Virate – imparare gambe Delfino in subacquea – PARTE 1

    Ci sono abilità trasversali nel nuoto, che vanno bene per tuti e 4 gli stili, Imparare la battuta di gambe a Delfino in immersione è una di quelle più importanti.

    Ecco il primo di tre esercizi pensati per imparare e migliorare la fase post-virata imparando una buona battuta di gambe a delfino subacquea. La sequenza è piuttosto semplice e sarà familiare a molti di voi.

    Perché farlo:
    La fase subacquea a Delfino è il momento in cui ti muovi in acqua alla velocità maggiore (o almeno dovrebbe essere meccanicamente così). È diventata un punto essenziale di ogni nuotatore, qualsiasi sia il suo livello proprio perché può fare la differenza tra vittoria e sconfitta in OGNI singola gara.

    Come farlo:
    1. Per prima cosa parti con un semplice esercizio di Delfino guidato dalla testa. Spinta dal muro con braccia lungo i fianchi e leggere pressioni col petto, in modo che fianchi e piedi seguano il movimento.
    2. Fai del tuo meglio per tenere la testa stabile, tieni in avanti la parte alta della testa.
    3. Non piegare troppo le ginocchia ma lascia che seguano l’ondulazione. Se senti di andare troppo a fondo o di stare calciando troppo forte allora aumenta leggermente il ritmo delle ondulazioni.
    4.

    Advertisement
    Ora mettiti a pancia in sù e prova lo stesso esercizio sulla schiena. Ricorda che l’obiettiva di questa prima fase è di raggiungere un buon movimento ondulatorio a Delfino in avanti e sulla schiena.
    5. Tieni le cosce vicine alla superficie dell’acqua ma non permettere alle ginocchia di rompere in superficie se non appena appena.

    Come farlo davvero bene (i punti essenziali):
    Se sei in difficoltà con questo movimento prova a metter eun paio di pinne (la cosa migliore sarebbe una monopinna morbida come la FOIL). Non usare le pinne o la monopinna per andare più veloce o di potenza, devi solo sfruttare l’area aggiuntiva di spinta per muoverti in avanti nel modo giusto e più fluido. Imparare il Delfino in subacquea significa imparare a scorrere con un ondulazione fluida di TUTTO il corpo. Facilita il tuo compito iniziando la prima parte dell’esercizio molto lentamente.

    Articoli Simili:

    Squat con palla BOSU per migliorare la streamline
    Squat con palla BOSU per migliorare la streamline Migliorare la streamline si può, vediamo come: utilizzando una piattaforma BOSU e una palla medica di peso ad...
    Nuoto pinnato - Allenamenti per la prima parte della stagione nuoto pinnato
    Costruire le basi di un allenamento per la prima parte della stagione nuoto pinnato, ecco come Ecco un paio di allenamenti per nuotatori di nuoto pinnato per l...
    12 modi di conciliare compiti e nuoto
    I risultati degli esami escono domani, sei nervoso e non riesci a pensare ad altro. Sai che non hai studiato a sufficienza e hai paura che tutto finisca con...
    Pronti per Rio 2016? Ecco il calendario del nuoto!
    I Giochi Olimpici stanno arrivando, gli atleti aggiustano gli ultimi dettagli e tutto è pronto per cominciare. Ecco il calendario delle competizioni per quel ch...
    Stile Libero - Respirazione in acque libere
    Con l'avvicinarsi dell'estate e della stagione di Acque Libere ecco un consiglio tecnico che può aiutarti a prendere aria senza aggiungere affaticamento. ...
    Consigli per combattere il freddo in piscina
    Consigli per combattere il freddo in piscina Ed è proprio prima di ferragosto che vi elargiamo un interessante articolo per prepararvi all'inverno. Sarà che tr...
    Stile Libero - estensione singolo braccio con Joao da Lucca
    Se vuoi fare :41 nei 100 a Stile o 1:31 nei 200... avrai bisogno di essere aggressivo. MA essere aggressivo non significa accorciare la bracciata! [iframe ht...
    Come scegliere le pinne da allenamento per il nuoto
    Nella la giungla di modelli tra cui scegliere ecco qualche consiglio su come scegliere le pinne da nuoto più adatte a te. Scegliere le pinne non è facile anche...
    1.7kviews

    You may also like