi rimarrà in gara. Martinenghi e Pizzuti restano in gara.

Poggio :”Il mio personale, ma questa lotta interna è dura. Dispiace non nuotare al pomeriggio perché si ha sempre qualcosa in più”. Martinenghi: “”Ottima gara. Mi sentivo bene dall’inizio. In realtà qualche bracciata non l’ho fatta perfetta. Pensavo di fare qualcosina in più, non mi sbilancio troppo per scaramanzia ma non sto male, sono molto contento e fiducioso”.

200 misti donne

Cusinato e Franceschi nei 200 misti donne. Un 200 misto in cui si ripropone l’asse azzurro visto in apertura. Corsia numero 5 per Cusinato. Passaggio rapido con Farfalla, non impeccabile il Dorso. 1’02″68, è quarta posizione prima dell’ultima vasca per Cusinato. mezzo secondo dalla francese. Finisce seconda con 2’13″24 dietro la Duhamel. Più imprevedibile Franceschi rispetto a Cusinato ma buona frazione ed è seconda nei primi 50mt. Bella virata alla ricerca della velocità all’entrata in Rana. Passaggio molto veloce. 2’11″07 per la britannica Wood, 71 centesimi di differenza per il secondo posto di Franceschi in 2’11″78. Un secondo e mezzo meno della Cusinato.

Cusinato: “Stamattina ho cercato la gara tranquilla perché rientrare nelle prime 16 era agile. Devo risparmiare le energie e oggi cercherò di fare una bella gara e domani do’ tutto (in finale)”. Franceschi: “Non ho voluto risparmiarmi. Provare subito le sensazioni dalla mattina è una cosa positiva”.

200 dorso uomini

5 batterie dei 200 Dorso, tutti e due gli italiani nella batteria 5 e questo lascia ben sperare in Restivo (corsia 3) e Mora (corsia 6). Restivo crolla nella parte finale. In semifinale Mora, Restivo escluso in 1’59″45. Primo delle riserve con il diciottesimo tempo di queste batterie. Mora invece in 1’58″48 resta in gara.

Mora: “In realtà le sensaizoni erano migliori rispetto a 50 e 100. È il mio terzo tempo di sempre. Oggi vediamo cosa riesco a dare ancora. Poi in finale ci sono nuotatori che hanno perosnali molto più bassi dei miei ma io ci provo. Restivo: “Questa è una gara sbagliata. Primo cento sono stato vicinno a Rylov. A 150 ho un po’ mollato, poi non è che sia così in forma da gestire così bene la gara. Insomma è stato dififcile. Abbiamo provato ad arrivare qui a mezza forma con lo sguardo ai Sette Colli. Non mi è mai riuscito fare buoni risultati a mezza forma”.

4×200 stile libero donne

Si cerca un crono confortante per Tokyo in questa 4×200. Ci sono però Pirozzi, Gailli, Angiolini e Pellegrini. Guida la Gran Bretagna ai 500m. Seconda la Danimarca e terza l’Ungheria. Pellegrini porta l’Italia in terza posizione. E si porta in testa a tutte con relativa facilità. Chiude l’Italia prima in 7’59″83. Segue Israele in 8’00″51 e infine Danimarca in 8’01″65.

Pellegrini: “È logico che stamani un po’ la fatica si è sentita. L’obiettivo è raggiunto e oggi vedremo come comportarci. È una staffetta importante perché ancora da qualificare (alle Olimpiadi). Non ho ancora riflettuto sull’argento ma sono solo stata contenta. Pirozzi: “Ero responsabile di lanciare bene questa staffetta. Toccherà farla bene oggi pomeriggio. Sono fiduciosa e felicissima”.

Gailli: “Molto meglio del 2 dell’altro giorno, vedremo oggi, speriamo bene”. Angiollini: “Ho saputo oggi che ero in staffetta. Ero venuta per fare Rana ma son felice di aver fatto anche staffetta. Penso di uscire alla prossima ma sono contenta per il mio personale”.

800 stile libero uomini

Ed eccoci di nuovo a Detti, Paltrinieri e De Tullio. Belli carichi, tutti e tre nell’ultima batteria di stamattina. De Tullio non rimane così staccato da Paltrinieri che è secondo per adesso ai 350 m. De Tullio quinto. A metà gara il duo che andrà in finale sarà con quasi certezza Detti e Paltrinieri. Detti primo e Paltrinieri secondo ai 450m. La finale sarà alle 18 di domani. Paltrinieri ogni 50m erode la distanza con Detti. De Tullio settimo. Ultimi 100 metri. Detti 7’50″61, Paltrinieri 7’51″33 e Frolov 7’51″73. Davanti a loro nella clasisfica finale solo Romanchuk 7’48″31 e Christiansen in 7’50″11.

Risultati del 21 Maggio 2021 – pomeriggio, dalle 18:00 semifinali e finali

Eccoci qui. Già pregustando nuove medaglia per… non lo diciamo per scaramanzia, ma non vedo l’ora di vedere la prima finale di oggi .

Finale 1500 stile libero donne

Caramignoli in corsia 1 e la già medagliata Quadarella in corsia 4. Due italiane in gara. In quante medaglie sperare? Intanto sono partite, impressionante l’acceleraizone di Quadarella. Irragiungibile, un livello che non appartiene a nessun’altra nuotatrice in Europa. Sta sottoi 32 secondi a vasca. Caramignoli ha perso qualcosa e sta scivolando indietro. Cede il passo a Mihalyvari.

Si riprende il terzo posto la Caramignoli dopo la fase di appananmento dei primi 300 metri! Ancora in quarta posizione. Sola al comando la Quadarella. Ai mille metri Quadarella vira a 10’33″46. Straordinario anche il recupero di Caramignoli che ha cambiato passo. Ed è la Mihalyvari ad andare in crisi. Quadarella addirittura accelera nelle ultime due vasche. Caramignoli tiene la terza posizione. Altro Oro per Simona Quadarella, fa sognare in 15’53″59. Seconda Kirpichnikova in 16’01″06. Caramignoli Bronzo in 16’05″81.

Quadarella: “L’obiettivo era portare a casa un altro oro e questo mi rende veramente contenta perché mi sono confermata campionessa europea. E mi viene quasi da piangere a pensarci. Speravo di fare anche meno ma va benissimo così in questo periodo”. Caramignoli: “Mi sono un po’ commossa. Non volevo tornare a casa a mani vuote. Il tempo non mi soddisfa molto ma ho dato davvero tutto. Ho cercato di resistere e non farmi superare. Son contenta di questo risultato”.

Finale 50 farfalla uomini

Altri due italiani in gara anche in questa finale. Codia e Ceccon. Non è entrata una bell agara per gli azzurri. Szabo primo in 23″ netti. Argento per l’ucraino Govorov in 23″01. Terzo posto per il russo Zihilkin in 23″08. Codia e Ceccon settimo e ottavo posto con 23″54 e 23″56.

Codia: “Peccato perché ho peggiorato . Però i 50 in finale è difficile. Domani ho i 100 e voglio far bene là”. Ceccon: “Mi sentivo bene, peccato per questa gara fatta un po’ così. Uno dei peggiori arrivi che io abbia mai fatto. Non è una cosa buona a una gara di questo livello. Devo allenarmi di più su questo finale”.

Finale 100 dorso donne – ANNULLATA LA GARA per un problema sulla partenza.

Panziera in partenza nella corsia 6 per la finale dei 100 dorso. Farà leva sulla vasca di ritorno in cui si giocherà tutta la gara. Quinta nel ritorno, Dawson ha una progressione notevole. Panziera cerca di risalire. Dawson, Toussaint e Kameneva sul podio (58″18, 59″02 e 59″13). Panziera 59″65, il quarto posto per Margherita.

Panziera: “Ieri ho nuotato due volte nel giro di un ora 59 e mezzo. Ma oggi non sarebbe bastato. Contenta del passaggio a livello di tempo ma credo di aver strappato troppo perché al ritorno ero veramente inchiodata! Rispetto alle velciste noto tanto la differnza e mi sto concentrando sui 200”.

Finale cancellata per un problema tecnico in partenza, la Panziera avrà una nuova possibilità.

AGGIORNAMENTO per la finale di 100 Dorso

Ridisputata la gara: e arriva uno straordinario argento per Panziera in 59″01. Oro per Dawson in 58″49. Bronzo per Kameneva in 59″22.

Semifinali 200 dorso uomini

Solo Lorenzo Mora presente nella prima batteria di questa semifinale. Settimo Mora in 1’58″13. Vediamo se dopo l’ultima batteria sarà in finale ma sembra improbabile. Il risultato dopo la seconda batteria vede Mora fuori dalla finale.

Semifinali 100 stile libero donne

Silvia Di Pietro, corsia 1, prima batteria. Vediamo se sarà in finale. Guida Hanna Hopkin davanti a Wattel, ma poi è quest’ultima a chiudere in 53″34. Seconda Hopkin in 53″ e 74. E terza Anderson in 53″93. Ottavo tempo per la Di Pietro con 54″87. Praticamente solo tempi sotto i 54 secondi per la finale (tranne l’ottavo tempo). Niente finale per l’Italia.

Di Pietro: “Pensavo di fare meglio ma ho fatto troppa fatica per aver limato solo due decimi. Pensiamo a domani”.

Semifinale 50 metri Rana

Ben due italiani nei 50 Rana. L’asso pigliatutto Martinenghi (detentore dei record juniores mondiale ed europeo) e  Pinzuti. In finale al terzo crono di 26″49 è Martinennghi, ma anche Pinzuti con il suo 27″11, il quinto tempo.

Martinenghi: “Sono molto contento. È una gara che si gioca sul filo dei centesimi. Ho fatto qualche errorino di foga. In una gara dove non si può sbagliare niente è sempre difficile confemarsi a questi livelli”. Pinzuti: “sono convinto di valere ancora qualcosa meno, vediamo di dare tutto domani, ho avuto un problema con la cuffia che ho perso”.

Finale 200 rana donne

Gara al cardiopalma per Francesca Fangio. Era molto contenta per le semifinali di ieri. Vediamo cosa avrà in serbo per noi oggi. Il passaggio ai primi 50 è veloce, non deve ingannare il distacco dalle altre. Per ora è settima. Bella virata per lei con una bella spinta potente. Recupera sule avversarie. Passa al sesto posto in 2’24″26. Bella progressione per la prima finale europea di Fangio.

Fangio: “Sono contenta di aver migliorato ancora rispeto alle altre due gare. Mi dispiace perché questo 23 e 9 non vuole arrivare. Ma ho accusato molto le due gare di ieri. Ma era la mia prima finale in vasca da 50 e sono contenta”.

Finale 200 stile libero uomini

Nessun italiano in questa finale. Ballo prima riserva. Si conclude questa finale incerta con un primo posto per Malyutin in 1’44″79. L’argento va a Scott con 1’45″19 e bronzo per  Dean in 1’45″34.

Semifinali 200 misti donne

Sara Franceschi e Ilaria Cusinato tenteranno insieme di passare in finale: quinta e settima corsia per loro. Terza e quarta posizione per Cusinato e Franceschi. Batteria molto più veloce della precedente. Secondo tempo della batteria per la Cusinato con 2’10″72 e 2’11″41 per Franceschi. Tutte e due le azzurre in finale domani!

Cusinato: “Sono contenta perché finalmente ho fatto la mia gara. Stesso tempo al centesimo della semifinale di Glasgow. Sono contenta di aver nuotato come dovevo. Ho aggiustato il dorso e la rana, domani devo solo fare sotto a Stile e per me va benissimo”.

Finale 4×200 stile libero donne

In quarta corsia il quartetto Pirozzi, Gailli, Quadarella, Pellegrini. Passaggio standard per Pirozzi ai 150 m ed è quinta. È il turno di Gailli. Guida la Francia. Gailli tiene la quinta posizione e sale in quarta verso la fine. Quadarella adesso che scende in quinta posizione.  Passa il testimone a Pellegrini che cercherà di rientrare. Ed è subito terza posizione per lei. Viaggia come un missile. 32 centesimi la separano da Kapas. Lotta serrata per l’argento. È bronzo per il quartetto italiano in 7’56″72. Prima la Gran Bretagna 7’53″15 e seconda in 7’56″26 per l’ungheria.

Pellegrini: “Sono contenta sopratutto che stiamo riavendo una 4×200 degna dei risultati del passato. Secondo me questo di oggi può esssere un buonissimo punto di inizio per questa staffetta. È una staffetta faticosa a cui mancava da tanto una medglia importante. Io farò una 4×100 Stile mista molto importante e una 4×100 mista importantisisma. Spero le mattine di riposare perché vorrei dare il meglio nel pomeriggio”.  Pirozzi: “Volevo fare meglio ma la stanchezza si è fatta sentire. Ho ritrovato un po’la cattiveria che avevo quando ero più giovane. Ringrazio Federica per lo stimolo e dedico a me la medaglia perché non ho avuto un anno facile”. Gailli: “Contenta di essere andata finalmente sotto i due minuti”.

Risultati del 21 Maggio 2021 – mattina, le batterie eliminatorie

Connessione lenta stamattina, gli aggiornamenti sulle gare arriveranno un poco più lentamente.

200 dorso donne

Quattro batterie per questi 200 dorso. Nella quarta e ultima è la nostra Margherita Panziera. Panziera supercarica dopo la medaglia di ieri. Primo tempo dei preliminari per lei con 2’08″52.

50 stile libero uomini

Deplano in sesta batterie. Nell’ottava e ultima abbiamo ben due italiani, Miressi e Zazzeri. Milak rinuncia ai 50. Qualche difetto di respiraizone fa perdere un po’ di continuità di nuotata al nostro Deplano. Chiude in terzo tempo con 22″10. Un crono che gli avrebbe permesso di andare avanti. Turno adesso di Miressi e Zazzeri. Miressi in corsia due arriva secondo con 21″97. Zazzeri con 22″01. Salta la finale per Deplano.

Deplano: “Peccato il tempo non era malissimo anche se un po’ mi rode che non riesco a più a scendere sotto i 22”. Zazzeri: “Buone sensazioni, 22 e 0 al mattino è buono. Mi sono concesso una respirazione sotto. Ma le sensazioni sono buone”. Miressi “Son contento ho nuotato 1e9 la mattina. va bene questa gara non è la mia specialità ma ho avuto buone sensazioni in acqua e continuo ad averle. Son partito un po’ lento ma è il mattino”.

50 farfalla donne

Tre azzurre in gara. Cocconcelli, Di Liddo e Bianchi. In finale Di Liddo e Bianchi con 26″28 e 26″79

Cocconcelli:” Non proseguo ma già partecipare qui è stato fantastico. Ora pensiamo ai 7 colli”. Di Liddo: “Sono molto contenta. Questo 50 inizia a divertirmi quindi vediamo oggi come andrà. Ormai il mio allenatore è in po’ che mi dice che non esiste mattina e non esiste pomeriggio. A questi livelli la gara si fa di mattina e sarà una bella esperienza. Dovremo iniziare ad allenarci forte la mattina. Io nel 2019 ho fatto l’italiano e il pomeriggio ho migliorato di soli due centesimi, bisogna arrivare con il piede giusto in gara. Di Pietro: io stamattina sono esausta, ho gareggiato tanto ed ero già abbastanza esausta sul blocco.

100 farfalla uomini

7 batterie per i 100 farfalla uomini. Una delle rivelazioni  di questi europei in gara, lo spagnolo Gonzalez. Razzetti settimo crono con 52″48, miglior crono per Szabo51″66 poi Burdisso con 51″83 ma mancano ancora due batterie. Codia è a 51″82. In finale rimangono Codia e Burdisso.

Razzetti: “stamattina ho tirato fuori un buon tempo son contento”. Burdisso: “mi sono scomposto un po’ gli 11 15 metri adesso speriamo di rientrare in semi”. Codia: “siamo entrati in semi quello è importante, pomeriggio spero di fare meglio”.

50 rana donne

Tre azzurre nella quarta batteria. Angiolini, Castiglioni, Carraro. Pilato. Castiglioni e Carraro primo e secondo posto della batteria in 30″15 e in 30″57. Angiolini quinta in 31″39. Pilato prima della sua batteria in 29″50: l’unica sotto i trenta secondi! NUOVO RECORD ITALIANO e del mondo Juniores. Carraro è fuori dalla finale.

Pilato: “Sono contenta ero un po’ arrabbiata dopo la gara dell’altro giorno. In questi giorni ho avuto problemi al ginocchio e non sapevo cosa aspettarmi ma a due centesimi dal record europeo sono contenta”. Carraro: “Come nei 100 e nel 200 bisognava essere in forma smagliante. Mi soddisfa ma per il gioco delle italiane sono fuori”. Angiolini: “Son contentissima, sono venuta per fare rana, ho fatto la staffetta, sono molto felice, con il gruppo mi trovo benissimo”.

4×100 stile libero staffetta mista

Seconda corsia per l’Italia. Italia guida la batteria, prima posizione per Frigo, Ceccon, tarantino e Di Pietro. Italia accede alla finale con il miglior crono in 3’26″37.

Di Pietro: “Come ho detto prima ho cercato di gestirla. Sono a quota dieci e gare e sono stanca, penso di aver nuotato bene stasera: ce la giochiamo”. Ceccon: “non siamo andati male. Molto bene. Io ho gestito diversamente la gara. Sono passato piano e nel ritorno meglio. Ne ho ancora per oggi”. Frigo: “Volevo fare la prima frazione visto che non faccio il pomeriggio. Volevo provare un 100 da fermo. Vediamo al Sette Colli di fare meglio”. Tarantino: “è la seconda staffetta che faccio. Sono soddisfatta, mi è piaciuto come l’abbiamo gestita.”.

Risultati del 22 Maggio 2021 – c’è ancora spazio nel nostro medagliere!

Altra giornata impegnativa per gli azzurri di federnuoto. Ma il medagliere promette novità. L’umore è alto dopo che al mattino la sedicenne Pilato ha stabilito un nuovo record italiano per i 50 Rana. Undici gare e ben sei finali ci aspettano oggi pomeriggio.

Finale 800 stile libero uomini

Nella prima finale degli 800m Stile Detti e Paltrinieri se la giocano contro Romanchuk, Christiansen e Frolov. Arriva dalla delusione dei 400 stile Detti. Paltrinieri unico detentore di record. Detti passa al comando e alla spalle Paltrinieri. Quest’ultimo tenta subito la fuga ma gli atri cercano di non dargli spazio. Paltrinieri in testa ai 250m terzo posto per Detti. Aspettiamo il leggendario cambio di passo da parte di Paltrinieri ed ecco che arriva. Detti guadagna terreno. Paltrinieri si arrende a Romanchuk nell’ultima vasca. Primo l’ucraino in 7’42″61. Ma abbiamo argento di Paltrinieri in 7’43″62 e bronzo detti in 7’46″10.

Paltrinieri: “Mentre nuotavo ho provato a scappargli nella parte centrale ma non ce la facevo a imprimere un passo ancora più forte. Non è mai bello perdere così pero se conto tutte le medaglie con cui vado via sono contento. Non pensavo di riuscire a fare tanto. cinque medaglie non ci avrei sperato. mi sono reso conto che gli altri ci sono e c’è tanto da lavorare”.

Finale 100 stile libero donne

Seconda finale della giornata. Nessuna italiana in gara. Paesi bassi oro, Francia argento e Gran Bretagna di Bronzo. Rispettivamente Heemskerk

Finale 50 rana uomini

Ben due italiani invece nella finale dei 50 Rana maschile: Pinzuti e Martinenghi in seconda e terza corsia. Ottima partenza di Martinenghi. Passa avanti Peaty. Il bielorusso passa il varesino ed è Bronzo per Martinenghi. Ottavo Pizzuti con 27″54. Oro per Peaty a 26″21. Argento per Shymanovich a 26″55. Martinenghi terzo a 26″68.

Martinenghi: “Contento, qualche errorino qua e la ma l’importante è il podio individuale. è una grande carica emotiva. Sono molto tranquillo e mi sono goduto la finale, la medaglia europea significa che non sono più una presenza superflua”.

Semifinali 200 dorso donne

Seconda batteria di semifinale per Panziera. Non dovrebbe aver difficoltà a entrare in finale. Parte la seconda semifinale con Panziera in quarta corsia. Buon apporto di gambe e tiene la testa senza nessuna che le si avvicini. Chiude per prima Panziera in 2’07″61. La vedremo in finale, non c’era dubbio.

Panziera: “Diciamo che mi è arrivata un po’ la botta di tutte le gare che ho fatto, questa è la dodicesima credo. però ora domani spero di riuscire a fare almeno un secondo di meno e quel che viene viene”.

Semifinali 50 stile libero uomini

Nella prima batteria Miressi e Zazzeri finiscono a pari merito terzi a 21″86. Una buona gara fatta da entrambi. Tutti e due gli azzurri alla finale di domani con il sesto tempo.

Miressi: “pensavo che il 50 Stile non lo sento proprio con un feeling mio. Ma sono contento e speriamo di entrare in finale e vediamo domani. Zazzeri: “ho fatto il personale quindi non ho nulla da recriminarmi è stata una bella gara. Stesso tempo al centesimo per entrambi ora ci si riposa in vista di domani”.

Semifinali 50 farfalla donne

Vedremo Di Liddo nella seconda batteria. Finisce Di Liddo in 26″23 con il diciottesimo tempo complessivo. Chi è sopra i 26 secondi netti è fuori dalla finale.

Di Liddo: “Ci tenevo a far bene ma nei 50 e così, basta un piccolo dettaglio per perdere tre o quattro decimi però dai, domani abbiamo una staffetta impegnativa. Forse il destino ha voluto così, mi tengo le energie per la staffetta.”.

Semifinali 100 farfalla uomini

Burdisso e Codia devono fare ottimi tempi per arrivare in  finale. Passaggio ai 50 metri con Codia terzo, Burdisso ottavo. Codia scivola in settima posizione con 58″86. Burdisso sorpassa il comagno e chiude in terza posizione, record personale per lui con 51″66. Dopo l”ultima batteria Burdisso è in finale con l’ottavo e ultimo tempo.

Burdisso: “Tempo ci sta abbastanza. Però era tanto che non lo nuotavo, so di valere meno ma adesso vediamo se sono entrato in finale.”. Codia: “Ho nuotato male questo non è il mio tempo, peccato, mi dispiace”.

Presidente Federnuoto Barelli intervistato da Elisabetta Caporale: “Io credo che i ragazzi sono arrivati qua molto preparati, il liveillo è altissimo. Credo abbiano dato tutti una bellisisma immagine di giovani che vogliono riprendere vita normale dopo mesi di diastro coronavirus. Un problema per le pisicne, siamo addolorati per la scarsa sensibilità della politica. I ragazzi sentono il problema delle loro società”.

Semifinali 50 rana donne

Castiglioni nella prima batteria e la favorita Benedetta Pilato nella seconda. Secondo crono per la castiglioni nella prima batteria in 30″44. Benedetta  Pilato frantuma il RECORD DEL MONDO e detronizza Lily King! Con 29″30, l’unica a nuotare sotto i 30 secondi. Record del mondo per la sedicenne giovanissima. A questo punto aspettiamo con ansia la finale. Emozionatissima ai microfoni della rai cerca di non piangere e si dice contenta del tifo dei compagni di squadra che riusciva a sentire.

Finale 200 Dorso Uomini

Nessun italiano  in questa finale dei 200 dorso uomini. Rylov e Greenback in un serrato testa a testa. vince il russo con 1’54″46. Greenback secondo per sedici centesimi di secondo in1’54″62. Terzo mytyukov in 1’56″33.

Finale 200 misti individuali donne

Cusinato e Franceschi punteranno a fare del loro meglio nella penultima finale della giornata. Italia al terzo posto dopo la prima vasca dietro inghilterra e svizzera. L’israeliana supera tutti e Hosszu è in seconda . Cusinato è quinta e Franceschi sesta. A rana nuota meglio la Franceschi che polverizza il suo personale. Vince la gorbenko, argento a wood, hosszu bronzo. Franceschi in quarta posizione 2’10″65. Cusinato sesta in 2’11″60.

Franceschi: “Sono davvero soddisfatta, quarto posto all’europeo e sopratutto migliorato il mio tempo di tantissimo. Ci ho creduto fino alla fine. Ho visto che l’ungherese accanto a me era morta quindi ho buttato giù la testa e ho dato tutto”. Cusinato: “ho sbagliato un po’ troppo la gestione della gara comunque il bilancio dell’europeo è buonissimo anche se comincio ad accusare la stanchezza.

Finale 4×100 stile libero staffetta mista

Una finale importante. Miressi, Ceccon, Pellegrini e Di Pietro. In testa l’Italia, Pellegrini meglio di Miressi. La Gran Bretagna prova a farsi sotto ma la Pellegrini passa con sette centesimi di vantaggio. E lancia Silvia Di Pietro. Di Pietro vola, l’olanda è a un secondo dall’Italia. Ma passano avanti Gran Bretagna, che taglia per prima con 3’22″07, e Olanda con 3’22″26. Medaglia di bronzo per noi con 3’22″64.

Risultati del 23 Maggio 2021 – ultimo giorno degli Europei di Nuoto, la mattina

Dopo il record del mondo di Benedetta Pilato cos’altro ci aspetta oggi ai camionati di nuoto di budapest?Scoprilo con noi.

elastico-gambe-rana-nuoto

400 misti uomini

Nella prima batteria vedremo Razzetti e nella terza Matteazzi. Prima batteria con solo tre nuotatori. Razzetti guida la batteria in prima posizione. Ludwig riduce la distanza ma il nostro entra in rana sempre da primo. Con la Rana Razzetti stacca tutti. Tocca il muro per primo  in 4’14″57. Molto incoraggiante, tempo vicino al migliore Matteazzi. Prestazione ottima. Ha la possibilità di arrivare in finale.

Il momento di Matteazzi. Terza posizione dopo la prima frazione a Delfino. Affronta la gara senza timore nonostante il tempo di Razzetti fosse inferiore al suo. Alla frazione di stile è primo. Finisce secondo. Tredici centesimi in più di Razzetti, secondo in 4’14″70. Entrambi in finale!

Razzetti: “Era quasi tre anni che non li facevo. Mi sono anche ricordato perché: sono faticosi. Credo mi toccherà rifarli anche oggi pomeriggio. Sono felice della medaglia. Mi riempie di gioia”. Matteazzi “Io sono contentissimo, un risultato che non mi aspettavo. Dopo aver visto il tempo di Razzetti mi son gasato e mi sono detto devo andar veloce anche io. Alla fine sono un po’ morto, vediamo se sarà sufficiente per la finale”.

400 stile libero donne

Ben tre donne, Caramignoli, Quadarella e Gailli in questi 400 stile nelle ultime due batterie eliminatorie. Il record europeo detenuto ancora da Pellegrini che però non parteciperà. Ecco Quadarella che nelle prime due vasche fa un po’ fatica a trovare il ritmo perché deve nuotare più veloce del solito. Poi ingrana. Una spinta storta dal muro abbassa il tempo ma la qualifica in finale appare certa con 4’9″04, seconda in batteria.

Caramignoli fatica immensa e chiude in 4’16″49. Niente finali per lei. Gailli sesta posizione in 4’15″52. Niente finali neanche per lei.

Quadarella: “La gara che ho preparato meno. Però stamattina è uscito un 4 e 9. Con Cristian abbiamo pensato di fare questo tempo, vediamo oggi pomeriggio. Mi sono confermata nelle mie gare 800 e 1500, mi volevo sentire bene per continuare il percorso verso le Olimpiadi”.

Caramignoli: “Ero indecisa se farla o meno perché stanotte non sono stata bene, ero senza forze ma volevo esserci in acqua. Mi sento sfinita e senza forze. Bilancio positivo ma con questa gara direi che non tutte le ciambelle vengono con il buco”. Gailli: “Stamattina ho faticato. Ho dato tutto e mi dispiace solo chiudere gli europei con questo tempo ma lavoreremo e cercherò di fare meglio più in là”.

Staffetta 4×100 misti uomini

Ceccon, Pinzuti, Codia e Miressi in prima batteria. Dovranno fare del loro meglio per qualificarsi. Pinzuti dà il testimone a Codia in terza posizione. Guida sempre la Russia. Buona la frazione a Delfino che passa in testa e lancia l’ultima frazione a stile a Miressi. Chiude prima  l’Italia con 3’33″37.

Ceccon: “non ho forzato tanto stamattina perché c’è oggi pomeriggio. La partenza da rivedere”. Codia: “non so quanto ho fatto, l’importante era qualificare la staffetta. L’importante era rientrare in finale. Oggi un po’ lento il passaggio per me”. Miressi: “Ho fatto un cambio un po’ brutto. Ho cercato di non forzare troppo che oggi ho il 50 e poi di nuovo staffetta”. Gran Bretagna, Irlanda, Francia e Polonia in finale con l’Italia. Gran Bretagna Francia e Italia divise da soli 99 centesimi. Sarà emozionante.

4×100 misti donne

Una delle corsie centrali della seconda batteria su tre per il quartetto Scalia, Carraro, Di Liddo, Di Pietro. Parte a Dorso Scalia. Virano nello stesso momento la russa e la polacca. Parte la Carraro in quarta posizione. Da qua in poi niente errori. Con la Di Liddo siamo terzi. Chiudiamo in quarta posizione per un sorpasso nell’ultima frazione. Invece Italia terza dopo la squalifica di Grecia e Polonia.

Carraro : “Stavamo aspettando l’ufficialità perché con i cambi non si sa mai. Sicuramente la fatica al settimo giorno di gare l’abbiamo sentita tutti, l’importante era qualificare la staffetta”. Scalia: “Mi spiace un po’ per il tmepo, spero basti per il pomeriggio. Ci ho provato, spero la prossima volta di dare un po’ di più”. Di Liddo: “La stanchezza si è fatta sentire. Sette giorni intensi. Ultimo shot oggi pomeriggio, abbiamo buone speranze adesso vediamo l’altra batteria ma dentro dovremmo esserci. Vediamo se riusciamo a limare ancora qualcosina”. Di Pietro: “Sono contenta per la mia frazione. è un buon tempo e sono esausta. Ho dato tutto per consentire alle altre di riposarsi e stasera le tiferemo da sopra”.

Risultati del 23 Maggio 2021 – tutto finisce oggi: l’ultimo giorno di italnuoto agli europei

Le ultime emozionanti finali. Una giornata solo di finali. E tante.

Finale 50 farfalla donne

Nella prima finale di oggi nessuna italiana in gara. Nessuna delle due detentrici dei record in gara (la giapponese Rikako Ikee, per ovvi motivi di nazionalità, e l’infortunata Sjostrom). Partenza ottima per Kromowidjojo. Testa a testa tra lei e Henique. Medaglia d’oro per Kromowidjojo in 25″30. Seconda la francese in 25″46 e 25″59 per la danese Beckmann.

Finale 50 stile libero uomini

Zazzeri e Miressi (vice campione europeo della specialità) in questa finale se la dovranno vedere con dei pezzi grossi, non utlimo il francese Florent Manadou. Anche Pride, campione europeo in carica. Miglior tempo di accesso per il greco Gkolomeev. Si parte. Linea piuttosto compatta. Miressi sfrutta bene le prime bracciate. Liukkonen finlandese oro in 21″61, per 8 centesimi sul britannico Proud. Bronzo per il greco. Per Zazzeri sesta a 21″92, per Miressi l’ottavo crono 22″19.

Miressi: “50 non sono la mia gara,ci ho provato però non è la mia gara. il tempo speravo di fare almeno uguale a ieri, adesso vogliamo fare grandi cose nella staffetta”. Zazzeri: “È stata una bella finale. hHo peggiorato un pochino rispetto alla semi ma il piazzamento non sarebbe cambiato. Sesto in europa accanto a questi nuotatori mi rende felice come risultato. Ho provato a fare la gara tutta senza resipirare ma sono arrivato stanco”.

Finale 50 rana donne

Castiglioni e ovviamente la strafavorita Pilato faranno faville? Staremo a vedere. Intanto Pilato con il suo 29″30 essendo sedicenne ha, con un solo tempo di una sola gara, preso in simultanea il record del mondo, del mondo juniores, record europeo, europeo juniores e di questi campionati. Un  fenomeno vero. Partono. Partenza buona ma fugge via subito Pilato. Era già in testa ai 25 mt. Prima a toccare il muro in 29″35, a soli 5 centesimi dal suo record del mondo stabilito ieri. Oro per lei. Argento per la finlandese Hulkko in 30″19. Terza Efimova in 30″22. Castiglioni sesta in 30″35.

Pilato: “Sono contenta, un po’ me l’aspettavo ma è comunque la mia prima medaglia a un europeo quindi va bene così. Non mi aspettavo di fare mendo di ieri ma cinqueu centesimi è ottimo”. Castiglioni: “ci ho provato, un po’ delusa perché il secondo posto era alla portata, cercherò di dare il massimo nella staffetta mista.

Finale 100 farfalla uomini

Nei 100 Farfalla Burdisso ne ha sette davanti se guardiamo al suo tempo di qualificazione. Ce la metterà tutta. Szabo si lancia velocssimo. Milak è oro, e record dei campionati europei con 50″18. Argento per il bulgaro Miladinov in 50″93. Guy terzo con 50″99. Burdisso quintoin 51″39. Delusione per Szabo che chiude ottavo.

Burdisso: “Buona gara, adesso ne ho tenuta un po’ per la staffetta perché in staffetta dobbiamo volare. Oggi voliamo”.

Finale 200 dorso donne

Panziera favoritissima, parte con il tempo migliore rispetto a tutte le altre finaliste. i bacia le spalle prima della partenza. Già ai 50 mt impone l’andatura Panziera. Wild le sta alle costole ma son smepre 48 i centesimi di vamtaggio dell’italiana. E vola via, progreesione inarrestabile. Oro per Panziera in 2’06″08. Wild argento in 2’07″74 e bronzo per Burian in 2’07″87.

Panziera: “Sono veramente contenta del tempo, pensavo di rifare come ieri. Questo significa che sto lavorando bene. Sono contenta di essere riuscita a gestire una settimana così dura. Anche se a Riccione ero più serena, lucida. Qui invece ho basato la gara sulle avversarie. Per non farmi superare. E su questo devo lavorare. Speriamo queste staffette vadano bene”.

Finale 400 misti uomini

Corsia uno e due per i qualificati Razzetti e Matteazzi. Razzetti tocca per primo nella prima frazione. Sul dDorso passa in testa il giovanissimo Borodin. Razzetti gande difficoltà nel Dorso ma nella Rana dovrebbere andare meglio. Gara ancora aperta. Matteazzi recupera e va in quarta posizione.

Risalgono entrambi gli azzurri. Matteazzi terzo e Razzetti quinto al passaggio a Stile. Borodin non cede. Razzetti gara incredibile, si va a prendere l’argento in 4’11″17. Oro per il diciasettenne Borodin con 4’10″02. Bronzo per Litchfield in 4’11″56. Matteazzi in 4’12″79 è quinto.

Matteazzi: sono veramente felicissimo il mio obiettivo era fare la finale. Non mi sarei aspettato di fare questo tempo. Felice per Razzo che ha fatto un tempone straordinario”. Razzetti: “È assurdo. Non so cosa dire, è incredibile, ho migliorato10 secondi praticamente. Sono contentissimo. Non me l’aspettavo. Son contento della gestione della gara. Ero un po’ teso prima della partenza ma ora sono davvero felice”.

Finale 400 stile libero donne

Quadarella in corsia tre con il terzo miglior tempo delle semifinali. Quadarella settima ai 50 metri. Comincia a recuperare intorno ai 150 m. È terza. E sui 300 metri è prima. Tiene a distanza la Egorova. E tocca il muro per il suo sesto oro consecutivo in 4’04″66. Seconda la Egorova in 4’06″05 e 4’06″90 per la Kapas.

Quadarella: “Finalmente è finita. Piango per un mix di cose. Che non me l’aspettavo e ho visto mia sorella nel video che mi ha fatto emozionare tantissimo. Grazie a lei ho coinciato a nuotare e grazie a lei sono diventata quello che soo adesso. Avevo più paura qui rispetto a Glasgow. Non mi sentivo sicura e non era un europeo preparato. Ogni volta dico che non sento le pressioni in realtà un po’ le sento e voglio sempre fare la mia figura. L’ultimo 50 non ne avevo più ma ho dato tutto.

Finale staffetta 4×100 mista uomini

Italia in corsia tre con il terzo tempo di queste finali. una gara su cu gli azzurri puntano molto. Non una grande partenza di Ceccon. I britannici sono in grado di battere gli Stati Uniti. Occhio anche a Kolesnikov. Ceccon consegna una terza posizione a Martinenghi. Terza anche con il cambio di Martinenghi. Burdisso ce la mette tutta. E tiene la terza posizione. Partito Miressi. Miressi accelera, Scott imprendibile ma l’italia è bronzo. 3’29″93, bel crono. Oro per i britannici in 3’28″59 e argento per i russi in 3’29″50.

Miressi: “Siamo cresciuti molto, siamo stati vravi quindi contenti di aver preso l’argento. Non simao così tanto lontani dai primi due ma ci stiamo lavorando”. Burdisso: “mi mancavano queste emozioni, alla fine è anche uno sport di grippo il nuoto”. Ceccon: “son veramente stanco. Son contento perché ho datto il massimo che avevo oggi”. Martinnenghi: “Un tempo che oggi non mi aspettavo, sono un po’ cotto. Sono molto molto contento”.

Finale Staffetta4×100 mista donne

Quarto tempo e quarta corsia per l’Italia della staffetta in finale. Gran Bretagna in prima posizione. Poi olanda. Italia per ora sesta con la Panziera. Parte Castiglioni. Recupera e porta l’italia in seconda posizione. Terza l’Italia al cambio con Di Liddo. Perdiamo posizioni, parte la Pellegrini. E con un recupero assurdo Pellegrini ci porta al bronzo con 3’56″30. Primo posto per la Gran Bretagna in 3’54″01 e 3’56″25 per la Russia che va a prendersi l’argento.

Il medagliere italiano degli Europei 2021 Nuoto

Ed ecco il medagliere aggiornato a oggi. L’Italia per numero di medaglie si stacca decisamente da tutti assieme a Francia e Russia. Tutte le altre nazioni sono a meno della metà delle medaglie. Come dice tutta l’Italnuoto questa Italia in piscina è davvero fortissimaL’Italia agli europei di Nuoto di Budapest 2021 è la prima in classifica per numero di medaglie vinte: si è aggiudicata 27 Medaglie. Ecco quali sono:

suspension-trainer-trx

  • 11 medaglie per le donne:
    • Quadarella oro negli 800 Stile Libero;
    • Castiglioni argento nei 100 Rana.
    • Carraro bronzo nei 100 Rana.
    • Pellegrini argento nei 200 Stile
    • Quadarella oro nei 1500 Stile Donne
    • Caramignoli bronzo nei 1500 Stile Donne
    • Panziera argento nei 100 Dorso donne
    • Benedetta Pilato oro e RECORD DEL MONDO nei 100 Rana.
    • Pilato oro anche nei 50  Rana.
    • Panziera oro nei 200 Dorso.
    • Quadarella oro nei 400 Stile Donne.
  • 11 le medaglie maschili (per adesso nessun oro, “solo” tre bronzi e tre argenti):
    • Burdisso argento nei 200 Farfalla
    • Paltrinieri argento nei 1500m Stile Libero.
    • Acerenza bronzo nei 1500m Stile Libero
    • Miressi argento nei 100 Stile Libero.
    • 4×100 Stile Miress, Zazzeri, Ceccon, Frigo è un bronzo.
    • 4×200 Stile Ballo, Ciampi, De Tulli, Di Cola è un bronzo.
    • Razzetti bronzo nei 200 Misti Individuali
    • Paltrinieri argento negli 800 Stile Libero
    • Detti bronzo negli 800 Stile Libero
    • Martinenghi bronzo nei 50 rana
    • Razzetti argento nei 400 misti individuali
  • Nei Misti 5 medaglie,

    • 4×200 Stile Libero Misti è argento italiano con Ballo, Di Cola, Pellegrini e Panziera.
    • 4×100 Misti è bronzo con Panziera, Martinenghi, Di Liddo e Miressi.
    • 4×200 Misti Stile Libero Donne è bronzo italiano con Pirozzi, Gailli, Quadrella e Pellegrini.
    • 4×100 Stile Libero Misti è bronzo per Miressi, Ceccon, Pellegrini e Di Pietro.
    • 4×100 mista uomini è bronzo per Ceccon Martinenghi Burdisso e Miressi
    • 4×100 mista donne è bronzo per Panziera, Castiglioni, Di Liddo, Pellegrini.
8.2kviews

You may also like