Allenamento nuoto per dimagrire, prima scheda

    Allenamento nuoto per dimagrire, prima scheda

    Eccoci alla prima scheda di allenamento nuoto per dimagrire. La scheda è concepita su un “nuotatore medio generico”. Può essere interessante per iniziare l’attività ma dopo le prime settimane i migliori risultati si ottengono con un allenamento personalizzato progettato tenendo conto della tua età, del tuo stato di forma e della tua abilità nel nuoto, nonché del tempo che hai effettivamente a disposizione per allenarti. Puoi contattarci gratuitamente e senza impegno per capire meglio come ottimizzare il tempo a tua disposizione.

    istruttore nuoto online gratuito - foto by freepik

    foto by freepik

    La prima scheda di allenamento nuoto per dimagrire

    Dopo la scheda che trovi qui troverai anche il link per scaricarla in PDF e portarla con te in piscina, all’inizio della scheda sono riassunte alcune informazioni utili. Cosa ti serve per nuotare questa scheda:

    Riscaldamento – dovresti stare intorno al 50/60% della tua massima frequenza cardiaca (vuol dire nuotare a media velocità

    Advertisement
    , senza stancarsi)

    • 2 x 50 m Stile Libero 20 secondi di recupero
    • 2 x 50 m Stile Libero (alternando un 25m a stile completo/ 25 m allungando al massimo il braccio sinistro quando la mano entra in acqua/25m a stile completo/ 25 m allungando al massimo il braccio destro quando la mano entra in acqua) – 20 secondi di recupero
    • 2 x 50 m Dorso (alternando un 50 dorso completo a un 50 accentuando molto la rotazione delle spalle) – 10 secondi di recupero
    • 2 x 50 m Rana (concentrandosi sulla corretta entrata in acqua della testa, occhi che guardano il fondo della vasca)- 10 secondi di recupero

    Parte centrale dell’allenamento (aerobica) – dovresti stare intorno al 65/70% della tua massima frequenza cardiaca (vuol dire nuotare a velocità sostenuta)

    • 4 x 50 m gambe stile (alternando un 50 con tavoletta a un 50 senza. Gambe con testa sotto che guarda il fondo e braccia avanti , una mano sopra l’altra: respiro in avanti con una bracciata a rana quando ho bisogno) – 15 secondi di recupero (da diminuire se a fine allenamento ti rendi conto che è stato troppo facile)
    • 8 x 50 m alternando una vasca a stile e una a dorso – 15 secondi di recupero 
    • 4 x 50 m gambe dorso – 10 secondi di recupero
    • 6 x 100 m stile – 20 secondi di recupero

    Defaticamento – dovresti nuotare molto lentamente allungando bene tutto il corpo, nuota fluido e rilassato, è il recupero attivo.

    • 4 x 50 m Stile Libero – 10 secondi di recupero
    • 2 x 50 m Dorso – 10 secondi di recupero
    • 2 x 50 m Rana – 10 secondi di recupero

    Totale: 400 + 1400 + 400 = 2200 m (NOTA BENE: se non hai sufficiente tempo per nuotare tutto l’allenamento elimina l’ultima serie di riscaldamento, una serie di gambe dorso di parte centrale e l’ultima del defaticamento)

    Note per una corretta esecuzione: 1) nuotare in defaticamento le stesse lunghezze/stili che nuoti in riscaldamento ma a un’altra andatura, favorisce l’aumento della percezione della propria nuotata e ti abitua a controllarla.

    2) concentrarsi su aspetti anche minimi della tecnica mentre si nuota aiuta la migliore esecuzione delle nuotate, i nemico dello stile ben nuotato è la distrazione.

    3) se riesci ad arrivare a fine della pare centrale senza essere stanco allora probabilmente vuol dire che devi ridurre la pause di recupero o che non hai nuotato alla velocità giusta.

    4) Il tempo di recupero è sempre per ogni ripetuta (4×50 m vuol dire che ogni 50 m nuotati fai pausa recupero)

    5) Quando trovi indicata un’attrezzatura che non hai, puoi sempre sostituire eliominando l’attrezzo, ovviamente a discapito dell’efficacia dell’allenamento

    ATTENZIONE: Icarus Project/Swimmershop non è in alcun modo responsabile per eventuali danni fisici o psichici indotti da una cattiva esecuzione degli esercizi proposti nei programmi. L’utente che scarica i programmi li esegue sotto la propria responsabilità sollevando Icarus Project/Swimmershop e i suoi proprietari/gestori da qualsiasi responsabilità civile o penale.

    schede allenamentonuoto personalizzate - foto by pixabay

    foto by pixabay

     

    Articoli Simili:

    Allenamento - battuta di gambe senza pinne
    Di solito i Master si lamentano un sacco di questa serie ma dopo l'allenamento ne sono sempre entusiasti. La regola di oggi è NIENTE PINNE, non importa quanto t...
    Tempo Trainer in "modalità 2" - Parte 1
    Proprio quando pensi di aver esaurito le varianti di allenamento, salta fuori qualcuno che ti convince a leggere il manuale fornito con gli attrezzi da allename...
    Usare le Palette per Potenziare la Bracciata del Triatleta - un allenamento
    Usare le Palette per Potenziare la Bracciata del Triatleta In Usare le Palette per Potenziare la Bracciata del Triatleta ti suggeriamo un allenamento che pot...
    Piramidali estremi, un allenamento per nuotatori tosti ma non troppo
    Piramidali estremi, un allenamento per nuotatori tosti ma non troppo In Piramidali estremi devi cercare di controllare il ritmo dei tuoi piramidali nonostant...
    Allenamento - Gambe pullbuoy e accelerazioni controllate
    Gambe pullbuoy e accelerazioni controllate In gambe pullbuoy e accelerazioni controllate potrai mettere alla prova capacità di scattista e resistenza. un all...
    Allenamento - Metti alla prova le tue pinne EDGE
    Prova a inserire queste serie nel tuo allenamento, sono quelle utilizzate per lo sviluppo delle nuove pinne corte da allenamento EDGE della FINIS! La serie c...
    Nuoto: 2 allenamenti facili di fine anno.
    Nuoto: 2 allenamenti facili di fine anno. Ecco altri due allenamenti, stavolta co un livello di difficoltà facile. Vanno bene per chi nuota da poco o comunqu...
    Allenamento facile in acque libere in circa un'ora
    Allenamento facile in acque libere in circa un'ora Ecco un allenamento abbastanza facile da praticare in acque libere per una distanza di circa 3000 m (posso...
    480views

    You may also like