Virate – imparare gambe Delfino in subacquea – PARTE 1

    Ci sono abilità trasversali nel nuoto, che vanno bene per tuti e 4 gli stili, Imparare la battuta di gambe a Delfino in immersione è una di quelle più importanti.

    Ecco il primo di tre esercizi pensati per imparare e migliorare la fase post-virata imparando una buona battuta di gambe a delfino subacquea. La sequenza è piuttosto semplice e sarà familiare a molti di voi.

    Perché farlo:
    La fase subacquea a Delfino è il momento in cui ti muovi in acqua alla velocità maggiore (o almeno dovrebbe essere meccanicamente così). È diventata un punto essenziale di ogni nuotatore, qualsiasi sia il suo livello proprio perché può fare la differenza tra vittoria e sconfitta in OGNI singola gara.

    Come farlo:
    1. Per prima cosa parti con un semplice esercizio di Delfino guidato dalla testa. Spinta dal muro con braccia lungo i fianchi e leggere pressioni col petto, in modo che fianchi e piedi seguano il movimento.
    2. Fai del tuo meglio per tenere la testa stabile, tieni in avanti la parte alta della testa.
    3. Non piegare troppo le ginocchia ma lascia che seguano l’ondulazione. Se senti di andare troppo a fondo o di stare calciando troppo forte allora aumenta leggermente il ritmo delle ondulazioni.
    4. Ora mettiti a pancia in sù e prova lo stesso esercizio sulla schiena. Ricorda che l’obiettiva di questa prima fase è di raggiungere un buon movimento ondulatorio a Delfino in avanti e sulla schiena.
    5. Tieni le cosce vicine alla superficie dell’acqua ma non permettere alle ginocchia di rompere in superficie se non appena appena.

    Come farlo davvero bene (i punti essenziali):
    Se sei in difficoltà con questo movimento prova a metter eun paio di pinne (la cosa migliore sarebbe una monopinna morbida come la FOIL). Non usare le pinne o la monopinna per andare più veloce o di potenza, devi solo sfruttare l’area aggiuntiva di spinta per muoverti in avanti nel modo giusto e più fluido. Imparare il Delfino in subacquea significa imparare a scorrere con un ondulazione fluida di TUTTO il corpo. Facilita il tuo compito iniziando la prima parte dell’esercizio molto lentamente.

    Articoli Simili:

    L’importanza della tecnica del nuoto
    Per quanto tu possa ritenere importante la tecnica del nuoto, lo è di più. E rieccoci qui con un altro articolo, come avrete dedotto dal titolo, oggi mi piacer...
    Allenati più efficacemente con lo SWOLF
    Allenati più efficacemente con lo SWOLF Perché lo SWOLF? In linea di massima ci sono 3 modi per imparare a nuotare più velocemente: Allenare il tuo sistem...
    Allenamento - Rana e Stile (n.33)
    Obiettivi: Questo allenamento ti fa lavorare su bracciata e gambata di ognuno dei due stili per poi lavorarli completamente concentrandosi sull'andatura. Dis...
    VO2 max - cos'è?
    VO2max (Massimo Consumo di Ossigeno) è un valore che indica la massima quantità di ossigeno utilizzabile da un nuotatore in una determinata unità di tempo (di s...
    Esercizi Virata Nuoto: Virata con Elastico da Corsia
    Esercizi Virata Nuoto: Virata con Elastico In Esercizi Virata Nuoto: Virata con Elastico Nuoto ti suggeriamo un modo divertente per eseguire al meglio la vir...
    10 modi di migliorare la mobilità delle caviglie ed essere un nuotatore migliore
    10 modi di migliorare la mobilità delle caviglie ed essere un nuotatore migliore (del Dr. G. John Mullen). La propulsione del nuotatore fa molto affidam...
    Stile Libero - giochi di testa
    La posizione migliore della testa dipende più dal tuo stile che da altro. Ecco un esercizio che dovrebbe aiutarti a sperimentare e capire quale posizione di...
    Allenamento - resistenza, respirazione e tecnica delle virate (n.29)
    Obiettivi: migliorare la resistenza, il ritmo della respirazione e la tecnica delle virate. Questo allenamento si concentra sulle virate in tutti gli stili e ne...
    1.4kviews

    You may also like