Allenamento – parziali negativi e strategia di gara

    Questa serie di allenamento offre un sacco di possibilità per “giocare” con i parziali negativi sui 100m (qui una definizione di parziali negativi).  Familiarizzare con i parziali negativi può essere un’ottima strategia di gara ed è stata utilizzata efficacemente da molti nuotatori di livello, come ad esempio la dorsista record del mondo Margaret Hoelzer.

    SERIE PRINCIPALE:  1800
    L’obiettivo di questa serie è di abituarsi a utilizzare facilmente una strategia di gara per suddividere le distanze in maniera efficace e produttiva con i parziali negativi. Questo significa che la seconda metà di ogni 100m deve essere nuotata più velocemente della prima. E fin qui sembrerebbe facile, ma il segreto è abituarsi a QUANTIFICARE il proprio parziale negativo controllando l’andatura. Prova a usare un parziale negativo di 1-3 secondi anziché nuotare più veloce “a caso”.

    • 5 X 100 a piacere ma NON Misti; parziale negativo ogni 100m; usa una pausa/ripartenza che ti dia all’incirca 30 secondi di riposo
    • 100 gambe
    • 4 X 100 a piacere ma NON Misti; parziale negativo ogni 100m; abbassa la ripartenza di 5 secondi (o utilizza una pausa di circa 25 secondi)
    • 100 gambe
    • 3 X 100 a piacere; parziale negativo ogni 100m; abbassa la ripartenza di altri 5 secondi (o utilizza una pausa di circa 20 secondi).  Se stai nuotando i misti diminuisci anche il tempo dai primi 100 ai terzi 100.
    • 100 gambe
    • 2 X 100 a piacere; parziale negativo ogni 100m E diminuisci il tempo dai primi 100 ai secondi 100; torna alla ripartenza iniziale (circa 30 secondi di recupero).
    • 100 gambe

    Articoli Simili:

    Un utile tabella di comparazione pinne
    Pubblichiamo questa tabella giusto per facilitare la comprensione delle differenze tra le pinne a marca FINIS.  
    Rana - gambata con talloni che si toccano
    Nonostante ci si sia concentrati per anni su una gambata a Rana stretta (cioè sull'ampiezza) non dobbiamo dimenticare di assicurarci che i piedi si uniscano in ...
    Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 4
    E infine la quarta fase dell'esercizio per imparare bene la virata aperta. https://www.youtube.com/watch?v=WSfcYILZL4k Perché farlo: Nella fase tre ti è st...
    Allenamento - Scatti e respirazione (n.30)
    Obiettivo di questo allenamento è allenare gli scatti e il controllo della respirazione. È un allenamento a un ritmo piuttosto veloce e include diverse serie al...
    Teso per la gara? Ecco un punto di vista che potrebbe esserti d'aiuto.
    Una delle domande che ci si pone più spesso, come allenatori ma anche come atleti, è sul controllo dell'ansia in gara. Ci sono molte idee su come gestire i prop...
    Stile Libero - integrare le virate in maniera fluida, con Joao de Lucca
    Le virate migliori sono un tutt'uno fluido che non interrompe l'azione con inutili ritardi. Il campione NCAA (National Collegiate Athletic Association) Joao de ...
    Stile Libero - correggere la bracciata a gomito basso
      Teoricamente i nuotatori dovrebbero iniziare la bracciata e la trazione con il gomito alto e continuare a mantenerlo. Quando un nuotatore lascia cader...
    Nuoto, un allenamento di resistenza (di Steve bratt)
    Nuoto, un allenamento di resistenza (di Steve bratt) In Nuoto, un allenamento di resistenza, Steve bratt (capo allenatore del team Otter) descrive il suo allen...
    613views

    You may also like