Come ottimizzare il recupero dopo allenamento

Come ottimizzare il recupero dopo allenamento

Ecco Come ottimizzare il recupero dopo allenamento. Molte delle persone  che si allenano piuttosto duramente dovrebbero sapere come ci si sente alla fine del lavoro. La sensazione di bruciore e dolore che ti rimane nei muscoli il giorno dopo. Questo è causato da un accumulo di acido lattico nei muscoli. È necessario rimuoverlo.

Molti non sanno come fare ad eliminare questo acido lattico, ecco alcuni modi in cui potrai farlo dopo un allenamento faticoso. Ecco 5 modi per siutarti con il recupero dopo allenamento per smaltire l’acido lattico:

Riscàldati e defatìcati

Potrebbe sembrare ovvio ma riscaldamento e defaticamento vanno fatti bene e nel modo giusto. Il riscaldamento dovrebbe essere fatto con stretching dinamico, questo infatti riesce a eliminare l’acido lattico rimasto dalle sessioni precedenti, scalda i muscoli e li prepara all’allenamento.
Lo stretching statico invece andrebbe fatto dopo l’allenamento. Questo allunga i muscoli e li scioglie se sono tesi. Un defaticamento corretto include anche del nuoto in recupero attivo.
Nuota tra i 200m e 800m per rimuovere l’acido lattico nei muscoli. Se finisci un allenamento duro e semplicemente ti femri senza defaticare allora l’acido lattico non verrà rimosso completamente. Questo ti farà sentire bloccato e stanco.

Idratazione

Nella vita di tutti i giorni dovresti mantenerti idratato bevendo acqua. È ancora più importante farlo quando ti alleni. Certi nuotatori non si rendono proprio conto di quanto sudano in piscina.
Ricorda che se non hai i volumi di allenamento di un’atleta Olimpico NON dovresti assumere troppo zucchero.

Alimentazione

Non dovresti fare un pasto troppo pesante prima di andare in vasca. Ma assicurati di aver mangiato qualcosa che ti dia energia per allenarti al meglio. Carboidrati complessi a lento rilascio e proteine vanno benissimo.
Dopo l’allenamento perché non provare un frullato proteico con una banana per massimizzare il processo di recupero? Questo ti aiuterà a costruire muscoli, aumentare il metabolismo bruciando così più grassi.
Le proteine hanno sempre bisogno di una fonte di energia per penetrare con efficienza nei muscoli. Li aiuta a ripararsi, crescere e recuperare. L’energia diuna banan è l’ideale per sintetizzare le proteine.

Dormire abbastanza

Ovviamente un allenamento intenso e duro ti aiuterà a dormire più profondamente. Alcuni studi sembrano suggerire che l’ammontare di ore di sonno per il recupero è di 7 o 8 ore di sonno.

Massaggi

Dopo un allenamento duro e intenso nei tuoi muscoli potrebbero formarsi micro lesioni e piccole contrazioni. Un massaggio sportivo è un ottimo modo di velocizzare il recupero muscolare. Eliminerai così i rifiuti metabolici da muscoli ed altri tessuti. Cerca di farti fare un massaggio almeno una volta al mese.
Anche la manipolazione dei trigger point può aiutare a diminuire le contratture e migliorare la circolazione sanguigna. Molti atleti di livello utilizzano un cilindro per massaggio sportivo per massaggiarsi dopo una sessione di allenamento. Facendolo per un paio di volte a settimana dovresti vedere i risultati.

1.4kviews

Articoli Simili:

Esercizi - rana sotto la corsia
Tieni la testa giù per evitare l'attrito e per posizionarti nella miglior posizione per lo scivolamento, ad ogni bracciata. Perché farlo: Tenere la test...
Trova il rollio perfetto mentre nuoti! Qualche esercizio di rotazione per il nuoto.
Trova il rollio perfetto mentre nuoti! Qualche esercizio di rotazione per il nuoto. Esercizio di rotazione per il nuoto? Sarebbe meglio dire esercizi! Eh si,...
Esercizi a Dorso - l'incrocio
Aiutare i nuotatori ad evitare l'incrocio delle mani sopra la testa durante l'esecuzione della bracciata (il cosiddetto crossover) è un lavoro che gli allenator...
Nuoto e Idratazione, una Guida Veloce
Nuoto e Idratazione, come, quando e quanto bere per non disidratarsi L'idratazione nel nuoto ha un'importanza fondamentale, sia per i nuotatori agonisti di q...
Antipaletta StrokeMax - la prova dell'allenatore
Abbiamo fatto provare l'Antipaletta a un allenatore FIN, ecco che ne pensa: "La senzazione che si avverte utilizzando StrokeMax è essenzialmete paragonabile ...
La Battuta di Gambe nel Triathlon può fare la differenza
La Battuta di Gambe nel Triathlon può fare la differenza, anche se la distanza della prova in acqua è solo il 3% del totale Qual è il segreto di una prestazion...
Esercizio - gambe delfino con tavoletta
Esercizio - gambe delfino con tavoletta In Esercizio - gambe delfino con tavoletta vediamo come insegnare ai giovani nuotatori a mantenere una gambata stabile ...
Allenamento - nuotata in pausa pranzo
2 km di nuotata in pausa pranzo Una nuotata in pausa pranzo è quel che ci vuole quando non hai abbastanza tempo ma vuoi alenarti comunque. Questo allenamento t...

You may also like