Palette Nuoto Senza Elastico, Ti Spieghiamo Come Funzionano e Perché Possono Migliorare il Tuo Stile

agility paddle allenamentoPalette Nuoto Senza Elastico, la svolta nel miglioramento tecnico dei nuotatori

Le Palette Nuoto Senza Elastico, realizzabili anche togliendo gli elastici a delle normali palette, sono uno strumento eccezionale per insegnare al nuotatore a mantenere una presa sull’acqua continua e ottimale.

Posizionati a pancia in giù come vedi nel video e esegui il movimento delle remate con la mano appoggiata sulle palette a cui avrai tolto gli elastici. Premi all’infuori e all’indentro con un movimento continuo e costante.

Magicamente le palette rimarranno attaccate alle mani… ma solo se hai la capacità, essenziale per un nuotatore, di mantenere la pressione sulle mani.

Nozioni sulle Palette Nuoto Senza Elastico

L’esercizio delle remate è sempre un ottimo modo per sviluppare la sensibilità all’acqua e può essere facilmente inserito in qualsiasi allenamento. Ci sono però alcune cose che devi tenere a mente, vediamo di elencarne qualcuna così che tu possa eseguire al meglio questo fantastico esercizio.

Nuotatori di ogni abilità ed età rimangono affascinati ed esaltati da questo esercizio e se glielo fate fare avranno presto voglia di sperimentare da soli le mille varianti nelle quali esso può essere declinato. Sopratutto i ragazzi lo troveranno una specie di gioco divertente, senza sapere che stanno costruendo le migliori fondamenta di memoria muscolare per una trazione e spinta efficacissime.

Anche per il dorso

Al contrario di quel che potrebbe sembrare, le palette senza elastico sono uno strumento chiave per il dorso. Il nuotatore eseguirà il dorso con un braccio solo, avendo cura di tenere la paletta con la punta delle dita (vedi il video sottostante dell’esercizio a rana) SOLO nel momento della fase di recupero, ovvero quando la paletta esce dall’acqua.

In questo modo quando la paletta sarà in immersione potrai tenerla al suo posto facendo sempre pressione sull’acqua, ma appena la pressione sull’acqua diventerà zero a causa dell’uscita della mano dall’acqua ti basterà tenerla con la punta delle dita fino al rientro della mano.

All’inizio non è facilissimo, per questo la cosa migliore è acquistare un paio i palette specifiche come le Agility Paddles che consentono di facilitare tutto il processo grazie a un foro per il pollice.

Insomma quando la mano va verso il basso lascia andare la presa sul bordo della paletta e cerca di tenerla in posizione eseguendo una bracciata che sia sempre in presa sull’acqua. Fino al successivo recupero.

Quello che le palette senza elastico insegnano ai dorsisti, e che molti di essi fanno già istintivamente, è di tenere sempre il pollice alto durante tutta la bracciata.

I punti di maggiore difficoltà

Uno degli utilizzi migliori per questo esercizio è l’insegnamento della bracciata a Rana. Infatti anche nella fase di spinta verso l’esterno è necessario tenere le palette sulla mano e questo non è così difficile.

È quando si tratta di continuare la bracciata e stringerla che spesso la paletta cade. Questo insegna a mantenere la connessione con l’acqua in maniera migliore. Nel prossimo paragrafo ti suggeriamo un esercizio perfetto per i ranisti.

Le palette nuoto senza elastico possono essere usate anche per Stile a un braccio solo e Farfalla, sempre con la solita accortezza di tenere l’estremità alta della paletta durante il recupero.

Consiglio: abbiamo potuto verificare che le palette piccole sono meglio per questo tipo di esercizi rispetto a quelle larghe e grandi che molti usano per il potenziamento.

La cosa migliore per rendere questo esercizio ancora più facile senza snaturarlo, e quindi mantenendone i vantaggi, è di utilizzare palette apposite anziché normali palette a cui abbiamo tolto gli elastici. Per questo vai al paragrafo più sotto “Il modo più facile e veloce di lavorare con le Palette Nuoto Senza Elastico?”.

Ecco un’esercizio per i ranisti con le palette nuoto senza elastico

Utilizzando le palette senza elastico il problema è la velocità di movimento. Se vai troppo veloce è possibile che ti cadano più spesso dalle mani. Tenendo la punta delle dita come vedi nel video qui sotto, acchiappando l’estremità della paletta sarai in grado di allenarti anche a velocità più alta. Usare le palette in questo modo sposta il fuoco dell’attenzione un poco più giù nel braccio, diciamo da mano/polso giù all’avambraccio.

Come eseguire l’esercizio.

1 – Leva l’elastico alle tue palette. Le palette piatte funzionano meglio e sono più facilmente gestibili. La cosa migliore sono le Agility Paddles che sono state create proprio per questo,  ma se non hai intenzione di acquistare ex novo delle palette vanno bene anche delle palette piatte senza elastici.

2 – Girale in modo che la parte piatta inferiore sia quella a cui aggrappi la punta delle dita, sarà più comodo.

3 – Aggrappa la paletta con la punta delle dita e fai Rana veloce con gambe Delfino.

Eseguire l’esercizio al meglio, qualche consiglio.

Se mantieni abbastanza alta la frequenza di bracciata non avrai alternative se non lavorare sulla fase di spinta verso l’esterno e e applicare pressione, ma il lavoro aggiuntivo che migliora il tutto è il momento in cui giri le mani per entrare nella fase di recupero.

palette piatte nuoto

Vorrei farti notare che quello che vedi nel video era, all’epoca, il detentore del record americano sui 50 metri Rana. Quindi questo esercizio NON è specifico per insegnare ai nuotatori ma è già un esercizio avanzato. Per facilitare le cose diminuisci la velocità ma sopratutto continua a leggere qua sotto per capire come una paletta specifica può semplificarti le cose.

Il modo più facile e veloce di lavorare con le Palette Nuoto Senza Elastico?

Siccome non è facilissimo eseguire questi esercizi con le palette senza elastico, sopratutto all’inizio, e considerando anche i miglioramenti ottenibili da un tale esercizio, ecco che FINIS ha pensato di dare a tutti la possibilità di migliorare.

Infatti si sono inventati una paletta senza elastico chiamata Agility Paddles che pur essendo senza elastico riesce, grazie alla forma e al foro per il pollice, a farti lavorare senza elastico eliminando la parte più estrema della difficoltà. Almeno finché non sarai abbastanza bravo da usare una paletta piatta senza l’elastico.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento