Chi ha dominato il nuoto di Tokyo e perché: Ledecky, Peaty, Dressel, Milak

Foto: USAtodaysport/Swimmingworldmagazine/Pixabay

Chi ha dominato il nuoto di Tokyo e perché: Ledecky, Peaty, Dressel, Milak

Ormai sono passate più di due settimane dalla fine delle Olimpiadi ed è stato possibile fare qualche analisi e alcune considerazioni. L’atmosfera senza pubblico non era delle migliori ma gli atleti si sono spesi per offrire delle performance memorabili. Da Emma McKeon con le sue sette medaglie a Caeleb Dressel con i suoi cinque ori. E c’è stata anche qualche sorpresa come il tunisino Ahmed Hafnaoui vincitore nei 400 Stile o Lydia Jacoby nei 100m Rana.

palette senza elastico tecnica e potenziamento

Ma ci sono stati anche dei dominatori nelle singole specialità, tre uomini e una donna. Questo tipo di prestazione, continua ed eeccellente, è di solito quella dei grandi nomi di uno sport. Johnny Weissmuller, Dawn Fraser, Mark Spitz, Janet Evans, Krisztina Egerszegi e Michael Phelps fanno tutti parte del club.

Ecco chi sono i quattro nuotatri e nuotatrici che hanno avuto una prestazione unica ai giochi Olimpici.

Ecco quattro atleti che secondo Swimming World Magazine meritano il titolo di dominatori delle Olimpiadi e perché. Prima tra tutti Katie Ledecky in ben due diverse specialità.

migliori elastici nuoto trattenuto

Katie Ledecky (800 Stile)

Katie Ledecky si è unita al club dei fenomeni quando ha vinto gli 800 Stile per la terza volta consecutiva alle Olimpiadi. Con lei, nella rosa delle campionesse del nuoto, Dawn Fraser, Krisztina Egerszegi e Michael Phelps. Ledecky ha il 23esimo tempo più veloce in questa specialità. Il suo record del mondo di 8’04″79 è di 9″04 più veloce del secondo tempo più veloce di sempre: quello di Ariarne Titmus (8’13″83).

Katie Ledecky (1500 Stile)

Ma dominare solo una specialità Olimpica non era abbastanza per Katie Ledecky. E allora si è presa anche l’oro nella 1500 Stile a Tokyo. Dodicesimo tempo più veloce di sempre per lei e record del mondo di 15’20″48. Solo 18″40 dal secondo tempo più veloce di sempre: quello di Lotte Friis.

Adam Peaty (100 Rana)

La superstar del nuoto inglese Adam Peaty ha vinto di seguito il titolo Olimpico nei 100 Rana ed è detentore dei 16 tempi più veloci nella storia di questa specialità. Il suo crono più  veloce è ilrecord del mondo in 56″88 realizzato ai campionati del mondo 2019. Il tempo di 57″37 che ha fatto a Tokyo è il quinto più veloce di sempre. L’olandese Arno Kamminga, con 57″80, ha il 17esimo crono più veloce di sempre.

Caeleb Dressel (100 Farfalla)

L’unico record del mondo individuale per gli uomini alla passata Olimpiade è stato il 49″45 di Caeleb Dressel nei 100 Farfalla. Dressel ne ha avuto bisogno per tenere a bada Kristof Milak che ha piazzato con il suo argento il nuovo record europeo con 49″68. Dressel detiene i tre tempi più veloci di sempre nei 100 Farfalla. È anche rimasto sotto i 50″ in ben sette diverse occasioni.

Kristof Milak (200 Farfalla)

Seguendo la lunga tradizione ungherese dei campioni di nuoto, Kristof Milak ha vinto i 200 Farfalla a Tokyo. Milak detiene il record del mondo di 1’50″73 dai mondiali del 2019 e i 4 tempi più veloci di sempre in questa specialità.

migliori costumi nuoto resistenti cloro

Tratto da Swimmingworldmagazine

You may also like