Risvegliare il velocista che è in te, un allenamento

    allenamento-velocisti-stilelibero-271221

    Foto: kasapogli/ISL

    Risvegliare il velocista che è in te, un allenamento

    La serie di allenamento che postiamo questa settimana è una specie di pseudo riscaldamento per velocisti. Per svegliare i muscoli e la testa e preparare il miglior assetto di nuotata possibile. Posizione del corpo, frequenza di bracciata e andatura. Se lo trovi troppo facile o troppo faticoso cerca un altro allenamento più adatto nella nostra sessione allenamenti del blog. E ricorda, se non sei allenato, prima di tentare uno qualsiasi dei nostri allenamenti o esercizi, consulta il tuo medico.

    Migliori palette nuoto allenamento convenienti qualità

    La serie di allenamento per velocisti

    • 300 così suddivisi: 50 Stile/50 gambe/50 Dorso
    • 3 x 100 con boccaglio frontale – 25 m di battuta di gambe con braccia ferme distese in avanti/25 remate frontali/25 esercizio braccia tese /25 esercizio tecnica a piacere
    • 3 ripetizioni di:
      • 1 x 100 con ripartenza a 1:20 con stile lungo e fluido
      • 2 x 50 con scatto di velocità dopo la virata – riposa un minuto
    • Esci fuori dalla vasca
      • 2 x 75 con partenza dal blocco così suddivise:
        • Primi 25: Vasca in accelerazione fino alla virata (anche questa fatta in velocità)
        • Secondi 25: Battuta di gambe a Dorso a velocità moderata
        • Riposo :10 secondi
        • Terzi 25: Scatto per i primi 15m poi nuotata sciolta e in allungo per il resto della vasca

    Considerazioni

    palette-migliori-nuoto

    La serie è di soli 1650 metri, quindi è necessario che il/la nuotatore/nuotatrice rimanga concentrata su quello che sta facendo. Per tutta la serie! I primi 600 metri servono a sciogliersi e a trovare il contatto con l’acqua. Ricorda ai tuoi agonisti che ogni parte di questa serie ha uno scopo, nulla è fatto senza motivo (come immaginiamo siano i tuoi allenamenti).

    Advertisement

    I primi 300m sono una combo di Stile completo/gambe/Dorso a suon di 50m alla volta. L’atleta si muoverà in maniera differente lungo l’asse orizzontale del corpo. I successivi 3 x 100m con il tubo frontale (snorkel) è una progressione tecnica per impostare la corretta posizione del corpo e lunghezza di bracciata in preparazione alla nuotata di velocità.

    La seconda metà di questa serie è composta da 3 ripetizioni di 100m, 2 x 50m e 2 x 75m. I 100 portano a lavorare a un livello moderato di intensità e contemporaneamente a praticare una bracciata lunga e potente su cui avremo lavorato nei precedenti 3x100m. Le 2 x 50m richiedono l’aggiunta di un’andatura. Questo per lavorare su una rottura dell’acqua efficiente e sulla consapevolezza di posizione del corpo e attivazione del CORE all’uscita dalla virata.

    infine gli ultimi 2 x 75m preparano il nuotatore alla fine. Ogn 75 inizia con una partenza dal blocco. Quindi chi nuota accelererà fino alla virata per poi passare a una battuta di gambe a velocità moderata sul dorso. Dopo i 25 di gambe, 10 secondi di riposo prima di un’altra velocità: 15 metri a palla per poi passare a una nuotata lunga e distesa. Un alto numero di scatti aiuterà i tuoi atleti e le tue atlete a trovare il loro ritmo e li preparerà a qualsiasi lavoro di velocità vorrai proporre loro per terminare l’allenamento.

    Articoli Simili:

    Allenamento - nuoto lunga distanza con accelerazioni e controllo della respirazione
    Nuoto lunga distanza è 4600 metri e parecchio allenamento di respirazione In nuoto lunga distanza con accelerazioni e controllo della respirazione si lavora su...
    Allenamento facile in acque libere in circa un'ora
    Allenamento facile in acque libere in circa un'ora Ecco un allenamento abbastanza facile da praticare in acque libere per una distanza di circa 3000 m (posso...
    Allenamento - Virate e parziali negativi
    RISCALDAMENTO: 1 x 400 a piacere SERIE VIRATE 4 X 50 con virata a metà vasca per la prima vasca vasche dispari: Stile libero vasche pari: Dorso ...
    Nuoto: Periodizzazione inversa, cos'è, e come funziona?
    Allenamento Nuoto: Periodizzazione inversa, cos'è e come funziona? (Parte 1) In questo post esploriamo il concetto di periodizzazione inversa nell'allenament...
    Allenamento - mantenere la buona forma tecnica anche a fine gara
    Quello che questo allenamento dovrebbe aiutarti a fare è mantenere una buona forma dello stile che stai nuotando anche alla fine di una gara (non a Stile Libero...
    Stile libero ma non troppo
    Stile libero ma no troppo In Stile libero ma non troppo una cosa che mi chiedo se puoi gestire. Meno del 50% di questo allenamento è a Stile Libero. Un 2600 me...
    Allenamento - nuotata in pausa pranzo
    2 km di nuotata in pausa pranzo Una nuotata in pausa pranzo è quel che ci vuole quando non hai abbastanza tempo ma vuoi alenarti comunque. Questo allenamento t...
    Allenamento con palette nuoto e pull buoy - ottenere il massimo
    Allenamento con palette nuoto e pull buoy, sembra facile ma non lo è Pull buoy e palette nuoto sono i primi due attrezzi che vengono in mente se si parla di ...
    924views

    You may also like