Partenze – variazioni nel punto d’ingresso

Il punto in cui entri in acqua può avere importanti ripercussioni su quanto velocemente avverrà la tua transizione alla nuotata.

Perché farlo:
Conoscere il tuo punto d’ingresso in acqua basato su distanza, velocità ed angolo d’entrata può aiutarti a guadagnare posizioni fin da subito in gara.

Come farlo:
1.
Posiziona un elastico attraverso la corsia all’incirca nel punto in cui entri in acqua solitamente.  (puoi determinarlo facendo una partenza e posizionando la linea sul tuo punto d’ingresso in acqua)
2. Di solito quando un bersaglio viene posizionato in acqua, l’obiettivo è di andare OLTRE quel bersaglio. Mentre facciamo questo, guarda all’angolo delle gambe al momento dell’entrata in acqua. Io mi sono sempre concentrato su un primo forte colpo di gambe, questo può aggiungere una quantità di resistenza enorme.
3. Continua con qualche tuffo cercando di andare oltre la linea “bersaglio”.
4. Adesso  prova a cercare l’ingresso in acqua appena prima dell’elastico!
5. Nota come questo angolo più ripido faccia sì che le gambe si pieghino meno, e possa portare ad una partenza più fluida.

Come farlo nella maniera migliore (i punti essenziali):
Non potrai sapere esattamente quale punto d’ingresso sia il migliore per te finchè non ti eserciti in modo “scientifico”. Prendere i tempi sui 12,5 e 25 metri sarà cruciale per capire quale ingresso produce il risultato migliore. E’ qualcosa su cui dovresti lavorare spesso, non soltanto poco prima di una gara. Sperimentare e introdurre variazioni è sempre importante al fine di migliorare i tempi: a qualsiasi livello tu stia nuotando!

You may also like

Lascia un commento