Nuoto: 56 anni fa, la tragedia di Brema. Una sventura tremenda.

    nuoto tragedia di brema

    Foto: Dittmeyer

    Nuoto: 56 anni fa, la tragedia di Brema. Una sventura tremenda.

    Oggi è l’anniversario di una tragedia. Una tragedia che coinvolge nello specifico anche il mondo del nuoto.  Il 28 gennaio 1966 precipitò, durante il momento dell’atterraggio, un aereo della Lufthansa partito da Francoforte. A bordo c’erano 46 persone e nessuna si salvò. Il mondo del nuoto ricorda questa tragedia poiché  tra quei 46 sfortunati c’era una selezione della Nazionale di Nuoto italiana. Erano diretti, assieme al giornalista Nico Sapio (principale giornalista sportivo RAI che si occupava del Nuoto Italiano) al meeting di Brema.

    migliori occhialini cobra ultra nuoto

    Il meeting di Brema

    Le cause dell’incidente non sono chiare (vedi sotto, un libro le analizza). Il maltempo (scarsa visibilità) unito a un guasto strumentale e forse anche a una manovra errata, in conseguenza di un malore del pilota, causò uno stallo  e lo schianto dell’aereo.  Il meeting di Brema era una manifestazione molto prestigiosa. Non venne interrotta e venne usato un drappo nero sulle corsie che erano riservate agli atleti italiani e dei fiori sui blocchi di partenza.

    La stele in ricordo dei caduti

    Ci sono diverse lapidi che ricordano i caduti. Forse la principale è quella eretta in Norderländer Strasse, non lontano dal luogo dell’incidente. La stele recita: “Il 28 gennaio 1966 nel cielo di Brema si infrangevano per crudele destino le vite dei giovani nuotatori italiani Bruno Bianchi, Amedeo Chimisso, Sergio De Gregorio, Carmen Longo, Luciana Massenzi, Chiaffredo Rora, Daniela Samuele, dell’allenatore Paolo Costoli e del telecronista Nico Sapio mentre erano avviati ad una gioiosa competizione di sport. Il Comitato Olimpico Italiano e la Federazione Italiana Nuoto posero questa stele sul luogo del sacrificio per affidare il ricordo degli scomparsi alla fedele e fraterna amicizia degli sportivi di Germania

    Advertisement
    “.

    Non solo lapidi ricordano l’infausto incidente, come sa chi pratica nuoto agonistico, a commemorare i caduti sono anche due trofei italiani molto famosi, il Trofeo Nico Sapio (in ricordo del giornalista omonimo) e la Coppa Caduti di Brema.

    Chi erano i caduti

    occhialini allenamento nuoto

    Ecco chi erano i nuotatori e le nuotatrici che persero la vita in quel terribile incidente:

    • Bruno Bianchi, 23 anni, stileliberista, capitano della Nazionale.
    • Amedeo Chimisso, 20 anni, dorsista, all’inizio della sua carriera.
    • Sergio De Gregorio, 20 anni, stileliberista e delfinista. Aveva migliorato 16 record assoluti di cui 8 individuali.
    • Carmen Longo, 19 anni, ranista e mistista. Primatista assoluta nei 200 rana.
    • Luciana Massenzi, 21 anni, stileliberista e dorsista. Primatista italiana nei 100 dorso. Aveva migliorato 9 record assoluti di cui 6 individuali.
    • Chiaffredo Rora, 21 anni, dorsista e stileliberista, suo un record europeo.
    • Daniela Samuele, 17 anni, mistista e delfinista, alla seconda presenza in Nazionale.
    • Infine Paolo Costoli, un pioniere del nuoto di fondo.

    Il libro L’Ultima Bracciata – la tragedia di Brema 1966

    Sul tragico incidente, per chi volesse saperne di più, è stato scritto anche un libro “L’Ultima Bracciata la tragedia di Brema 1966“. Edito da Infinito Edizioni e scritto da Francesco Zarzana (con prefazione del presidente Federnuoto Paolo Barelli) racconta sia la tragedia che l’inchiesta seguita alla stessa per far luce sulla vicenda. Un libro doveroso per ricordare atleti e atlete che persero la vita in quella sfortunata giornata.

    Articoli Simili:

    Mare Nostrum alla Tappa di Canet: Sjostrom e Blume
    Mare Nostrum alla Tappa di Canet: Sjostrom e Blume Altre due giornate di Mare Nostrum sono passate a Canet, Francia. Ecco i risultati di rielivo che abbiamo ...
    Come gli USA vedono l'Italia del nuoto Olimpico
    Come gli USA vedono l'Italia del nuoto Olimpico Vorrei pubblicare alcune considerazioni di SwimmingWorldMagazine (rivista online statunitense specializzata n...
    Record del Mondo per l'Italia nella Staffetta 4x50 Mista
    Record del Mondo per l'Italia nella Staffetta 4x50 Mista Il nuovo record del mondo nella staffetta 4x50 Misti è italiano ed è stato infranto ai Campionati Eu...
    Continua la Polemica sulle Proteste alle Olimpiadi 2021
    Continua la Polemica sulle Proteste alle Olimpiadi 2021 infuria la polemica ormai a livello mondiale, come è giusto che sia trattandosi di un evento quale so...
    La 15enne Summer McIntosh, terza più veloce di sempre nei 400
    La nuotatrice quindicenne Summer McIntosh è la terza più veloce di sempre nei 400 Misti Alle scorse Oimpiadi di Tokyo la canadese Summer McIntosh ha iniziato...
    FINA annuncia il calendario della Swimming World Cup 2021
    FINA annuncia il calendario della Swimming World Cup 2021 La Federazione Internazionale Nuoto ha finalmente confermato il calendiario della FINA Swimming Wor...
    La progressione nei 100 Dorso di McKeown per il record del mondo
    La progressione nei 100 Dorso di McKeown per il record del mondo L'australiana Kaylee McKeown debuttò ai campionati mondiali di nuoto 2017. Si tenevano a Bud...
    Mare Nostrum 2022: chi sono i convocati per l'Italia?
    Mare Nostrum 2022: chi sono i convocati per l'Italia? Siamo arrivati finalmente al Mare nostrum. Dal 21 Maggio fino al 29, cambiando località, si svolgeranno...
    509views

    You may also like