L’importanza della tecnica del nuoto

tecnica del nuoto

Per quanto tu possa ritenere importante la tecnica del nuoto, lo è di più. E rieccoci qui con un altro articolo, come avrete dedotto dal titolo, oggi mi piacerebbe fare una riflessione e dare qualche consiglio sull’importanza della tecnica del nuoto. Il punto di vista di un agonista sulla tecnica… Continua a leggere

Allenarsi per acque libere in piscina

acque libere in piscina

Allenarsi per acque libere in piscina Allenarsi per acque libere in piscina è completamente diverso rispetto a un allenamento “normale”. Non solo è possibile scontrarsi fisicamente con altri nuotatori ma c’è anche la variabile delle onde e del tempo atmosferico. Ci possono essere variazioni importanti della temperatura dell’acqua, meduse, correnti… Continua a leggere

Elastici allenamento nuoto, sono utili per stretching ed esercizi a secco?

elastici allenamento nuoto secco palette strechcordz

Elastici allenamento nuoto, sono utili per stretching ed esercizi a secco? È possibile integrare con elastici allenamento nuoto il lavoro che facciamo in palestra? Gli allenamenti di potenziamento sono ormai un aspetto essenziale dell’allenamento del nuotatore. Dovete sapere  che gli elastici da allenamento, con il loro tubo elastico a diverse… Continua a leggere

Quattro motivi per cui abbiamo nuotatori sempre più veloci (nonostante la sparizione dei costumoni in neoprene)

nuotatori sempre più veloci

Ci sono almeno quattro motivi per cui abbiamo nuotatori sempre più veloci La storia dei nuotatori sempre più veloci inizia a delinearsi quando, un po’ di anni fa, la FINA bandì i costumoni da gara in neoprene.  personalmente ho sempre pensato che una regolamentazione fosse necessaria ma quel tipo di costumone non… Continua a leggere

Nuotare sviluppa i muscoli. Panoramica su un argomento discusso.

Nuotare sviluppa i muscoli

Stabiliamo dei punti fermi sulla faccenda che il nuotare sviluppa i muscoli Ecco tre concetti da cui partire sull’argomento “Nuotare sviluppa i muscoli”: Si pensa che esistano tre meccanismi della crescita muscolare (tensione meccanica, stress metabolico e danno muscolare). Questi tre meccanismi si influenzano l’uno con l’altro. L’importanza dello sviluppo muscolare… Continua a leggere

Usare gli elastici da allenamento a secco per prepararsi e allenarsi

Anthony Ervin elastici allenamento nuoto a secco FINIS swimmershop

Gli elastici da allenamento a secco sono una risorsa usata meno del dovuto? Perché elastici da allenamento a secco? Lo stretching spesso viene sottovalutato mentre è una parte dell’allenamento necessaria se di desidera una prestazione ottimale. Seguire un programma in questo senso aumenta la flessibilità e l’ampiezza di movimento. Queste… Continua a leggere

Quand’è che da “allungo” diventa “scivolamento”? La differenza tra scivolamento e allungo può fare la differenza

scivolamento e allungo

La risposta alla domanda di un nuotatore: “C’è un confine sottile tra scivolamento e allungo. Come si può spiegare la differenza tra le due cose?” Di cosa si parla quando si parla di scivolamento e allungo? Nello Stile Libero quando si parla di scivolamento si intende aver tenuto troppo a… Continua a leggere

Palette e paracadute nell’allenamento dei velocisti

Palette e paracadute allenamento velocisti

Palette e paracadute, hanno un senso per i velocisti? Palette e paracadute sono attrezzi utilizzati l’uno per aumentare la propulsione, l’altro per frenarla. Li troviamo ormai su ogni piano vasca e in ogni allenamento ma, a dispetto del grande utilizzo, sono davvero poche le ricerche che ne supportano o sconsigliano l’utilizzo… Continua a leggere

Osservando i miei Master che si allenano – parte 2

osservando i miei master che si allenano

Osservando i miei master che si allenano (la seconda e ultima parte) C’è un’incredibile voglia di imparare Siccome i master che si allenano SCELGONO di allenarsi anziché avere mamma o papà che li svegliano a forza al mattino per far loro impacchettare gli attrezzi e trascinarli in piscina, di norma… Continua a leggere

Perché usare la tabella RPE (Classificazione dello Sforzo Percepito) può essere utile ai nuotatori

Classificazione dello sforzo percepito

La RPE o Ratings of Perceived Exertion (Classificazione dello Sforzo Percepito) può esserci utile? Alcune osservazioni: 1) La Classificazione dello Sforzo Percepito (RPE) è un modo economico di monitorare la risposta del nuotatore all’allenamento 2) È veloce 3) Benché metodi tecnologici siano più accurati, l’evidenza ha dimostrato che la Classificazione dello… Continua a leggere

Le 4 funzioni della battuta di gambe nel nuoto

funzioni battuta gambe nuoto

Gary Hall ci illustra rapidamente alcuni suoi pensieri e caratteristiche sulla e della battuta di gambe. Ci sono 4 funzioni a cui devono adempiere le gambe nel nuoto. La propulsione è la parte della battuta di gambe che ti permette di spostarti in avanti. Quando generiamo potenza con gli arti inferiori… Continua a leggere

I sei princìpi secondo Karlyn Pipes-Neilsen

principi nuoto Karlyn Pipes-Neilsen

In questo video di Karlyn Pipes-Neilsen questa interessante nuotatrice condivide con noi alcune delle cose a cui pensa mentre nuota.Sono punti chiave su cui concentrarsi e che Karlyn ha imparato durante i molti anni di pratica e insegnamento sia in acque libere che in vasca.La cosa che potrebbe lasciare interdetti… Continua a leggere

Partenze – schiena piatta

Nuoto partenza saper perdere gare swimmershop nuoto

Nuotatori, avete sentito almeno una volta il vostro allenatore dirvi “schiena piatta in partenza” e non sapevate a cosa si riferisse? Ecco la cosa illustrata in modo veloce. Prima di tutto chiediamoci perché dovresti voler partire con la schiena piatta? Troppi nuotatori iniziano in posizione con la schiena curva mentre… Continua a leggere

Il nuoto come equazione – risolvere i problemi con l’attenzione ai dettagli

Un pensiero per la prossima stagione. Il modo in cui ti accosti al metodo che userai per raggiungere i tuoi obiettivi è un aspetto estremamente importante dell’inizio di stagione. I nuotatori di solito  iniziano la stagione sia entusiasti che un poco spaventati per l’allenamento e a volte con obiettivi così… Continua a leggere

Teso per la gara? Ecco un punto di vista che potrebbe esserti d’aiuto.

gara nuoto preparazione

Una delle domande che ci si pone più spesso, come allenatori ma anche come atleti, è sul controllo dell’ansia in gara. Ci sono molte idee su come gestire i propri nervi ma quando lo chiedono a me la risposta è visiva. Per essere tranquillo sul blocco di partenza prima della… Continua a leggere

Osservando i miei Agonisti che si allenano

Martedì scorso è stata la mia ultima giornata con i miei nuotatori e pensavo una cosa. Questi nuotatori (cadetti e seniores) hanno già molte delle capacità necessarie per passare al successivo “livello”. Non è più una faccenda di insegnar loro qualcosa quanto ricordare (COSTANTEMENTE)  che il modo in cui applicano… Continua a leggere

Consigli utili – la sicurezza in acque libere

boa acque libere portaoggetti

1. Pratica! Fai qualche esperienza facile prima di affrontare gare in acque libere vere e proprie. Ho personalmente fatto da supporto molte volte a gare di Open Water e la maggior parte dei guai saltano fuori nel caos della partenza. Nuota in mare o al lago e prova qualche garetta… Continua a leggere

Cos’è che rende una piscina “veloce”?

piscina

scritto da Counsilman-Hunsaker, partner SwimSwam.  Abbiamo sentito questa frase un milione di volte: “È una piscina veloce”. Ma che significa veramente? Ecco quattro elementi che possono aiutarci a capire di cosa si parla quando si parla di piscina veloce: Profondità dell’acqua: la profondità potrebbe essere il fattore più essenziale nel… Continua a leggere

Come ridurre, nuotando, il dolore alla bassa schiena.

Il nuoto dovrebbe essere uno sport poco traumatico per ossa e articolazioni, e allora com’è che a volte quando esci dalla piscina hai mal di schiena? Solo perché sei un nuotatore non significa che tu sia immune dal mal di schiena. La salute della colonna vertebrale è essenziale per un… Continua a leggere

Allenamenti che ti affossano – nuotare con scarpe e magliette

nuotare maglietta scarpe allenamento

Facciamo il punto della situazione 1) Scarpe e magliette sono state utilizzate per decenni. 2) Nuotare usando scarpe e magliette per creare resistenza ha come risultato una deviazione, oltre i parametri accettabili, nella posizione del corpo e nei parametri della bracciata. 3) L’allenatore che utilizza questi metodi dovrebbe sincerarsi, tramite… Continua a leggere

Miglioramenti marginali: come produrre risultati significanti da minimi miglioramenti ed evitare il doping

Filippo Magnini allenamento nuoto

La strada per il successo inizia con il primo passo Sir Dave Brailsford, Performance Director della nazionale di ciclismo inglese disse: “Il principio è che se dividi nelle singole componenti tutto quello che concorre a fare una performance di gara ciclistica e milgiori queste singole componenti anche dell’1%  quello che… Continua a leggere

Stile Libero – correggere la bracciata a gomito basso

gomito alto allenamento nuoto

  Teoricamente i nuotatori dovrebbero iniziare la bracciata e la trazione con il gomito alto e continuare a mantenerlo. Quando un nuotatore lascia cadere il gomito all’inizio della bracciata quasi sempre è il risultato di una perdita di connessione con l’acqua. Per sviluppare una bracciata efficace la mano e l’avambraccio… Continua a leggere

Come usare la vista in acque libere

vista acque libere allenamento

Non credo che ci sia un sistema perfetto per guardare la direzione in acque libere. Qui vi illustro brevemente quello che per me è un metodo che funziona e che alleno per alcuni minuti durante ogni allenamento che faccio – di solito durante il riscaldamento o il defaticamento. Quando guardo… Continua a leggere

Giochi da allenamento – mescolare la staffetta

allenamento nuoto gioco

Come allenatrice scrivo i miei allenamenti in anticipo con lo sguardo all’intera settimana. Ogni tanto inserisco delle staffette è le trasformo nella serie principale di allenamento. Credo possa essere utile e anche divertente. Prendi una serie di 10 x 50m partenza dai blocchi con un recupero di  2:00, se li… Continua a leggere

Allenamento – virate e transizioni (n.18)

john konrads nuoto virata

Obiettivi: questo allenamento si concentra sulle virate di tutti gli stili e sulle transizioni dei Misti. La cosa migliore è fare quest’allenamento quando la piscina non è troppo affollata e hai la possibilità di fare più virate di continuo… a meno che tu non riesca a coinvolgere anche gli altri… Continua a leggere

Giochi in vasca per migliorare divertendosi

blocco partenza

Come allenatore, nuotatore e genitore non mi trovo sempre d’accordo che gli allenamenti debbano essere tutto lavoro e niente svago. L’elemento ludico è salutare non solo per i bambini e mostra grande carattere l’allenatore che ha la volontà di rendere i propri allenamenti divertenti e impegnativi. Quindi? Quindi giochi da… Continua a leggere

Tecnica della nuotata: 3 modi di migliorare Farfalla

delfino farfalla

Iniziamo oggi una serie di articoli a firma Emily Milak con 3 suggerimenti per migliorare ciascuno stile. Si comincia con Farfalla. Obiettivo a breve termine – nuota veloce a partire da oggi: 1. Accelera! L’impostazione iniziale è la chiave di volta. Se dopo una flaccida spinta dal muro inizi con… Continua a leggere

Perché un triatleta ha bisogno dello snorkel (tubo respiratore frontale)?

E certo, l’azienda principale nella produzione di snorkel dice che ogni triatleta ha bisogno di uno snorkel. Capirai che sorpresa. In tutta onestà questo è un consiglio spontaneo, uno snorkel frontale è essenziale per ogni triatleta, ecco perché… Snorkel frontale = posizione corretta di testa e corpo Posizione corretta di… Continua a leggere

L’importanza delle remate

La remata per i nuotatori è fondamentale: un esercizio che li aiuta a sviluppare la forza e a migliorare la tecnica. Qual è la scienza dietro alle remate? Alla base della tecnica di remata c’è il contatto con l’acqua e le sensazioni derivanti da esso durante l’oscillazione delle mani. Questo… Continua a leggere

Lo “scivolamento” ti rallenta

Un nuotatore chiede: “Leggendo il libro di Sheila Taormina, Swim Speed Secret, sembra che la sua idea di streamline (posizione di scivolamento) sia qualcosa che molti nuotatori interpretano nella maniera errata. In un altro libro, Total Immersion di Terry Laughlin, sembra invece che lo scivolamento venga enfatizzato. È una questione semantica o… Continua a leggere

I 5 motivi per cui i ranisti sono diventati più veloci che in passato

Nell’ultimo decennio si sono visti degli abbassamenti molto consistenti nei tempi delle gare a Rana. Il ranista campione Olimpico degli anni 2000 nei 100 m Rana si sarebbe piazzato diciannovesimo al campionato del mondo 2015! Questa grande discrepanza dimostra l’enorme cambiamento della tecnica a Rana avvenuto negli ultimi 15 anni.… Continua a leggere

Quando nuotare per ultimo ti trasforma in primo (di Glenn Mills)

Mi lascia sempre stupito, come allenatore, quando nonostante si sappia che una certa cosa dia ottimi frutti in allenamento, essa non venga allenata tutti i giorni. C’è la questione della battuta di gambe a delfino. Basta guardare un qualsiasi video delle gare nazionali della NCAA. Nonostante le distanze percorse siano… Continua a leggere

Utilità del tappanaso?

Una partenza efficace a Dorso significa essere in grado  di rimanere sott’acqua abbastanza a lungo da poter trarre vantaggio dalla fase subacquea. Please upgrade your browser Visto che questo post parla di un accessorio non ci sarà bisogno della solita divisione in “perché farlo”, “come farlo” etc. È una cosa… Continua a leggere

Tecnica della nuotata: 3 modi di migliorare lo Stile Libero

1. GAMBE Uno dei punti essenziali per migliorare la velocità da subito è capire che la battuta di gambe aiuta a definire anche la velocità della bracciata. L’andatura non è dettata solo dalle braccia ma anche dalle gambe. L’impostazione iniziale è il segreto. Non partire mai dal muro con una… Continua a leggere

Il concetto di Critical Swim Speed (CSS) – di Phil Mosley

Che cos’è la Critical Swim Speed? CSS è l’andatura alla quale nuoti una gara di 1500 m. Non c’è nulla di complicato ma è un modo super efficace di prepararsi a gare dai 400m in su. Ecco perché l’allenamento CSS è efficace. I benefici dell’allenamento CSS CSS è un’andatura che… Continua a leggere

Tutti gli stili – leggere il contasecondi

Gli allenatori capiranno l’importanza di questo video, sopratutto se lavorano con atleti giovani. Please upgrade your browser Perché farlo: Imparare come leggere il contasecondi a bordo vasca, sapere quando partire e come regolarsi con le ripartenze permette allenamenti ben organizzati ed efficienti. Meno caos c’è in vasca e più i… Continua a leggere

5 esercizi di potenziamento “sbagliati” per nuotatori – 3 Corsa

Fortunatamente le statistiche ci dicono che sta svanendo la setta dei nuotatori che usano la corsa per allenarsi, anche se pare ci siano ancora delle sacche di resistenza. L’idea dietro la corsa di fondo per nuotatori è basata sulla nozione che i nuotatori hanno bisogno di allenamento aerobico,  aerobico in… Continua a leggere

5 esercizi di potenziamento “sbagliati” per nuotatori – 2 Pettorali su panca con bilanciere

2. Pettorali su panca con bilanciere Benché i pettorali su panca piana siano probabilmente il più comune degli esercizi di potenziamento di ogni palestra esistente, non è certo il più efficiente per i nuotatori. Siccome le scapole sono bloccate in posizione dalla panca si crea uno schema motorio disfunzionale nel… Continua a leggere

5 esercizi di potenziamento “sbagliati” per nuotatori – 1 sollevamento bilanciere sopra la testa

Benché molti nuotatori stiano cominciando a comprendere l’immenso impatto positivo che il potenziamento (allenamento a secco) ha sulle prestazioni in vasca, un grandissimo numero di questi atleti non ha le risorse per permettersi un potenziamento progettato su misura in maniera professionale. A causa di questo “vuoto” può capitare che l’atleta… Continua a leggere

Rana – per nuotare più veloce non è essenziale tirare troppo con la bracciata

La bracciata non è la forza di propulsione primaria nella Rana. Cercare di spingere più forte, o più acqua, può addirittura essere controproducente! La bracciata a Rana non determina la velocità in acqua. Se così fosse i migliori ranisti sarebbero quelli che spingono più velocemente, o intensamente, quando nuotano. Abbiamo… Continua a leggere

Un pasto caldo e un letto accogliente sono sempre meglio di una vasca d’acqua gelata

L’estate scorsa il team medico della nazionale USA di nuoto ha seguito da vicino tre meeting nazionali nel corso di 35 giorni. È stata un’opportunità incredibile di vedere come veniva gestito il recupero per le gare successive.   Dopo una nuotata di “raffreddamento” gli atleti utilizzavano tre metodi di recupero:… Continua a leggere

Allenamento pliometrico: una cosa importante

Che cos’è importante nell’allenamento pliometrico della forza? Please upgrade your browser Esercizi per la parte inferiore del corpo Vediamo nella prima parte di questo video la corretta meccanica di “atterraggio” durante esercizi di sviluppo pliometrico della forza*. Un paio di accenni di squat aiutano a sincronizzare il movimento di spalle,… Continua a leggere

Allenamento – tecnica mano-avambraccio

Questa settimana inseriamo un po’ di tecnica nell’allenamento… nello specifico concentrandosi su come mano e avambraccio interagiscono con l’acqua durante la presa. E si termina con 6 x 100m che verificano quanto hai prestato attenzione alla parte tecnica! SERIE PRINCIPALE:  1800 m Nella parte tecnica di questa serie cerca di… Continua a leggere

Come partire bene dal blocco Omega – del Dr. John Mullen – Parte II

continuiamo la discussione iniziata nel post precedente (Come partire bene dal blocco Omega –  del Dr. John Mullen – Parte I) Sistemarsi Questa è la fase più importante. È essenziale avere braccia e gambe a larghezza spalle. Aggrappati al bordo con le dita e tieni ginocchia e piedi puntati in… Continua a leggere

Come partire bene dal blocco Omega – del Dr. John Mullen – Parte I

Nel post ho espresso le mie considerazioni sugli errori in partenza dal blocco di nuova generazione. In questo seguito mi allontanerò dalle osservazioni “negative” e parlerò di come il blocco Omega possa essere utilizzato al meglio per ottenere una partenza “ideale”. Uso le virgolette su “ideale” perché nessuna tecnica è… Continua a leggere

Errori di partenza dal blocco Omega – le conclusioni- parte II

Concludendo In linea di massima quando si effettua una partenza dal blocco Omega si applicano le stesse regole che sono buona norma anche coi blocchi di partenza classici, ma –come abbiamo visto nella prima parte del post– con qualche variazione. Tieni a mente le regole essenziali della partenza dal blocco… Continua a leggere

Errori di partenza dal blocco Omega – parte I

Il cambiamento è sempre dietro l’angolo quando si parla del mondo del nuoto. Basta ricordare la vicenda dei costumoni Jaked. Ma c’è un’altra mutazione tecnica che si fa notare. Il nuovo blocco di partenza Omega sta diventando via via sempre più diffuso. Proprio per questo è necessario sapere come trarre… Continua a leggere

3 errori che i nuotatori fanno quando allenano il CORE (muscolatura di supporto) – del Dr. G. John Mullen

del Dr. G. John Mullen Quando si parla di “forza della muscolatura di supporto” (Core) si parla di qualcosa che include moltissimi aspetti. Molti la considerano semplicemente come pura forza addominale mentre altri la considerano un sistema cinetico che coinvolge TUTTO il corpo. Ciò nonostante spessissimo i nuotatori allenano la… Continua a leggere

3 errori che possono portare a sindrome da sovrallenamento (Overtraining)

Ti è mai capitato di sentirti demotivato o di non avere proprio l’energia di affrontare un allenamento? Se fai parte del mondo delgi atleti probabilmente la risposta è sì. Ci siamo passati tutti. Negli scorsi 5 anni mi allenavo 5 giorni a settimana e avevo i miei alti e bassi… Continua a leggere