Europei di nuoto in vasca corta 2021: alla fine del primo giorno

Europei-nuoto-vasca-corta-2021-giorno-1

foto: LEN

Europei di nuoto in vasca corta 2021: alla fine del primo giorno

Ottimi risultati degli azzurri dell’Italnuoto durante le finali del primo giorno degli Europei di Nuoto di Kazan. Tre argenti e un bronzo, ma anche sei presenze in quattro finali, ci piazziamo in testa alla classifica. Sara Franceschi si prende l’argento in 4’30″47 nei 400 misti. Nei 400 Stile ben due azzurri a podio con il secondo e terzo posto per Matteo Ciampi e Marco De Tullio (il primo con record personale di 3’38″58 e De Tullio in 3’38″80). Ma non finisce qui:

migliori cuffie in silicone belle divertentiL’Italia chiude la giornata

In chiusura di giornata l’Italia si prende un altro argento nella staffetta 4 x 50 Stile Libero maschile, a soli 3 centesimi dalla prima classificata, l’Olanda e a due centesimi dal record italiano. In staffetta erano Alessandro Miressi (21″20) poi Thomas Ceccon (20″82). Quindi Lorenzo Zazzeri (20″24) e infine Marco Orsi (20″66). Lamberti continua con le sue prodezze e si qualifica alla finale dei 100 Farfalla (migliorando il suo personale con un 50″11, ovvero 6 centesimi in meno delle batterie – dove già aveva fatto sfracelli con 52″57).

Non si fermano nemmeno Arianna Castiglioni (1’04″31) e Martina Carraro (quarta in 1’04″88) nei 100 Rana. Silvia Di Pietro è qualificata per la finale dei 50 Stile Libero con il tempo di 23″99 (quinto tempo che rimane sotto i ventiquattro secondi). Niente da fare per Costanza Cocconcelli che, nonostante faccia il suo personale con 24″45, purtroppo si qualifica dodicesima.

Altri highlights degni di nota? Un Kliment Kolesnikov che si prende il record del campionato con 22″57 nei 50 Dorso avvicinandosi mostruosamente al record del mondo del 2014 di Florent Manaudou.

cuffia silicone migliore bella

Un tempismo perfetto e Kroon va a vincere

Come detto in precedenza, nessuno dei medagliati 2019 – Danas Rapsys, Tom Dean o Gabriele Detti – era in gara. Quindi c’è spazio per nuovi campioni. Marco de Tullio domina nell’entrata in finale con 3’40″77, 0″01 centesimo di secondo davanti all’olandese Kroon (3’40″78). Seguono Henrik Christiansen (3’40″85) e Florian Wellbrock (3’41″09).

Matteo Ciampi a metà gara è in testa davanti a De Tullio, e continuano a tenere la testa della gara fino a 100 metri dall’arrivo. Ma è negli ultimi 25 che Kroon mette il turbo e si prende l’oro in 3’38″33 – nuovo record olandese – davanti a Ciampi (3’38″58) e De Tullio (3’38″80).

Gunes da record

Anche nei 400 Misti l’assenza di Katinka Hosszu significa spazio per una nuova campionessa. Hosszu aveva vinto le ultime tre edizioni. Jakabos guida la gara dopo la fraizone Farfalla con un vantaggio di 0″24 su Maria Ugolkova. La serba Ajna Crevar cerca di ridurre le distanze ai 250. Ai 300 metri la turca Gunes ha sorpassato Crevar e Sara Franceschi. Riesce a tenere fino alla fine chiudendo per prima con il record nazionale di 4’30″45. Crevar e Franceschi chiudono a pari merito a soli due centesimi dietro Gunes in 4’30″47.

De Boer porta i Paesi Bassi all’oro

Un’ultima frazione di 20″46 da parte di De Boer porta i Paesi Bassi davanti all’Italia e in zona oro nei 4×50 Stile. Dopo la fraizone di apertura di Jesse Puts (21″10) e quella di Stan Pijnenburg (20″74). L’Italia sorpassa Kenzo Simons (20″59) e tiene la posizione negli ultimi 50 metri grazie al 20″24 di  Lorenzo Zazzeri.

De Boer chiude con l’oro in 1’22″89, nuovo record nazionale più basso di ben 1″54 dal precedente 1’24″43. Italia seconda in 1’22″92, davanti alla Russia portata a casa da Kolesnikov in 20″45, conclude in 1’23″35.

Russia: record nazionale sulla via per l’oro

Sarah Sjostrom prova a guidare la Svezia al primo posto. A fine gara un ritardo di alcuni minuti prima del risultato definitivo crea suspense. È il quartetto di casa a portare via la vittoria alle svedesi: Rozaliya Nasretdinova, Arina Surkova, Maria Kameneva e Daria Klepikova vincono con il nuovo record nazionale di 1’34″92. Paesi Bassi(1’35″47) e Polonia (1’35″94) argento e bronzo.

50 Dorso Uomini Semifinali

Come detto a inizio articolo, Michele Lamberti tocca in 22″79 abbassando di altri 0″12 il record italiano già infranto al mattino. Kolesnikov risplende in corsia 4 con la sua cuffia fucsia e le sue villosità non depilate. Il russo piazza il record di campionato con 22’57. Lamberti secondo e Apostolos Christou terzo in 22″87.

Rana 100m donne semifinali

Evgeniia Chikunova in 1’04″53  è stata più veloce della campionessa in carica Martina Carraro. Arianna Castiglioni – medaglia d’argento due anni fa – tempo più veloce nella seconda semifinale, si guadagna la corsia 4 in 1’04″31. Chikunova sarà in corsia 5, ci saranno poi Nika Godun e Carraro.

You may also like