Esercizio – la lepre in acque libere

Cos’è una lepre in acque libere?

Adesso comincia l’estate, eccovi quindi un esercizio che puoi fare in piscina ma che ti sarà utile per la strategia di gara in acque libere: la lepre in acque libere!

Perché farlo:

Imparare come trainare i compagni fa parte della strategia di gara in acque libere, perché non esercitarsi in vasca? Ti servirà anche per toccare con mano i benefici di questa tattica come, ad esempio, trovare il punto giusto in cui posizionarti in gara, tenere un ritmo prestabilito e così via.

Come farlo:

  1. Avrai bisogno di alcuni amici con cui eseguire l’esercizio, dovresti scegliere qualcuno che ha grossomodo la tua velocità.
  2. Ti mostreremo alcune variazioni di traino ai fianchi, detto “Chevron”. Il nuotatore che guida è nel mezzo e gli altri due ai lati dovranno cercare di rimanere all’altezza dei fianchi.
  3. Poi proviamo il “Wedge”. Il nuotatore guida sarà il primo di una fila in cui ogni nuotatore starà lateralmente all’altezza dei fianchi di quello che lo precede.
  4. Infine, “la linea”. Un nuotatore in fila dietro l’altro. In questo caso dovrete cercare di stare il più vicino possibile ai piedi del nuotatore che vi precede, senza toccarli però, che è fastidioso! È bene stare vicino ma male far incavolare il compagno che ti precede.

Come farlo veramente bene (i punti chiave):

Prova a scambiare le posizioni. Inizia con un nuotatore che accelera e passa in testa. Il nuotatore guida che viene superato si posiziona nel posto lasciato libero.

Per simulare meglio tattiche di gara provate a partire tutti in gruppo affollando ben bene la corsia. Questa simulazione di uno start da open water può insegnarti a stare sembre ben stretto (offrire il minimo del corpo all’avanzamento) e ad abituarti a una situazione che può essere un tantinello spaventosa 🙂 .

Inoltre se farete questo esercizio con tutta la squadra, come i nuotatori dell’Upper Valley Aquatic Center che vedete nel video,  sarà anche un incentivo a costruire spirito di gruppo!

Ti interessa un altro esercizio per migliorare la respirazione se nuoti in mare? Prova a dare un’occhiata al post Respirazione in acque libere.

648views

Articoli Simili:

Tecnica della nuotata: 3 modi di migliorare il Dorso
1. TransizioneProprio come avviene a Farfalla, accelerare in fase di rottura dell'acqua è un grande passo per iniziare con una spinta in più. In questo caso per...
Un utile tabella di comparazione pinne
Pubblichiamo questa tabella giusto per facilitare la comprensione delle differenze tra le pinne a marca FINIS.  
Allenamento inizio stagione, andatura e ritmo con il metronomo per nuotatori Tempo Trainer
Allenamento inizio stagione, su andatura e ritmo La serie di allenamento FINIS di oggi viene dall'Olimpionico Ross Davenport.  Davenport è il nuotatore britann...
Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa
Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa In Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa ti diamo un su...
Allenamento - Rana con tecnica
Ecco una serie da inserire in allenamento per aggiungere tecnica ----5 X 200 con una ripartenza che ti dia all'incirca 30 secondi di riposo nei primi 200; ab...
Teso per la gara? Ecco un punto di vista che potrebbe esserti d'aiuto.
Una delle domande che ci si pone più spesso, come allenatori ma anche come atleti, è sul controllo dell'ansia in gara. Ci sono molte idee su come gestire i prop...
Stile Libero - battuta di gambe con elastico alle caviglie
Ecco un modo divertente di utilizzare l'elastico ferma caviglie Mad Wave che può aiutarti a migliorare tantissimo la battuta di gambe. [iframe https://www.yo...
Allenamento - gambe: tecnica e potenziamento
Sviluppare la forza e migliorare la tecnica tutto in un solo allenamento può essere una sfida, specialmente se non hai almeno 90 minuti da dedicargli. La no...

You may also like