Le prime olimpiadi – ATENE 1896

manifesto giochi olimpici Atene 1896

Il manifesto dei primi giochi olimpici svoltisi ad Atene nel 1896

Ad Atene il primo ad avere l’idea di rinnovare i Giochi Olimpici fu un certo Evangelios Zappas.
La sua proposta piacque e ci fu un decreto reale (Ottone re di Grecia) che stabiliva la disputa dei giochi ogni 4 anni a partire dal 1859.
E infatti proprio il 15 Novembre del 1859 ebbe luogo la prima edizione dei giochi olimpici di Atene. Fu subito chiaro di cosa si trattava: accanto a gare di corsa, a lanci (disco e giavellotto), al salto in lungo, figuravano l’arrampicata alla fune, la scalata dell’albero della cuccagna e la corsa nei sacchi…..
Ci furono disordini, una carica della cavalleria, arresti di spettatori e atleti, la farsa del cieco che riuscì a farsi i scrivere a una gara per poi mettersi a suonare il suo strumento davanti a una folla allibita e rumoreggiante.
Ci scappò anche il morto per emorragia cerebrale nella corsa di fondo.
Le gare, quasi a sottolineare il sapore di fiera paesana, si svolgevano in una piazza e per le vie di Atene.
Piano piano gli sport ammessi alle olimpiadi si “normalizzarono” e così anche la stessa manifestazione perse in un trentennio quel carattere di sagra paesana e cominciò ad avvicinarsi la prima vera Olimpiade (finanziata con un emissione di francobolli a soggetto sportivo – la prima nella storia), quella del 1896!
Nel Nuoto le uniche gare ammesse erano i 100 metri e i 1200 metri a stile libero! Lo studente diciottenne (ungherese) Alfred Hajos venne rimproverato dal proprio docente universitario a cui aveva chiesto il permesso di assentarsi dalle lezioni per poter gareggiare.
Vinse entrambe le gare guadagnandosi due medaglie d’oro!
Il giornale ateniese Akropolis lo soprannominò il “Delfino Ungherese”. Al suo ritorno a casa, ricorda Hajos, il professore che lo aveva rimproverato non rimase per nulla impressionato dalle medaglie sfoggiate con orgoglio dal giovane atleta e così lo apostrofò: “Le vostre medaglie non mi interessano, ma sono impaziente di ascoltare le vostre risposte nel prossimo esame!”.

medaglia giochi olimpici atene 1896

La medaglia delle Olimpiadi di Atene 1896

Il Medagliere

100 metri STILE LIBERO

1-Hajos UNG 1’22″2
2-Koraphas GRE 1’23″0
3-Herrschmann AUT 1’23″0

[i contenuti di queste pagine sono tratti da St0ria delle 0limpiadi di Stefan0 J4comuzzi, riadattate al sito da E. Vergani. Include materiale GNU Free Documentation License.]

1.3kviews

Articoli Simili:

Allenamento - tecnica Farfalla e Rana
L'allenamento di oggi integra tecnica di Farfalla e Rana. RISCALDAMENTO: 1 x 400 a piacere SERIE DI RISCALDAMENTO: 3 X 50 a piacere; inizia ogni ...
Usare le pinne per allenare/sviluppare maggiore velocità in virata - consigli Finis ai nuotatori
Questa settimana la sfida è quella di aumentare la tua velocità di virata! Dedicare tempo dell'allenamento alla "velocità dal muro" è cruciale per mantenere una...
Consigli per combattere il freddo in piscina
Consigli per combattere il freddo in piscina Ed è proprio prima di ferragosto che vi elargiamo un interessante articolo per prepararvi all'inverno. Sarà che tr...
Chi ha dominato il nuoto di Tokyo e perché: Ledecky, Peaty, Dressel, Milak
Chi ha dominato il nuoto di Tokyo e perché: Ledecky, Peaty, Dressel, Milak Ormai sono passate più di due settimane dalla fine delle Olimpiadi ed è stato poss...
Stile Libero - correggere la bracciata a gomito basso
  Teoricamente i nuotatori dovrebbero iniziare la bracciata e la trazione con il gomito alto e continuare a mantenerlo. Quando un nuotatore lascia cader...
Allenamento - Distanza per nuoto pinnato, di Stefano Konjedic
Come promesso nello scorso post ecco il secondo allenamento di Stefano Konjedic, stavoleta con un lavoro sulla distanza e frequenza cardiaca di soglia. ALLENAM...
Consigli per la scelta del costumone da gara
1: Prima di iniziare preparati per uno shock al portafogli. I costumoni da gara sono un investimento temporaneo con una vita limitata. Scegliere il costume ...
Orologio contavasche automatico - Confronto tra SW202 Oregon e Pool-Mate della Swimovate
Lo stato dell'arte dei contavasche automatici! Orologi che, grazie ad accelerometri avanzati riescono a contare vasche, bracciate e quant'altro, in automatico, ...

You may also like