Sguardo al Futuro: Secondo Giorno di Nuoto alle Olimpiadi di Tokyo 2021

secondo-giorno-olipiadi-tokyo-2021-pronostici

Foto: swimmingworldmagazine

Sguardo al Futuro: Secondo Giorno di Nuoto alle Olimpiadi di Tokyo 2021

Eccoci per il secondo sguardo di pseudopronostici in vista delle Olimpiadi di Tokyo. Sono molti gli argomenti che bollono in pentola. Come già abbiamo fatto in Uno Sguardo al Futuro: Primo Giorno di Nuoto alle Olimpiadi di Tokyo 2021, continuiamo a dare un’occhiata veloce a quelle che potrebbero essere le finali di ogni singolo giorno del nuoto, incluso qualche curioso aneddoto. Andiamo con il secondo giorno.

migliori occhialini nuoto allenamento gara swimmershop

Secondo giorno di nuoto alle Olimpiadi – 26 Luglio 2021

Nel secondo giorno vedremo le finali dei 100 Farfalla e 400 Stile Donne. Inoltre per gli uomini le finali dei 100 Rana e della staffetta 4×100 Stile. Ecco anche dove puoi dare un’occhiata alla lista definitiva dei nuotatori convocati per Tokyo 2021. L’italiano di massimo rilievo su cui puntare lo sguardo sarà Nicolò Martinenghi che gareggerà nei 100 Rana.

100 Farfalla Donne

Record del mondo detenuto da Sarah Sjostrom, fin dal 2016, con 55″48.
Campione Olimpico 2016: sempre Sarah Sjostrom, 2016, con 55″48.
Mggior numero di vittorie per gli Stati Uniti (6)
Maggior margine di vittoria: 1″36 secondi (di Inge de Bruijn su Martina Moravcoca nel 2000)
Cinque tempi migliori del 2021 per chi si è qualificato:

  1. Torri Huske (Stati Uniti) 55″6
  2. Zhang Yufei (Cina) 55″73
  3. Emma McKeon (Australia) 55″93
  4. Maggie MacNeil (Canada) 56″14
  5. Claire Curzan (Stati Uniti) 56″20
Curiosità storiche:

La vittoria di Kristin Otto alle Olimpiadi di Seoul del 1988 fu una delle sei che portò a casala Germania dell’Est. Germania che detiene il record per il maggior numero di titoli vinti da una nuotatrice in una singola edizione dei giochi. Ciononostante i documenti desecretati dopo la caduta del muro di Berlino hanno svelato che Otto era parte del sistematico programma di doping della Germania dell’Est.

Boa impermeabili portaoggetti nuoto

Rana uomini 100 m – un italiano tra i primi 5 in classifica!

Record del mondo detenuto da Adam Peaty fin dal 2019 con 56″88
Campione Olimpico 2016: Adam Peaty con 57″13.
Mggior numero di vittorie per gli Stati Uniti (4)
Maggior margine di vittoria: 1″56 secondi (di Adam Peaty su  Cameron van der Burgh nel 2016)
Cinque tempi migliori del 2021 per chi si è qualificato:

  1. Adam Peaty (Gran Bretagna) 57.39
  2. Arno Kamminga (Paesi Bassi) 57.90
  3. Michael Andrew (Stati Uniti) 58.14
  4. Nicolò Martinenghi (Italia) 58.29
  5. Ilya Shymanovich (Bielorussia) 58.46
Curiosità storiche:

Il britannico Adam Peaty è il favorito per l’oro a Tokyo. Se riuscirà a vincerlo si unirà all’altro unico nuotatore che abbia mai vinto l’oro due volte di seguito in questa specialità: il giapponese Kosuke Kitajima (2004/2008).

400 Stile Donne

Record del mondo detenuto da Katie Ledecky nel 2016 in 3’56″46.
Campione Olimpico 2016: sempre Katie Ledecky in 3’56″46.
Mggior numero di vittorie per gli Stati Uniti (11)
Maggior margine di vittoria: 15″ secondi (di Martha Norelius su Marie Braun nel 1928)
Cinque tempi migliori del 2021 per chi si è qualificato:

  1. Ariarne Titmus (Australia) 3’56″90
  2. Katie Ledecky (Stati Uniti) 3’59″25
  3. Li Bingjie (Cina) 4’02″36
  4. Tamsin Cook (Australia) 4’04″10
  5. Anna Egorova (Russia) 4’04″10
Curiosità storiche:

Quando Debbie Meyer vinse i 400 Stile nel 1968 durante le Olimpiadi in Messico City, mise insieme un pezzo della sua tripletta. Meyer si prese l’oro anche nei 200 e negli 800.

4×100 Staffetta uomini

Record del mondo dgli Stati Uniti stabilito nel 2008 con 3’08″24.
Campione Olimpico 2016: Stati Uniti (Dressel, Phelps, Held, Adrian) in 3’09″92 (ricordiamo che il quartetto italiano classificatosi per questa specialità –Ceccon, Martinenghi, Burdisso e Miressi– lo ha fatto con il tempo di 3’29″93).
Mggior numero di vittorie per gli Stati Uniti (9)
Maggior margine di vittoria: 4″ secondi (Stati Uniti sulla Germania nel 1964)

Curiosità storiche:

La staffetta 4×100 Stile ha fatto il suo debutto Olimpico nei giochi del 1964 Games, ma non venne disputata per ben due Olimpiadi, nel 1976 e nel 1980. Poi fu reinserita nel programma dei giochi nell’edizione del 1984.

You may also like