I muscoli che usi nel nuoto, per ogni Stile

muscoli-usati-nel-nuoto-nuotare-stili

Foto: Annie Grevers/Bri Groves

I muscoli che usi nel nuoto, per ogni Stile

Non è una novità che nuotatori e nuotatrici mantengano i loro fisici al massimo della forma con allenamenti in palestra (i cosiddetti allenamenti a secco usati per potenziare i vari stili – trovi qui alcuni esercizi ottimi e il link ad un ebook gratuito). Ecco quali sono i gruppi muscolari maggiormente coinvolti in ogni stile. Questo e solo una genericissimo riassunto, tutto è spiegato molto bene nel libro (in italiano) Swimming Anatomy.

Farfalla

muscoli farfalla nuoto

I delfinisti hanno le braccia. Tricipiti e bicipiti super tonici e spalle più larghe degli altri. Nonostante il movimento ondulatorio si affidi primariamente ad anche e addominali, è tutto il movimento della bracciata che li spinge avanti in acqua.

Farfalla è lo stile che richiede il maggior “ingaggio muscolare” tra tutti e 4. E anche il maggior impiego di muscoli nel singolo ciclo di bracciata. L’intensità dello sforzo è la maggiore.

migliori palette nuoto di sempre

Dorso

muscoli dorso nuoto

Dorsisti uguale cosce, glutei e dorsali. Per tenere il corpo nella corretta posizione ci si affida molto a petto e addominali. Un dorsista di livello può sembrare che si muova senza sforzo in acqua ma in realtà tutti questi gruppi muscolari vengono coinvolti. Si abituano a utilizzare i muscoli con una cadenza elevata e un’alta resistenza alla fatica.

Durante lo scatto in velocità a essere maggiormente attivi sono trapezio e dorsali. L’attivazione di questi due grandi gruppi muscolari ha come risultato l’improvviso aumento della frequenza di bracciata e una posizione più alta del corpo in acqua. Nonostante questi benefici, la flessione prolungata del collo e della schiena rende più faticoso il rollìo. Proprio per questo i gruppi muscolari di cui abbiamo parlato si attivano per un periodo limitato nel tempo.

Rana

muscoli rana nuoto

I ranisti dominano l’acqua con un massivo utilizzo della muscolatura degli arti inferiori. Gambe ben definite e le braccia che cercano di tenere il passo. L’andatura della bracciata è determinata dalla velocità che riescono a produrre con le gambe. Un ranista efficiente riesce ad unire la potenza delle gambe con quella dei pettorali. Questo tipo di stile favorisce un basso conteggio di bracciate per vasca e il rilassamento dei muscoli durante la fase di scivolamento. Pericolosissimi nella frazione dei Misti in cui recuperano clamorosamente.

Stile

muscoli stile libero nuoto

Gli stileliberisti hanno fianchi, mani e piedi. La rotazione sull’asse lungo del corpo di questo stile lo rende perfetto per chi è molto alto ed ha braccia e gambe lunghe. Dopo l’iniziale fase di presachi fa Stile si affida ai muscoli più grandi di braccia e gambe per spingersi in avanti. Un buon core (addominali e bassa schiena) è necessario per un’efficace connessione tra gambe e braccia per la migliore propulsione possibile.

Misti

muscoli misti nuoto

I misti? Tutto insieme 😁

Tratto da: https://www.swimmingworldmagazine.com/news/a-look-at-swimmer-muscles-by-stroke//

1.1kviews

You may also like