I record di Duke Paoa Kahanamoku – Anversa 1920

    olimpiadi 1920Dopo i terribili anni della prima guerra mondiale (infatti nel 1916 non si disputò nessuna olimpiade) si arriva al 1920 ad Anversa.

    E’ in questa edizione dei giochi che viene introdotto il “giuramento dell’atleta“; letto da un atleta in rappresentanza di tutti gli altri, il giuramento promette sportività, onestà e gare pulite.

    Nel nuoto ci sono molti nomi nuovi, ma qualcuno dei vecchi resiste.
    Resiste l’australiano Beaurepaire, patetico nome che invita ai dolci ritiri, e che insegue ancora, ostinato, il miraggio di una medaglia d’oro che la sua attività ventennale, sempre tra i primissimi, sembra fargli pretendere:
    e tenterà ancora, tra quattro anni.
    Resiste l’hawayano Duke Paoa Kahanamoku, che vince ancora i 100 metri stile libero e abbassa record olimpico e mondiale; si è portato dietro un conterraneo dallo sprint veloce, che è un buon secondo, Pua Kealoha.

    Perchè le olimpiadi del dopoguerra sono, nel nuoto, il trionfo degli stati uniti.
    Il nuoto americano esplode come una furia: nelle fredde piscine di Anversa le bracciate degli atleti statunitensi picchiano l’acqua con decisa violenza, la battuta dei piedi si è fatta intensa, quasi frenetica…
    Non vi è posto per nessun altro nei 100 metri stile libero; nei 400 stile libero Norman Ross e Ludy Langler si prendono il primo e il secondo posto; nei 1500 stile libero, Ross primo ancora; primo un altro Kealoha, Warren, nei 100 dorso (e secondo un alro statunitense).
    Soltanto nella rana ci sono medaglie d’oro per gli altri e questa volta si tratta di svedesi.
    La staffetta fa partire McGillivray e, dietro, Kealoha, Ross, e ultimo la freccia Kahanamoku: l’Australia che corre allo spasimo resta indietro di 21″.
    Record del mondo naturalmente.
    Ma le più spietate sono le donne: vincono tutto, assolutamente tutto!

    medaglia olimpiade 1920 AnversaIl Medagliere

    100 metri stile libero

    1-Kahanamoku USA 1:00.4
    2-Kealoha USA 1:02.2
    3-Harris USA 1:03.2

    400 metri stile libero

    1-Ross USA 5:26.8
    2-Langer USA 5:29.0
    3-Vernot CAN 5:29.6

    1500 metri stile libero

    1-Ross USA 22:23.2
    2-Vernot CAN 22:36.4
    3-Beaurepaire AUS 23:04.0

    200 metri RANA

    1-Malmrot SVE 3:04.4
    2-Henning SVE 3:09.2
    3-Aaltonen FIN 3:12.2

    400 metri RANA

    1-Malmrot SVE 6:31.8
    2-Henning SVE 6:45.2
    3-Aaltonen FIN 6:48.0

    100 metri DORSO

    1-Kealoha USA 1:15.2
    2-Kegeris USA 1:16.2
    3-Blitz BEL 1:19.0

    4×200 metri stile libero

    1-Stati Uniti 10:04.4
    2-Australia 10:25.4
    3-Regno Unito 10:37.2

    DONNE

    100 metri stile libero

    1-Bleibtrey USA 1:13.6
    2-Guest USA 1:17.0
    3-Schroth USA 1:17.2

    4×100 metri stile libero

    1-USA 5’11″6
    2-GRAN BRETAGNA 5’40″8
    3-SVEZIA 5’43″6

    Articoli Simili:

    Allenamento - serie da 200 e si lavora sull'allungo
    Oggi una serie non lunghissima e con parecchie pause ma il lavoro è di qualità! Nuota 5 ripetizioni di: 1 X 200 così suddivisi 25 Stile Libero in allung...
    L’importanza della tecnica del nuoto
    Per quanto tu possa ritenere importante la tecnica del nuoto, lo è di più. E rieccoci qui con un altro articolo, come avrete dedotto dal titolo, oggi mi piacer...
    Esercizio - spalle strette a Stile Libero
    Perché spalle strette a stile libero? Come posizioni il corpo in acqua durante la nuotata ha un ruolo essenziale nel mantenere la velocità. Se guardi al tuo co...
    Giochi da allenamento - mescolare la staffetta
    Come allenatrice scrivo i miei allenamenti in anticipo con lo sguardo all'intera settimana. Ogni tanto inserisco delle staffette è le trasformo nella serie ...
    Allenamento - battuta di gambe e ancora battuta di gambe (battuta di gambe soglia aerobica)
    Battuta di gambe e ancora battuta di gambe (battuta di gambe soglia aerobica) Alternare ai diversi stili delle ripetute di battuta di gambe per un allenamento ...
    Virate - su e fuori! Allenare l'uscita dalla vasca.
    Allenare l'uscita dalla vasca è davvero importante. Ma tanto da fare la differenza? Come entri in acqua dice molto di te come nuotatore. Così anche la tua usci...
    L'arte di essere genitore di un nuotatore
    Essere il babbo o la mamma di un nuotatore non è facile. Se lo fosse avremmo il quadruplo dei nuotatori rispetto a quelli che abbiamo adesso 🙂 .  Il genitore d...
    Tecnica della nuotata: 3 modi di migliorare il Dorso
    1. TransizioneProprio come avviene a Farfalla, accelerare in fase di rottura dell'acqua è un grande passo per iniziare con una spinta in più. In questo caso per...
    658views

    You may also like