Chi si è qualificato a Mondiali ed Europei di Nuoto. E un breve riassunto.

    campionati-italiani-primaverili-vasca-lunga-riassunto-2022

    Assoluti UnipolSai Primaverili Nuoto. Un breve riassunto.

    Ci siamo, è il momento di tirare le somme. Vediamo sinteticamente i momenti più importanti di questi Assoluti primaverili di nuoto 2022. I tempi e i record più importanti. Ma sopratutto chi si è qualificato per i Mondiali di Budapest e per gli Europei di Roma 2022.

    paracadute-nuoto-frenato-trattenuto

    Atletə qualificatə ai mondiali di Budapest

    Tra le donne sono in otto a passare, il tempo per i mondiali, includendo due bei record:

    • Simona Quadarella negli 800 Stile in 8’24″23 e nei 1500 in 15’59″32
    • Benedetta Pilato nei 50 rana in 29″85, nei 100 rana in 1’05″70 con il record RECORD ITALIANO di Categoria e nella 4×100 mista
    • Arianna Castiglioni nei 100 rana 1’06″17
    • Silvia Scalia nei 50 dorso in 27″66 RECORD ITALIANO
    • Silvia Di Pietro nella 4×100 mista con 54″91 nei 100 Stile Libero
    • Chiara Tarantino nella 4×100 mista con 54″91 nei 100 Stile Libero
    • Margherita Panziera nella 4×100 mista con 1’00″25 nei 100 Dorso
    • Elena Di Liddo nella 4×100 mista con 58″70 nei 100 Farfalla

    Tra gli uomini invece ne troviamo tredici e un solo record:

    • Marco De Tullio nei 400 Stile Libero in 3’44″47 pp e nella 4×200 in 1’46″29 pp
    • Thomas Ceccon nei 100 Dorso in 52″99 e nella 4×100 mista
    • Nicolò Martinenghi nei 50 Rana in 26″49, nei 100 rana in 58″57 e nella 4×100 mista
    • Simone Cerasuolo nei 50 Rana in 26″85 con il record RECORD ITALIANO di Categoria
    • Gregorio Paltrinieri  nei 1500 Stile Libero in 14’44″39
    • Alessandro Miressi nei 100 Stile Libero in 47″88, nella 4×100 Stile Libero e nella 4×100 mista
    • Lorenzo Zazzeri nella 4×100 Stile Libero in 48″45
    • Manuel Frigo nella 4×100 Stile Libero in 48″50
    • Leonardo Deplano nella 4×100 Stile Libero in 48″68
    • Gabriele Detti nella 4×200 in 1’47″50
    • Stefano Di Cola nella 4×200 in 1’47″55
    • Stefano Ballo nella 4×200 in 1’47″75
    • Piero Codia nella 4×100 mista con 51″65 nei 100 Farfalla

    Atletə qualificatə agli Europei di Roma 2022

    Agli europei le donne qualificate sono quattro con ben due record:

    • Simona Quadarella negli 800 sl in 8’24″23 e nei 1500 in 15’59″32
    • Benedetta Pilato nei 50 rana in 29″85 e nei 100 rana in 1’05″70 con il record RECORD ITALIANO di Categoria
    • Arianna Castiglioni nei 100 rana 1’06″17
    • Silvia Scalia nei 50 dorso in 27″66 RECORD ITALIANO

    Gli uomini invece si qualificano in 10 con un solo record

    • Marco De Tullio nei 400 sl in 3’44″47 pp e nella 4×200 in 1’46″29 pp
    • Thomas Ceccon nei 100 dorso in 52″99
    • Nicolò Martinenghi nei 50 rana in 26″49, nei 100 rana in 58″57
    • Simone Cerasuolo nei 50 rana in 26″85 con il record RECORD ITALIANO di Categoria
    • Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero in 14’44″39
    • Alessandro Miressi nei 100 stile libero in 47″88, nella 4×100 stile libero
    • Lorenzo Zazzeri nella 4×100 stile libero in 48″45
    • Manuel Frigo nella 4×100 stile libero in 48″50
    • Leonardo Deplano nella 4×100 stile libero in 48″68
    • Filippo Megli nella 4×100 stile libero in 48″77

    Ma ecco più nel dettaglio cosa è successo in questi giorni di assoluti.

    Migliori palette nuoto allenamento convenienti qualità

    Primo giorno di finali

    Nella prima “serata” di finali è stata una bella battaglia nei 400 Stile. Con un tempo di 3’44″47 Marco De Tullio si è aperto la strada per i Mondiali di Budapest battendo Lorenzo Galossi (3’45″93) e Gabriele Detti (3’46″12). De Tullio ha fatto una gara sul filo del rasoio ma negli utlimi 100 metri ha oltrepassato gli avversari ed è andato a chiudere. I pariziali di De Tullio nelle ultime due vasche sono stati di 55″35.  Mentre Galossi aveva un 55″89 e Detti un 56″09.

    Nei 100 Rana la mitica Benedetta Pilato è stata l’unica ad andare sotto gli 1:06. Ha infatti vinto in 1:05.70. Decisamente un ottimo segnale e grande soddisfazione per lei che dimostra di non aver paura nemeno dei 100m, alla faccia delle malelingue. Seguono Arianna Castiglioni, che tocca in 1’06″17, e Lisa Angiolini con 1’06″82 .

    Sorpresa nei 200 Farfalla uomini. Giacomo Carini vince in 1’55″33. Più veloce del 1’55″79 di Alberto Razzetti. Terzo posto invece per Federico Burdisso (1’56″16) che si era preso il bronzo a Tokyo. Burdisso dopo aver guidato la gara per le prime tre virate è stato raggiunto da Carini e Razzetti che hanno dato tutto negli ultimi 50 metri, chiudendo in bellezza. Parziali degli ultimi 50 metri? Carini 30″50, Razzetti 30″81, Burdisso 31″33.

    La medaglia di bronzo Olimpica Simona Quadarella “flexa” negli 800 Stile e si qualifica per mondiali ed europei in 8’24″23. Martina Caramignoli chiude in 8’31″03. Caramignoli era attaccata a Quadarella nei primi 200 metri ma poi quest’ultima ha preso il via e già a metà gara era avanti di un paio di secondi.

    In volata, Luca Dotto ha superato Leonardo De Plano di un solo centesimo chiudendo in 21″86. Michele Lamberti e Thomas Ceccon sono stati gli unici atleti a superare la barriera dei 25 secondi nei 50 Dorso. Lamberti vince in 24″95. Ceccon secondo in 24″99. Sara Franceschi ha prevalso nei 400 misti individuali femminili in 4’40″13.

    Migliori palette nuoto allenamento convenienti qualità

    Il secondo giorno di finali

    La seconda sessione di finali dei Campionati Italiani di Riccione si è svolta domenica. Thomas Ceccon ha alzato l’asticella nei 100 Dorso. Il 21enne è stato l’unico atleta a rompere la barriera dei 54 secondi e ha fatto un po’ di più grazie alla sua prestazione di 52″99. Ceccon era stato grande alle Olimpiadi di Tokyo. Aveva mancato il podio di pochissimo nei 100 dorso. Ma ha dato un contributo essenziale all’Italia nella staffetta dei 4×100 misti che ci è valsa un Bronzo. Con questo tempo inferiore a 53 secondi Ceccon sembra essere sulla buona strada per presentarsi minaccioso ai Campionati del Mondo di giugno a Budapest. Secondo posto dietro a Ceccon è Michele Lamberti, con il tempo di 54″55.

    Nicolò Martinenghi sbaragia nei 100 rana. Il suo tempo è 58″57. Non lontano dal 58″33 che gli valse il bronzo alle Olimpiadi. Anche per lui il futuro sembra radioso. Ricordiamo che alle Olimpiadi Martinenghi è finito dietro solo a Adam Peaty e Arno Kamminga.

    Francesca Fangio vince “facile” nei 200 rana femminili. Lo fa in 2’23″60 a più di due secondi dalla seconda Lisa Angiolini (2’25″64). Nei 200 stile libero emerge Alice Mizzau in 1’59″59. Silvia Scalia sbanca tutto nei 50 dorso con 27″66. Segue in 28″22 Margherita Panziera. Nel frattempo, Piero Codia vince in 23″56 i 50 Farfalla. I 100 Farfalla donne se li aggiudica Elena Di Liddo in 58″70.

    Terza giornata di finali

    Alessandro Miressi e Gregorio Paltrinieri hanno entrambi dato spettacolo nella terza giornata dei Campionati Italiani di Nuoto a Riccione. Miressi ha vinto i 100 Stile in 47″88. Con parziali di 22″84/25″04 chiude a distanza da Lorenzo Zazzeri (48″45). Paltrinieri è il primo dei 4 nuotatori che arrivano alla fine degli 800 Stile sotto i 7’50. Tocca in 7’46″01. Seguono Gabriele Detti (7’48″07) e Luca de Tullio (7’49″19). Lorenzo Galossi, a 15 anni, piazza il record italiano di categoria in 7’49″76 piazzandosi al quarto posto.

    In buona forma anche Simona Quadarella, campionessa del mondo 2019, che ha vinto i 1500 Stile in 15’59″32 davanti a Martina Caramignoli (16’08″03). Alberto Razzetti vince i 200 Misti in 1’58″70 e Sara Franceschi, stessa specialità, in 2’11″94.

    Quarto giorno finali

    Marco de Tullio conclude il penultimo giorno di finali con la vittoria nei 200 Stile in 1’46″29. De Tullio a metà gara era dietro al detentore del record italiano, Filippo Megli, e a Stefano di Cola. Ma nei secondi cento ha innestato la marcia con un parziale di 53″98. Poi 26″50 negli ultimi cinquanta metri. E si è preso il titolo. Un ultimo 50 di 26″79 porta Gabriele Detti dal settimo al secondo posto in 1’47″50. Poi Di Cola in 1’47″55. Sei nuotatori finiscono sotto gli 1’48.

    Silvia di Pietro aveva fatto 24″97 nelle batterie dei 50 Stile. Nelle finali stampa un 25″10 davanti a Chiara Tarantino che chiude in 25″42. Piero Codia vince i 100 Farfalla in 51″65. Con una partenza più veloce di tutti gli altri (parziale di 23″76) è 0″59 davanti agli altri. Nei secondi 50 il parziale di 27″89 lo fa finire di 0″39 davanti a Federico Burdisso. Burdisso che ferma il crono a 52″04 con Matteo Rivolta terzo in 52″16.

    Matteo Restivo vince i 200 Dorso in 1’57″56, quindici centesimi davanti a Lorenzo Mora (1’57″71). Margherita Panziera si prende i 100 Dorso in 1’00″25 dopo aver recuperato terreno a metà gara su Silvia Scala (che ferma il tempo a 1’00″33). Panziera, detentrice del record italiano, chiude fuori dal tempo necessario di 59.50. Ma entrambe si piazzano dentro il tempo Fina classificato come “A time”. Ilaria Cusinato vince i 200 Farfalla in 2’10″36 ed è fuori sia dal tempo di qualificazione che dal “A time”. Luca Pizzini vince i 200 Rana in 2’10″98

    Ultimo giorno di finali

    Nella giornata conclusiva dei Campionati Italiani, uno dei più grandi nuotatori di fondo al mondo ha ottenuto la sua seconda vittoria. Due giorni dopo aver nuotato in 7’46″88 negli 800 liberi, Gregorio Paltrinieri ha dominato i 1500 Stile segnando il tempo di 14’44″39. Paltrinieri è il secondo nuotatore più veloce nella storia di questa specialità e, sebbene fosse a più di 10 secondi dal suo personale, è stato il più veloce. È molto probabile che affronterà i rivali Florian Wellbrock (Germania), Mykhailo Romanchuk (Ucraina), Bobby Finke (USA) e altri ai Mondiali di Budapest di questa estate.

    Un’altra prestazione da speedy gonzales è stata quella di Nicolò Martinenghi. Martinenghi vince i 50 Rana con un tempo di 26″49. Segue Simone Cerasuolo in 26″85. Nei 50 Rana la detentrice del record mondiale Bendetta Pilato ha conquistato il titolo in 29″85. Sebbene lontana dal suo personale di 29″30 (e anche dal suo tempo nelle batterie di 29″58). Arianna Castiglioni, primatista nazionale italiana nei 100 Rana, è seconda dietro Pilato in 30″34.

    Nei 400 Stile è Simona Quadarella a finire prima in 4’08″72, per soli otto decimi di secondo. Magherita Panziera ha vinto quasi in scioltezza i 200 Dorso in 2’08″63. Alberto Razzetti ha vinto i 400 Misti in 4’13″83, mentre l’ultima gara, i 50 Farfalla, se l’è aggiudicata Silvia Di Pietro in 26″08.

    Risultati crono

    costumi nuoto uomo

     

     

    Articoli Simili:

    Notizie di Nuoto su Pass Olimpici... e amenità varie
    Notizie di Nuoto su Pass Olimpici... e amenità varie Cos'è successo nella settimana passata nel mondo del nuoto? Ecco una breve rassegna di aggiornamenti tut...
    Coppa LEN 2021. Paltrinieri, Acerenza e Gabbrielleschi sul podio
    Coppa LEN 2021. Paltrinieri, Acerenza e Gabbrielleschi sul podio La terza tappa della coppa LEN di Acque Libere 2021 si è tenuta lo scorso 25 Settembre. A Ba...
    Nuoto e Doping: Steroidi Anabolizzanti per Andre Calvelo, a posto Di Giorgio che torna alle gare
    Nuoto e Doping: Steroidi Anabolizzanti per Andre Calvelo, a posto Di Giorgio che torna alle gare Andre Calvelo, vincitore dei 100m Stile Libero la scorsa set...
    Record del Mondo per l'Italia nella Staffetta 4x50 Mista
    Record del Mondo per l'Italia nella Staffetta 4x50 Mista Il nuovo record del mondo nella staffetta 4x50 Misti è italiano ed è stato infranto ai Campionati Eu...
    Campionati Nazionali di Nuoto Irlandesi, come vanno?
    Campionati Nazionali di Nuoto Irlandesi, come vanno? Per chi non lo sapesse sono in corso i Campionati di Nuoto irlandesi, in cui gli atleti potranno fare i ...
    Paltrinieri Sta Meglio: Inizia la Preparazione a Livigno
    Paltrinieri Sta Meglio: Inizia la Preparazione a Livigno Finalmente la buona notizia che aspettavamo, anche se è sempre bene stemperare l'ottimismo nella nec...
    Nuoto Americano: chi Vedremo a Tokyo 2021
    Nuoto Americano: chi è qualificato per Tokyo 2021 Sono terminate le gare di selezione Olimpica negli Stati uniti (a Omaha, Nebraska). Abbiamo visto alternars...
    Campionato di pallanuoto femminile Serie A1, si va verso lo scudetto
    Campionato di pallanuoto femminile Serie A1, si va verso lo scudetto Avevamo visto precedentemente le gare della prima parte di campionato. Adesso passiamo a...

    You may also like