Suggerimenti per un buon Tapering – il Tapering vero e proprio (16)

Il Tapering vero e proprio dovrebbe durare 2 o 3 settimane.

La distanza totale di allenamento dovrebbe decrescere gradualmente durante le settimane di scarico, così i nuotatori non rischiano la perdita di capacità di resistenza mentre stanno recuperando.

La quantità dell’allenamento di recupero dovrebbe aumentare considerevolmente, mentre la quantità di allenamento base (En-1), di soglia (En-2), di sovraccarico (En-3) e gli scatti dovrebbero diminuire gradualmente. Durante queste serie gli atleti dovrebbero mantenere le velocità della nuotata vicino a quelle di Pre-Tapering. Non dovrebbero rispondere alla diminuzione del volume di allenamento nuotando velocità medie più alte (tranne nelle brevi serie di scatti). Nuotare troppo veloce è un errore comune che ritarda il processo di recupero! Il nuotatore deve capire che quel che si sta cercando di fare è mettere in atto un recupero, quindi non ha senso incrementare l’intensità dell’allenamento durante il Tapering.

tapering_suggerimenti_allenamento_nuoto_fase_scaricoLa tabella allegata riassume un programma generico di Tapering per nuotatori che si sono allenati due volte al giorno per 5 o 6 giorni la settimana. Dò per scontato un chilometraggio settimanale nel Pre-Tapering di 40 o 50 Km per i velocisti e 70 o 85 Km per i nuotatori che gareggiano su distanze medie e lunghe.

Nei prossimi post vedremo quali modalità sono raccomandabili di settimana in settimana.

You may also like

Lascia un commento