Nuoto e rotazione del corpo: andare più veloci!

    Nuoto e rotazione del corpo

    Nuoto e rotazione del corpo: andare più veloci!

    In nuoto e rotazione del corpo vediamo come, secondo Triathlete.com, un miglior rollìo fornisce maggiore potenza e velocità.

    Ci sono due ragioni per farlo

    Ci sono due ragioni per cui è necessario ruotare il corpo a Stile e a Dorso. Prima di tutto la rotazione posiziona il bracico e il corpo nella migliore posizione biomeccanica per la trazione. Il motivo è che in questo modo utilizzerai i muscoli della schiena, in particolare il latissimus dorsi, in maniera più efficace.

    La seconda ragione per cui dovresti sfruttare bene il rollìo è quello che chiamo effetto “monte di lancio”. Se puoi lanciare una palla da baseball da un monte di lancio alla velocità di 75 km all’ora e io ti metto a fare la stessa cosa in una piscina? A dispetto di tutti i tuoi sforzi perderai almeno metà della velocità della palla perché non hai un appoggio (monte di lancio) contro il quale spingere.

    È facile visualizzare una virata che viene bene grazie a una buona spinta dal muro. Ma cosa succederebbe se dovessi virare a metà vasca senza nulla contro cui spingerti? Alcuni potrebbero dire, ci sono le molecole d’acqua! Ma c’è di più.

    migliori occhialini svedesi originali

    Cosa succede e quando

    Quando inizi una trazione? Dovrebbe essere nel momento in cui il corpo comincia a contro-ruotare verso il braccio che comincia a tirare. Man mano che il braccio continua il suo movimento la contro rotazione del corpo crea una forza CONTRO la quale puoi “appoggiarti” e spingere. Il “monte di lancio” del nuotatore. Più ampia e più veloce è questa rotazione, più grande è la forza e di conseguenza la potenza della trazione.

    Advertisement

    Il rollìo ti dà qualcosa in più su cui spingere rispetto alle sole molecole d’acqua.

    Se la rotazione del corpo è così efficace da aumentare potenza e velocità della nuotata allora perché così tanti nuotatori sembrano tavole da surf con braccia e gambe?

    Sia la rotazione che la contro-rotazione richiedono un sacco di lavoro. È necessaria una gran forza nella muscolatura di supporto (addominali e lombari) e anche nelle gambe per ruotare in maniera efficace mentre si nuota. Molti nuotatori semplicemente non vogliono investire l’energia necessaria per sviluppare quella forza.

    Che la rotazione/rollìo sia generato più dalle anche (con una frequenza di bracciata minore) o dalle spalle (grazie a una frequenza di bracciata più alta), essa è un movimento cruciale per aumentare la tua distanza percorsa per ogni bracciata.

    Inizia a lavorarci già da oggi sul tuo rapporto tra nuoto e rotazione del corpo. Ci sono due strumenti da utilizzare in allenamento e che possono aiutarti parecchio. Il primo è l’Hydro Hip e il secondo è il Tech Toc, enrambi prodotti da FINIS. Dai un’occhiata cliccando sul nome dei prodotti per avere una descrizione dettagliata della loro funzione e di come possono aiutarti a migliorare il tuo rollìo.

    Fonte: Swim Speed Series: Body Rotation

     

    Articoli Simili:

    Antipaletta StrokeMax - la prova dell'allenatore
    Abbiamo fatto provare l'Antipaletta a un allenatore FIN, ecco che ne pensa: "La senzazione che si avverte utilizzando StrokeMax è essenzialmete paragonabile ...
    Stile Libero - integrare le virate in maniera fluida, con Joao de Lucca
    Le virate migliori sono un tutt'uno fluido che non interrompe l'azione con inutili ritardi. Il campione NCAA (National Collegiate Athletic Association) Joao de ...
    Allenamento - nuoto lunga distanza con accelerazioni e controllo della respirazione
    Nuoto lunga distanza è 4600 metri e parecchio allenamento di respirazione In nuoto lunga distanza con accelerazioni e controllo della respirazione si lavora su...
    Corretta entrata della mano a Stile Libero nuoto secondo il grande Dave Scott - 3 errori comuni
    Corretta entrata della mano a Stile Libero nuoto secondo il grande Dave Scott La corretta entrata della mano a Stile Libero nuoto secondo il grande allenatore ...
    Nuoto, allenamento anaerobico con andatura da gara (di Steve Bratt)
    Nuoto, allenamento anaerobico con andatura da gara (di Steve Bratt) In Nuoto, allenamento anaerobico l'allenatore  statunitense Steve Bratt propone un allename...
    SwimFin un aiuto per l'insegnamento del nuoto?
    La pinna Swimfin, incrocio tra tavoletta e ausilio galleggiante aiuterà ad imparare il nuoto e a vincere la paura dell'acqua divertendo i bambini. Un aiuto tecn...
    Teso per la gara? Ecco un punto di vista che potrebbe esserti d'aiuto.
    Una delle domande che ci si pone più spesso, come allenatori ma anche come atleti, è sul controllo dell'ansia in gara. Ci sono molte idee su come gestire i prop...
    Stile Libero - scomparire dietro alla mano
    Mantenere un profilo ridotto del corpo a Stile Libero ha senso, idrodinamicamente parlando. Ma che vuol dire esattamente? Quanto "stretti" bisogna stare? htt...
    1.4kviews

    You may also like