Migliorare lo Stile Libero, su di velocità – esercizio 2

    migliorare-stile-libero

    foto: pixabay

    Migliorare lo Stile Libero, su di velocità – esercizio 2

    Nel primo esercizio di questa serie di 3 esercizi per migliorare l’efficienza del tuo Stile Libero, ci siamo concentrati sul conteggio bracciate. Adesso, nella seconda parte, inseriamo un’altra variabile nell’equazione che ti farà andare più veloce: …la velocità! Se hai fatto il primo esercizio avrai sperimentato il conteggio delle bracciate e trovato un numero di bracciate per vasca che ti permette di nuotare comodamente per 50, 100 o 1000 metri (attenzione: comodamente non vuol dire lentamente ma solo senza sfinirti). Adesso vediamo quanto puoi andare veloce a quella determinata frequenza di bracciata.

    migliori palette nuoto di sempre

    Ecco perché lo faremo (in fondo pagina trovi il video)

    Imparare a nuotare più velocemente senza aggiungere bracciate alla frequenza di bracciata ti insegna una cosa. Ovvero come ottenere di più da ogni singola bracciata, ottimizzare al meglio ogni bracciata. Come beneficio avrai anche virate più pulite, miglioramento della respirazione e attivazione ottimale della battuta di gambe.

    Passo passo, come eseguire l’esercizio

    1. Per fare questo esercizio basta dedicargli una sola “serie”. La serie è di 4 ripetute di 4 x 50 m. Devi utilizzare lo stesso numero di bracciate per tutta la serie, ma ogni 50 m DEVE essere più veloce del precedente. Nel video qui sotto il nuotatore ha usato 13 bracciate all’andata e 14 al ritorno.
    2. Per i primi 50 metri prenditela comoda. Nel video il tempo del nuotatore è di 35 secondi.
    3. Nei secondi 50 spingi dal muro con un po’ più di energia e cerca di prendere un po’ più di acqua con ogni bracciata/trazione. Puoi anche iniziare a inserire un poco di gambe. Ma ricorda, la cosa più importante è che tu utilizzi lo stesso numero di bracciate per vasca. Nel video il tempo di questi secondi 50 è di :34 secondi.
    4. Advertisement
    5. Terzi 50, ecco che tutto aumentà di intensità. Spingi con più forza, aumenta la battuta di gambe, reggiungi il massimo allungo con ogni bracciata. Tempo del nuotatore nel video :31 secondi.
    6.  Gli ultimi 50 della ripetuta dovresti farli nuotando alla massima velocità a cui riesci a nuotare SENZA aumentare il numero di bracciate per vasca. Sappiamo che può essere esasperante ma ti migliorerà tantissimo fare questo esercizio almeno due o tre volte la settimana in allenamento. Siccome stai cercando la massima velocità, potresti voler inserire una gambata a Delfino. Giusto per mantenere la velocità dopo la virata. Se ne aggiungi più di uno puoi mettere a rischio l’efficacia dell’esercizio, non farlo. Scoprirai che è abbastanza difficile andare molto veloce senza aggiungere battute di gambe a Delfino (questo la dice lunga anche sull’importanza di questo aspetto, conosciuto anche come “Quinto Stile“). In questa fase dell’esercizio rimanere troppo in fase subacquea non ti permetterà di aumentare la velocità.

    Consigli PRO

    Alla fine dell’ultimo 50 ritorna al tempo della prima vasca e ricomincia con un altro 4 x 50. Una volta che li avrai completati tutti e 4, se li hai fatti nel modo giusto, non solo avrai imparato di più sul tuo Stile Libero ma sarai anche un po’ stanco!

    Potresti anche notare che quando spingi con più energia in virata, prendi più acqua in bracciata, aumenti le gambe, la frequenza di bracciata tende ad abbassarsi man mano che la tua velocità  aumenta. È importante che tu mantenga l’esatto numero di bracciate per vasca durante tutto l’esercizio. Altra cosa da notare, se cerchi di andare troppo veloce il tuo corpo finirà per aggiungere una bracciata anziché toglierla. Cerca di evitare che questo succeda, evitalo a tutti i costi. Solo così potrai sentire e capire l’efficacia di questo esercizio.

    tratto da Goswim.tv

    Articoli Simili:

    Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 2
    Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 2 Ecco la seconda fase dell'esercizio per imparare bene la virata aperta. Anche se sai già come farle ...
    Migliorare Gambe Rana con l'Utilizzo dell'Elastico Pull Buoy
    Migliorare Gambe Rana con l'Utilizzo dell'Elastico Pull Buoy Sai che Migliorare Gambe Rana con l'Utilizzo dell'Elastico Pull Buoy (e con altri strumenti) è e...
    Virate con spinta stabile
    Virate con spinta stabile Cosa si intende con Virate con spinta stabile? Quando un nuotatore (sia giovane che stagionato) esce da una virata capita spesso ch...
    Esercizi a Dorso - l'incrocio
    Aiutare i nuotatori ad evitare l'incrocio delle mani sopra la testa durante l'esecuzione della bracciata (il cosiddetto crossover) è un lavoro che gli allenator...
    Stile Libero - lavorare sull'equilibrio della muscolatura di supporto
    Perché lavorare sull'equilibrio della muscolatura di supporto? Assicurarti che nella posizione di scivolamento il tuo corpo sia il più bilanciato possibile può...
    Stile Libero – ridurre le bracciate sui 100m
    Ecco un semplice esercizio che puoi aggiungere a qualsiasi serie per avere un quadro più completo di quello che effettivamente conosci del tuo modo di nuotare! ...
    Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 3
    Ecco la terza fase dell'esercizio per imparare bene la virata aperta. Anche se sai come virare questo esercizio aumenterà la tua velocità di rotazione aumentand...
    Esercizi Consigliati in Recupero Attivo (Defaticamento)
    Esercizio Consigliato in Recupero Attivo (Defaticamento) Nuotare in scioltezza o recupero attivo (vedi questo precedente articolo). Defaticamento? Comunque l...
    381views

    You may also like