Nuoto pinnato, un allenamento di Michele Russo per chi nuota a livello amatoriale!

    Nuoto pinnato, una disciplina che sta prendendo piede anche in Italia. Nuotonline, grazie alla collaborazione con atleti di livello del nuoto pinnato da oggi vi offrirà consigli e allenamenti anche per questo sport in rapida diffusione!

    Ecco quale allenamento di nuoto pinnato ci sottopone Michele Russo:

    “Per quanto riguarda l’allenamento io opterei per un allenamento legato più al nuoto amatoriale, o meglio, a quei nuotatori che si dilettano amatorialmente ma a cui piace allenarsi (visto la forte diffusione di questo sport in Italia nell’ultimo anno soprattutto per coloro che lo praticano come “sport-hobby”)

    michele russo nuoto pinnato allenamento

    Michele Russo sui blocchi di partenza (Record Italiano nella 4*100 pinne 2016)

    Proporrei una seduta di allenamento di circa 2 km.:

    Riscaldamento (parte fondamentale dell’allenamento che prepara il nostro corpo ad affrontare la parte centrale)

    • 1 x 200 Stile Libero
    • 1 x 100 Rana gambe delfino, muovendo bene la schiena
    • 1 x 100 Dorso

    Serie di riscaldamento:
    serie un po più sostenuta per meglio preparare il fisico a ritmi più elevati

    • 8×25 in progressione 1-4 ovvero:
      1°e 5° spingendo al 50%
      2° e 6° spingendo al 60%
      3° e 7°spingendo al 70%
      4° e 8° spingendo al 80-85%
    • 1 x 100 di recupero come defaticamento in cui possono essere svolti esercizi di tecnica (che non fanno mai male).

    Serie principale:
    si può passare finalmente alla parte centrale in cui faremo

    • 6 x 50 ( 1 dorso – 1 rana) 15″ di recupero andatura sostenuta 70-75%
    • 1 x 100 sciolti / tecnica
    • 4 x 100 Stile Libero 20″ di recupero con andatura al 70-75% (preferibilmente si possono usare palette + boccaglio frontale)
    • 1 x 100 sciolti / tecnica
    • 6 x 50 tavoletta 20″ di recupero 1 gambe Delfino – 1 gambe Stile Libero (possibilmente con tavoletta piccola per curare l’assetto e ridurre i problemi alla spalle con l’aggiunta delle pinne).

    Defaticamento:

    • 1 x 200 (o anche più se il corpo ne ha bisogno) sciolti per recuperare.

    Buon allenamento!
    Michele Russo.

    Articoli Simili:

    Allenamento - mantenere la buona forma tecnica anche a fine gara
    Quello che questo allenamento dovrebbe aiutarti a fare è mantenere una buona forma dello stile che stai nuotando anche alla fine di una gara (non a Stile Libero...
    Allenamento nuoto con scatti ad alta intensità
    Allenamento nuoto con scatti ad alta intensità In Allenamento nuoto con scatti ad alta intensità il punto principale sarà controllare e mantenere i tuoi scatti...
    Dorso - come alzare la spalla per il recupero
    Un esercizio sul recupero della spalla a dorso. https://www.youtube.com/watch?v=SvGYfXHU9yM Perché farlo: Guidare il recupero del Dorso con la spalla per...
    Demistifichiamo i falsi miti sul nuoto - parte 1 (di Gary Hall Sr)
    Demistifichiamo i falsi miti sul nuoto Iniziamo questa serie di post in cui Gary Hall Sr (allenatore statunitense del Race Club, ha vinto tre medaglie in tre e...
    Tempo Trainer in "modalità 2" - Parte 1
    Proprio quando pensi di aver esaurito le varianti di allenamento, salta fuori qualcuno che ti convince a leggere il manuale fornito con gli attrezzi da allename...
    Come usare la vista in acque libere
    Non credo che ci sia un sistema perfetto per guardare la direzione in acque libere. Qui vi illustro brevemente quello che per me è un metodo che funziona e ...
    Allenamento - nuotata in pausa pranzo
    2 km di nuotata in pausa pranzo Una nuotata in pausa pranzo è quel che ci vuole quando non hai abbastanza tempo ma vuoi alenarti comunque. Questo allenamento t...
    Allenamento - spingiamo i nuotatori ad aumentare il ritmo!
    La serie di questa settimana offre due modi per incoraggiarti ad aumentare l'andatura e con un trucchetto per variare e scacciare la noia. Allenamento da fine s...
    1.6kviews

    You may also like