Esercizi – Rana con pinne PDF

Ecco un ottimo modo di portare in una “nuova dimensione” un vecchio esercizio.  La serie a rana “Due sotto – Uno sopra” (due colpi di gambe a rana e una bracciata) con le pinne corte! Please upgrade your browser Perché farlo: Questo esercizio insegna ai nuotatori a capire l’attrito che produce… Continua a leggere

La battuta di gambe in immersione – Parte 1

Riportiamo alcune riflessioni, a nostro avviso molto interessanti, dell’allenatore Bob Gillett a proposito della battuta di gambe in immersione e del suo utilizzo in gara. Una filosofia alla base dei miei allenamenti Cercherò di condividere con voi due componenti importanti della mia filosofia di allenamento che ha influenzato il mio… Continua a leggere

Allenamento del venerdì – piramide per Master USA

Ecco una serie di allenamento che l’allenatrice Barbara Hummel ha propinato ai suoi atleti Master su due giorni consecutivi di allenamento. Il secondo giorno erano presenti alcuni nuotatori che non c’erano il giorno precedente. Per evitare di fare l’allenamento nello stesso identico modo il secondo giorno i più veloci (lane… Continua a leggere

Allenamento di riapertura piscina! 6 settembre 2012

La tua piscina è rimasta chiusa? Ecco un allenamento che potrebbe aiutarvi a rientrare nel modo giusto alla riapertura del vostro impianto preferito dopo una settimana o due di assenza dalla vasca. Serie di riscaldamento:  200 m 8 X 25 m #1-4:  Spinta dal bordo in posizione di scivolamento senza… Continua a leggere

Allenamento – LA SCELTA

Questa settimana un allenamento piramidale che prescrive per tutti la stessa ripartenza ma permette la scelta di distanza, stile ed attrezzi. SET PRINCIPALE: Durante questo set nuota la distanza che ti pare per ogni serie, ma devi rispettare le ripartenze!! Puoi nuotare qualsiasi stile o combinazione di stili… puoi farle… Continua a leggere

Tutti gli stili – Recupero attivo

Nuotare in scioltezza o recupero attivo (vedi questo precedente articolo). Comunque lo chiami è molto importante che i nuotatori capiscano l’importanza di includerlo nelle proprie gare e nei propri allenamenti. Perché farlo: Il recupero attivo è un esercizio facile che permette al tuo corpo di effettuare una transizione graduale da… Continua a leggere

Esercizi – Rana, regolare la velocità delle mani

Molti giovani ranisti cercano la pura potenza piuttosto che la perfetta esecuzione quando vogliono andare più veloce.  A volte forzando il proprio ritmo a una velocità diversa da quella solita possono essere aiutati a mantenere le mani veloci e dove dovrebbero stare. Perché farlo: Spingere le mani indietro troppo velocemente… Continua a leggere

PDF sta per Positive Drive Fins

PDF positive drive fin

E che cavolo vuol dire Positive Drive Fins? Ecco delucidato l’arcano: Le pinne che ti guidano nella posizione giusta! Le Pinne Correttive Positive Drive Fins (PDF) usano una pala ellissoidale per stimolare la corretta propulsione in tutti gli stili. Le pinne tradizionali non sono progettate per l’utilizzo a RANA ma la forma asimmetrica… Continua a leggere

Esercizi – rana sotto la corsia

Tieni la testa giù per evitare l’attrito e per posizionarti nella miglior posizione per lo scivolamento, ad ogni bracciata. Perché farlo: Tenere la testa allineata con le braccia, in una posizione di scivolamento, in ogni bracciata a stile rana, ti permetterà di arrivare più lontano e più velocemente ogni volta… Continua a leggere

Utilità delle Techpaddle secondo il coach Tom Topolski

Riportiamo il testo del video dell’allenatore Tom Topolski a proposito delle Palette da allenamento Techpaddle: < “Le Techpaddles sono davvero eccezionali. Le abbiamo utilizzate con alcuni atleti affetti da gomito basso e braccio teso. Hanno trovato velocemente la posizione EVF (cioè di trazione a gomito alto). E’ questa l’abilità che… Continua a leggere

Apnea per andare più veloci… una trovata o una genialata?

Una notizia di quelle che che non si possono non riportare! Da Repubblica.it del 25 maggio 2011: FINO all’ultimo respiro. Anzi, senza nemmeno quello. Muti come un pesce. L’ultima frontiera del nuoto è l’apnea. In acqua non bisogna perdere tempo. Il respiro spezza il ritmo, rallenta, muta assetti. La fatica… Continua a leggere

Tutti gli stili – Giorno di gara!

Riuscire a spremere il meglio dai tuoi atleti anche in allenamento a volte richiede una combinazione di sorpresa e divertimento. Perché farlo: Riprodurre il contesto del “Giorno di Gara” durante l’allenamento è piuttosto difficile, ma è qualcosa che atleti di alto livello hanno imparato a fare per anni. Immaginare ogni… Continua a leggere

Rana – le mani di Dave

La scorsa settimana mi sono ricordato di un esercizio molto interessante ai fini dello sviluppo di sensibilità delle mani, ideato dall’allenatore della nazionale paralimpica statunitense Dave Denniston. Perché farlo: Sviluppare un eccellente nuotata a Rana significa sapere esattamente cosa stanno facendo le tue mani. E’ più facile imparare ad acquisire… Continua a leggere

Nuoto Frenato – la Drag Suit senza bicchierini

Il Costume Drag Suit, senza bicchierini Un costume in rete da indossare sopra il costume da allenamento. Regolabile grazie al cordino in vita. Al contrario del costume con cuciti quattro bicchierini in rete che oppongono resistenza all’avanzamento in acqua, questo Drag suit SENZA bicchierini oppone ovviamente meno resistenza: lo scopo… Continua a leggere

Allenamento – partenze dal blocco

Ugh… “partenze dal blocco” significa che è richiesta velocita… e la sofferenza sarà inevitabile 🙂 In sostanza questa scheda prevede delle nuotate in scioltezza mescolate a nuotate veloci con partenza dal blocco. Le vasche in scioltezza sono inserite con un intervallo tale per cui il nuotatore deve continuare a muoversi… Continua a leggere

Tutti gli stili – Esercizio “remate senza elastici”!

Le palette a volte vengono utilizzate come “stampelle”, ma basta rimuovere il piccolo elastico che le tiene attaccate alle mani per trasformarle in eccezionali attrezzi da allenamento per il nuoto! Perché farlo: Doversi muovere in acqua E nel contempo tenere le palette sulle mani richiede l’utilizzo di muscoli che magari… Continua a leggere

Orologio contavasche automatico – arriva sul mercato lo SWIMSENSE della FINIS

Nel post di qualche tempo fa, Orologio contavasche automatico – Confronto tra SW202 Oregon e Pool-Mate della Swimovate, avevo confrontato due contavasche che in quel momento erano il top disponibile sul mercato. Ad oggi le cose sono cambiate. La Oregon sembra rimasta decisamente indietro mentre la Swimovate (quella del Pool-Mate)… Continua a leggere

Allenamento – Lavoro sulla bracciata

allenamento bracciata bracciate nuoto

Un sacco di lavoro sulla bracciata, è sempre un bell’allenamento di rientro dopo il fine settimana! 🙂 I recuperi sono “morbidi”, cerca di non utilizzare lo Stile Libero. La serie principale (vasca da 25m; totale 3100 m) 8 x 100 m ripartenza a 1:30 12 x 75 m ripartenza a… Continua a leggere

Rana – Esercitarsi nell’attacco (emersione) post virata o post partenza

Può essere difficile esercitarsi nell’attacco post virata a rana visto che ne fai soltanto uno per ogni vasca… e di solito sei anche in debito d’ossigeno. In questo post c’è un’idea per esercitare la riemersione più volte per ogni vasca… riuscendo pure ad avere ossigeno. Perché farlo: Puoi anche avere… Continua a leggere

Uscita a Rana dopo partenza e virata

Parti alla tua normale profondità dopo la virata (o dopo il tuffo) e mantieni una solida posizione di scivolamento Ruota il palmo delle mani all’esterno per cominciare l’out-sweep Appena le mani si separano, e si preparano a una potente trazione, permetti alle gambe di galleggiare appena un poco verso l’alto… Continua a leggere

Tutti gli stili – Delfino in immersione con il Tempo Trainer

battuta di gambe squalo delfino nuoto swimmershop tecnica allenamento

In caso non vi foste resi conto di quanto è importante il delfino in immersione per il successo di un nuotatore. Ve ne dò un’idea: è la prima cosa sulla quale comincio a lavorare con i miei atleti – anche con i MASTER!!!!!   Perché farlo: La battuta di gambe… Continua a leggere

Equilibrio – la chiave della nuotata corretta

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa considerazione, sintetica ma interessante, dell’allenatore Pietro: Una bracciata ben equilibrata migliorerà l’efficienza dello stile e aumenterà la velocità in vasca. Ogni bracciata dovrebbe essere identica all’altra. La tua parte sinistra dovrebbe essere un’immagine speculare della parte destra; l’allungo, la profondità e il percorso di ogni… Continua a leggere

Tutti gli Stili – Applicazione pratica

Specchio tecnica allenamento nuoto esercizi

Esercizi… sono in grado di sistemare i problemi del tuo stile? Si e no. Alla fine di quest’anno ho pensato che potesse essere utile vedere se effettivamente il lavoro che cerco di fare con gli esercizi è chiaro per tutti, così come gli obiettivi che ci si dovrebbero prefiggere attraverso… Continua a leggere

Non opporti all’acqua! – Parte 1

Sono stato spinto a scrivere questo post dopo aver parlato con la mia amica Sara che è una appassionata nuotatrice Master e soprattutto una ranista. Sara temeva una gara di 200 Rana perché il fine settimana precedente aveva nuotato una gara estremamente faticosa nella quale era partita davvero a mille,… Continua a leggere

Come usare il Tech Toc per bracciate short-axis (ad asse corta), Rana e Farfalla

Come probabilmente già sapete, la rotazione è una componente chiave negli stili con bracciate long-axis (ad asse-lunga), come Crawl e Dorso. Tuttavia, sapevate che la rotazione delle anche è altrettanto importante nella Rana e nella Farfalla? Parlerò del vantaggio di mantenere le anche alte nella Rana tra qualche giorno. Il… Continua a leggere

Rana – Recupero a tallone alto

Il colpo di gambe a Rana è forse il gesto atletico più dannoso del nuoto. Cercare la minore resistenza possibile durante la preparazione al colpo di gambe può essere un grande vantaggio nella tua nuotata. Perché farlo: Più in alto recuperi i talloni e meno resistenza crei quando prepari il… Continua a leggere

Rana – cadenzare la respirazione

Quando i nuotatori imparano lo Stile Rana, di solito seguono il proprio istinto per capire quando è tempo di respirare. Questo esercizio in vasca può aiutarti a capire se stai respirando nel momento più efficace della tua bracciata. Perché farlo: La Rana può spesso trasformarsi in uno stile di “potenza”… Continua a leggere

Sensibilità del colpo di gambe e potenziamento – La doppia palla medica

Mettiamo che tu voglia ritrovarti, velocemente, con delle gambe “ben preparate”. Ecco un esercizio che non solo è divertente ma anche un pò difficile! Ed è un ottimo modo di far lavorare le gambe senza pericolo di danneggiare l’articolazione del ginocchio. Perché farlo: Imparare a sostenere peso aggiuntivo in acqua… Continua a leggere

Esercizio “Stai sul PUNTO” – con elastici da nuoto frenato

Elastico da nuoto frenato

Gli elastici per il nuoto frenato sono un attrezzo meraviglioso per imparare come mantenere la presa sull’acqua quando l’atleta comincia a sentire la fatica. Se non fai presa sull’acqua e non ti spingi in avanti, vieni inesorabilmente tirato indietro. Per simulare questo effetto da “finale di gara”, e per isolare… Continua a leggere

Perché Rebecca Soni è così veloce?

Rebecca Soni

Parliamo di uno stile che è la passione di molti: la RANA. A tal proposito, come è possibile che Rebecca Soni sia così veloce? Innanzitutto devo dirvi che la prima volta che ho visto la Soni nuotare non rimasi per nulla impressionato. Erano le Olimpiadi di Pechino 2008 e stava… Continua a leggere