Meccanica della costruzione di una battuta di gambe a Stile solida e potente

    supination-neutral-pronatioPer costruire una più efficace battuta di gambe a Stile è necessario capire da dove venga la potenza propulsiva del colpo di gambe e come si possano bilanciare le due forze propulsive e l’attrito frontale al fine di massimizzare la velocità della battuta di gambe.

    LA LOTTA TRA L’ATTRITO FRONTALE E LE FORZE PROPULSIVE

    Come anche succede con la trazione della bracciata, c’è una battaglia tra attrito frontale e forza propulsiva. Al contrario di quel che accade per le braccia, per cui la propulsione è fornita anche dall’avambraccio polso e mano, tutta la spinta della battuta di gambe è fornita dai piedi. Tutta la propulsione è fornita dal movimento del piede verso il basso (down kick)

    UNA CAVIGLIA ESTREMAMENTE SENSIBILE

    Per creare la spinta in acqua il piede, così come accade per la mano, deve muoversi all’indietro rispetto all’acqua (backward relative). C’è solo un punto del ciclo di battuta di gambe in cui questo accade ed è all’inizio del movimento dall’alto verso il basso del piede. Per un tempo molto breve, decimi di secondo, con la contrazione del quadricipite e dei flessori dell’anca, grazie alla estrema flessibilità della caviglia, il piede muove all’indietro in acqua, creando la forza propulsiva. L’ammontare di questa forza dipende dall’ampiezza dell’area che spinge all’indietro e dalla velocità, o accelerazione, di quell’area. Entrambi questi fattori dipendono da una forte muscolatura degli arti inferiori e da una grande flessibilità della caviglia.

    INCREMENTARE LA FLESSIBILITÀ PLANTARE DELLA CAVIGLIA

    Ci sono solo due modi in cui si può pensare di incrementare l’area di spinta all’indietro del piede nella parte della gambata dall’alto in basso, a parte farsi crescere un piede più grosso. La prima è piegare di più il ginocchio in preparazione della fase di gambata alto-basso. L’altra è aumentare la flessibilità plantare della caviglia, permettendo al piede di partire da una differente posizione all’inizio del “down kick”. Piegare troppo il ginocchio è chiaramente una scelta pessima visto che l’attrito frontale compenserebbe subito il guadagno di propulsione.

    Gary Hall Sr.

    Articoli Simili:

    Nuotare con uno Snorkel Frontale Doppio: 7 Motivi per cui è Bene
    Nuotare con uno Snorkel Frontale Doppio, Perché? Uno snorkel frontale doppio  è in effetti uno strumento piuttosto bizzarro. Molti nuotatori vorrebbero nuotare...
    Usare gli elastici da allenamento a secco per prepararsi e allenarsi
    Gli elastici da allenamento a secco sono una risorsa usata meno del dovuto? Perché elastici da allenamento a secco? Lo stretching spesso viene sottovalutato me...
    La Battuta di Gambe nel Triathlon può fare la differenza
    La Battuta di Gambe nel Triathlon può fare la differenza, anche se la distanza della prova in acqua è solo il 3% del totale Qual è il segreto di una prestazion...
    Regolare la velocità nel nuoto con il sistema delle "Zone"
    Stabilire le velocità nel nuoto con zone e velocità di soglia Di sicuro, se è un po' che ti alleni avrai sentito parlare delle andature. A1, A2, B1, B2, C1, ...
    Paltrinieri vs Wellbrock: il segreto del record mondiale nei 1500 Stile
    Il segreto del record mondiale nei 1500 Stile di Wellbrock (scienza e nuoto) In questa analisi di Marek Polach (federazione australiana nuoto, compagnia anal...
    Come respirare a Stile Libero. Errori da evitare e qualche consiglio.
    Respirare a Stile Libero se sai nuotare può sembrare semplice. Farlo bene non è così facile! Imparare a respirare a stile libero in maniera migliore e più effi...
    Nuovo metodo di allenamento USRPT: nuoto non convenzionale, efficace?
    Nuovo metodo di allenamento USRPT: nuoto non convenzionale, ma è efficace? Ogni nuotatrice e ogni nuotatore si allenano in maniera diversa. Nessun programma ...
    3 modi di ridurre il carico sulle spalle dei nuotatori
    Il nuoto, si sa, mette sotto carico le spalle. Per questo motivo gli infortuni a quell'articolazione sono frequentissimi tra i nuotatori e oscillano tra percent...
    806views

    You may also like