Partenze – Entrata Verticale (possibilmente in vasca profonda!)

Allora, hai un bel gruppo assortito di ragazzi a cui stai cercando di insegnare le partenze, ma sono tanti e devi farlo senza che si facciano male e permettendogli di apprendere una abilità esercitandola velocemente e a ripetizione… inizia dalla fine!

[iframe http://www.youtube.com/embed/BybGSgVNllM?rel=0 640 480]

Perché farlo:
Insegnare la rigidità del corpo al momento dell’entrata in acqua aiuterà i tuoi nuotatori a perforare la superficie e portare un fortissimo slancio in acqua. Questo semplice esercizio lfarà capire loro se il proprio corpo è teso o rilassato quando entrano in acqua. Più a fondo riescono ad andare e meglio avranno eseguito l’esercizio.

Come farlo:
1.
Con i lavori sulle partenze la sicurezza viene prima di tutto. Il nuotatore sul bordo può partire solo quando il nuotatore precedente ha raggiunto le bandierine e comincia a nuotare!
2. Il primo passo è semplicemente quello di SALTARE in acqua.  Mani sui fianchi. Saltare verso l’ALTO non in lungo, in modo che il corpo possa mantenere una posizione il più verticale possibile. Nessuna inclinazione in avanti o indietro.
3. Rimani in questa posizione rigida e lasci ache il tuo corpo affondi il più possibile, si spera fino a toccare il fondo di una piscina bella fonda :).
4. Successivamente i nuotatori ripetono lo stesso esercizio iniziando il salto in posizione di scivolamento (braccia distese sopra la testa, una mano sopra l’altra). Saltare verso l’ALTO non in lungo, e cercare di mantenere la posizione di scivolamento fino a che non si tocca il fondo.

Come farlo veramente bene (i punti essenziali):
La cosa più importante è tenere il piede esteso, puntare bene le dita. Quando sarà il momento della vera partenza i piedi dovranno entrare nel modo più pulito possibile, la sensazione (che gli insegnerai a riconoscere anche grazie a questo esercizio) dovrà essere quella di scivolare attraverso la superficie. Se riesci a tenere il corpo perfettamente dritto in questo esercizio, arrivando fino al fondo di una piscina profonda, riuscirai a capire quanto hai bisogno di tenere rigido il corpo quando ti spingi dal blocco di partenza.

Ogni inclinazione ti porterà fuori asse durante l’entrata. Quelli che fanno pochissimi schizzi all’ingresso stanno cominciando a capire.

 

593views

Articoli Simili:

Equilibrio a Stile libero e Connessione Con l'Acqua, Un Esercizio Efficace
Equilibrio a Stile libero: come svilupparlo con un esercizio interessante L'equilibrio a Stile Libero è molto importante. Lo staff di Go Swim, durante una vi...
Allenamento - ogni cosa aerobica!
Allenamento - ogni cosa aerobica! In Allenamento - ogni cosa aerobica! ci scaldiamo con qualche scatto e poi si passa a velocità di crociera attraverso i misti...
Allenamento - Scatti e respirazione (n.30)
Obiettivo di questo allenamento è allenare gli scatti e il controllo della respirazione. È un allenamento a un ritmo piuttosto veloce e include diverse serie al...
Orologio contavasche automatico - Confronto tra SW202 Oregon e Pool-Mate della Swimovate
Lo stato dell'arte dei contavasche automatici! Orologi che, grazie ad accelerometri avanzati riescono a contare vasche, bracciate e quant'altro, in automatico, ...
Allenamento - mantenere la buona forma tecnica anche a fine gara
Quello che questo allenamento dovrebbe aiutarti a fare è mantenere una buona forma dello stile che stai nuotando anche alla fine di una gara (non a Stile Libero...
Confronto e differenze tra gli Snorkel FINIS - Parte 3 di 6
Oggi vorrei continuare la comparazione tra gli snorkel occupandomi dello Snorkel Junior. Per motivi di chiarezza confronterò tutti i diversi tipi di respira...
Tutti gli stili - Delfino in immersione con il Tempo Trainer
In caso non vi foste resi conto di quanto è importante il delfino in immersione per il successo di un nuotatore. Ve ne dò un'idea: è la prima cosa sulla quale c...
Allenamento con palette nuoto e pull buoy - ottenere il massimo
Allenamento con palette nuoto e pull buoy, sembra facile ma non lo è Pull buoy e palette nuoto sono i primi due attrezzi che vengono in mente se si parla di ...

You may also like