Il concetto di Critical Swim Speed (CSS) – di Phil Mosley

    Che cos’è la Critical Swim Speed?

    CSS è l’andatura alla quale nuoti una gara di 1500 m. Non c’è nulla di complicato ma è un modo super efficace di prepararsi a gare dai 400m in su. Ecco perché l’allenamento CSS è efficace.

    critical swim speedI benefici dell’allenamento CSS

    1. CSS è un’andatura che è abbastanza dura da sviluppare la tua capacità aerobica, ma non così dura da richiedere due giorni per recuperare. In questo modo puoi migliorare la tua performance in acqua ma avere ancora energie per corsa o bici (o per nuotare ancora!).
    2. CSS è un’andatura specifica di gara. Può essere che non ti renda il più veloce scattista sui 50 o 100m ma ti allena a sostenere una velocità moderatamente elevata per lunghe distanze.
    3. CSS ti aiuta a prendere consapevolezza della tua andatura. Parti troppo veloce e ne pagherai il prezzo successivamente!
    4. Per fortuna puoi testare la tua andatura CSS senza dover nuotare una gara di 1500m  da solo! (più in basso ti diciamo come)
    5. Una volta che sai il tuo ritmo CSS puoi utilizzare un Tempo Trainer Pro Finis per allenarti al meglio, infatti puoi inserire sul TT la tua andatura CSS e lui ti invierà un segnale acustico ad ogni vasca così che tu possa mantenere un ritmo perfetto!

    Come calcolare il tuo CSS

    Per calcolare il tuo CSS devi nuotare un 400 e un 200 da gara all’int erno della stessa sessione di allenamento (più in basso ti indichiamo gli allenamenti che puoi usare facilmente per il calcolo). La cosa migliore sarebbe avere un amico o l’allenatore che ti prenda il tempo e i 100m parziali e le bracciate per minuto. Se non ti è possibile semplicemente segnati il tempo sui 400 e 200. Una volta fatto inserisci i tuoi tempi in questo  CALCOLATORE DI CSS

    Advertisement

    Allenamento per testare il CSS

    • Riscaldamento
      1 x 300 Stile suddivisi in 200 con pinne corte, 50 tecnica e 50 Stile
      4 x 50 Stile (25 scatti + 25 rilassati) +10 secondi recupero
      4 x 100 Stile Libero (20 secondi recupero) – fai questi 100 a quello che credi essere l’andatura MEDIA che puoi sostenere in una gara di 400 m.
    • Serie principale
      1 x 400 m andatura da gara

    Prenditi da 5 a 8 minuti di recupero attivo/stretching finché non senti di aver completamente recuperato, poi:

    • 1 x 200 m andatura da gara
    • Defaticamento
      1 x 100 a piacere, rilassati

    Esempio di allenamenti CSS

    Una volta che hai capito qual è la tua andatura CSS le possibilità di allenamento sono infinite. Puoi iniziare provando questi 4 semplici allenamenti. Puoi accorciarli se non ti senti pronto per 2000 m. NON DIMENTICARE di aggiungere un riscaldamento (da 400 a 800m) e un defaticamento (da 100 a 200m).

    1. 20×100 con recuperi da 15 secondi. Tutti a CSS
    2. 10×200 con recuperi da 20 secondi. Tutti a CSS
    3. 5×400 con recuperi da 30 secondi. Tutti a CSS
    4. 3×600 con recuperi da 45 secondi. Tutti a CSS

    Includere serie CSS nella tua nuotata può aiutarti a migliorare la tua velocità sostenibile e migliorare il modo in cui valuti la tua andatura (essenziale nelle gare). In aggiunta al CSS è importante miscelare bene gli allenamenti di velocità, soglia e resistenza per soddisfare le esigenze specifiche delle singole gare del nuotatore. Altrettanto importanti sono i lavori di tecnica è l’allenamento Acque Libere!

    Articoli Simili:

    Allenamento Intervallato - cos'è?
    L'Interval training, o Allenamento Intervallato, è un modo di allenarsi che organizza la sessione di allenamento dell'atleta in una successione di momenti di la...
    Allenamento - nuota 500 m, nuotane un sacco!
    Allenamento - nuota 500 m Con "allenamento - nuota 500 m" vi proponiamo un allenamento davvero intenso adatto per atleti veramente allenati e che vi porterà vi...
    Un utile tabella di comparazione pinne
    Pubblichiamo questa tabella giusto per facilitare la comprensione delle differenze tra le pinne a marca FINIS.  
    Perché contare le bracciate è utile? (di Kevin Koskella)
    Perché contare le bracciate è utile? (di Kevin Koskella) Potrebbe esserti capitato un allenatore che ti faceva contare le bracciate durante l'allenamento, si...
    Esercizio - allungo in avanti
    Esercizio - allungo in avanti Perché un esercizio sull'allungo in avanti? Beh tra i tanti motivi c'è che per raggiungere i tuoi obiettivi puoi iniziare con il ...
    I Segreti della Posizione Corretta Nuoto
    I segreti della posizione corretta nuoto I segreti della posizione corretta nuoto non sono poi 'sti gran segreti.  Che la posizione di scivolamento, o STREAMLI...
    Piramidali estremi, un allenamento per nuotatori tosti ma non troppo
    Piramidali estremi, un allenamento per nuotatori tosti ma non troppo In Piramidali estremi devi cercare di controllare il ritmo dei tuoi piramidali nonostant...
    Allenamento - Scatti e respirazione (n.30)
    Obiettivo di questo allenamento è allenare gli scatti e il controllo della respirazione. È un allenamento a un ritmo piuttosto veloce e include diverse serie al...
    2.3kviews

    You may also like