Tapering – Preparare i nuotatori al tipo di piscina che incontreranno (25)

Ok, può sembrare un dettaglio ma abbiamo visto che spesso sono i dettagli a “limare i secondi” quindi…. I nuotatori dovrebbero essere preparati ai problemi che potrebbero incontrare alla piscina in cui si svolgeranno le gare.

Tapering_nuoto_piscinaPiscine affollate, lunghe file piscina costruite non proprio nel modo ideale, scarsa visibilità nelle virate, blocchi di partenza costruiti male e magari vasche poco profonde sono solo alcune delle circostanze che assommate insieme possono contribuire a snervare un atleta già teso per l’imminente competizione.

Gli allenatori dovrebbero almeno discutere la cosa con i loro atleti PRIMA della gara. Addirittura potrebbero “allenare” l’atleta alle condizioni sfavorevoli che potrebbe incontrare a quella particolare gara. Con tutta probabilità l’allenatore potrà conoscere la piscina o comunque parlare con qualcuno che ci ha già gareggiato e ne conosce pregi e difetti. Il nuotatore si sentirà più sicuro di sé se sarà a conoscenza del fatto che il suo allenatore ha considerato tutte le eventualità. La cosa ideale per la squadra sarebbe arrivare alla piscina uno o due giorni prima e “provarla” prima della gara.

You may also like

Lascia un commento