Allenamento – da un allenatore subdolo e infido!

    OK… lo ammetto… AVREI dovuto dire a tutti i miei atleti, prima dell’inizio dell’allenamento, come avevo intenzione di lavorare oggi, ma non sarebbe stato divertente.

    Quando i nuotatori decidono di sfidare i propri limiti da subito in allenamento, è lavoro dell’allenatore spingerli ancora un PO’ OLTRE il punto a cui normalmente essi vorrebbero arrivare. Ecco una serie di questo tipo.

    paracadute-nuoto-frenato-trattenuto

    Serie Principale (vasca corta):

    Dite al gruppo una parte dell’allenamento alla volta, come se non ci fosse alcuno schema preciso. Tipo, la prossima cosa che faremo è… è…

    • 4 x 200 discendente (calando il tempo) da 1 a 4 con ripartenza a 3:00 – intervallo abbastanza facile, per cui lasciateli nuotare e osservate come finiscono le ripetute. Chiedete loro di ricordarsi i propri tempi.
    • 4 x 200 discendente da 1 a 4 con ripartenza a 3:00 – questo potrebbe sembrare esattamente come la prima serie di ripetute ma adesso si chiede al nuotatore di INIZIARE a calare il tempo usando come riferimento il secondo tempo della prima serie di ripetute, costringendoli quindi ad abbassare ancora di più una volta arrivati alla quarta (vedi esempi qui sotto).
    • Advertisement

    Esempio di una serie discendente:
    Tempi della prima serie di ripetute –
    – 1 = 2:30
    2 = 2:25
    – 3 = 2:20
    – 4 – 2:15

    I tempi della seconda serie di ripetute inizieranno a 2:25 e seguiranno il seguente schema:
    Set 2 times –
    – 1 = 2:25
    – 2 = 2:20
    – 3 = 2:15
    – 4 = 2:10

    La serie successiva è simile ma la distanza è 100 m. A questo punto la squadra si aspetterà qualche mossa infida sul lavoro che state per impartire, ma tenetevi comunque una sorpresa da rivelare al momento giusto.

    • 4 x 100 discendente da 1 a 4 con ripartenza a 1:30 – incoraggiateli di nuovo a memorizzare i tempi, in caso dovessero essere utili per la seconda parte della serie (e qui ci potrebbe stare un occhiolino)
    • 4 x 100 discendente da 1 a 4 con ripartenza a 1:30 – iniziate a calare dal tempo della seconda ripetuta della prima serie (come nel set precedente)

    Ed è qui che arriva la sorpresa…

    • 4 x 100 discendente da 1 a 4 con ripartenza a 1:30 – iniziando la prima ripetuta dal terzo tempo della prima serie o dal secondo della seconda!

    A questo punto dovrebbe essere diffusa la sensazione di aver conseguito un risultato… ma anche una sensazione di stanchezza!

     

    Articoli Simili:

    Allenamento - Distanza per nuoto pinnato, di Stefano Konjedic
    Come promesso nello scorso post ecco il secondo allenamento di Stefano Konjedic, stavoleta con un lavoro sulla distanza e frequenza cardiaca di soglia. ALLENAM...
    Allenamento - gambe: tecnica e potenziamento
    Sviluppare la forza e migliorare la tecnica tutto in un solo allenamento può essere una sfida, specialmente se non hai almeno 90 minuti da dedicargli. La no...
    Pronti per Rio 2016? Ecco il calendario del nuoto!
    I Giochi Olimpici stanno arrivando, gli atleti aggiustano gli ultimi dettagli e tutto è pronto per cominciare. Ecco il calendario delle competizioni per quel ch...
    I 10 Migliori Allenamenti con Elastici
    I 10 Migliori Allenamenti con Elastici Questi 10 Migliori Allenamenti con Elastici sono quelli che abbiamo selezionato per proporti una panoramica esaustiva....
    Il paracadute per nuoto frenato per allenarsi come campioni!
    Il paracadute per nuoto frenato Mad wave ha la resistenza REGOLABILE! Da Mad Wave, marca emergente tra i produttori di articoli tecnici per il nuoto ecco il pa...
    Le 4 funzioni della battuta di gambe nel nuoto
    Ecco le 4 funzioni della battuta di gambe nel nuoto Gary Hall, famoso allenatore di molti olimpionici del nuoto statunitense, ci illustra rapidamente alcuni ...
    Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 2
    Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 2 Ecco la seconda fase dell'esercizio per imparare bene la virata aperta. Anche se sai già come farle ...
    La storia del nuoto - il XIX secolo (1800)
    La storia del nuoto - il XIX secolo (1800) Convinto dell'idea che il nuoto, e lo sport in generale, sia anche cultura (e del resto quale nuotatore non ha mai p...

    You may also like