Virate – fase subacquea

    Una grande fase subacquea di gambe a Delfino tira fuori il meglio da ogni virata e da ogni partenza: può cambiare completamente il tuo potenziale come nuotatore.

    [iframe https://www.youtube.com/embed/HaKkn9uj3s4?rel=0 640 480]

    Perché farlo:
    Il momento di maggiore velocità durante il nuoto è quando lasci il muro. L’obiettivo quindi diventa rimanere agganciati a quella velocità il più a lungo possibile. La battuta di gambe a Delfino in fase subacquea ti permette di massimizzare il tempo durante il quale mantieni questa velocità.

    Come farlo:
    1 – Come abbiamo già spiegato in post precedenti, spingiti dal muro in modo corretto assumendo una corretta posizione di streamline (scivolamento).
    2 – Ruota a pancia in giù e inizia la battuta di gambe facendola partire dalle anche.
    3 – Inizialmente tieni stretta l’ampiezza del colpo di gambe facendo attenzione ad evitare che ogni gambata parta dalle anche, NON dalle cosce.
    4 – Girati a pancia in su tenendo la testa all’indietro e continua a far partire il movimento dalle anche (si è capito che è importante? 🙂 ).

    Come farlo davvero bene (i punti essenziali):
    Durante la fase di apprendimento molto si gioca sulla stabilità della parte superiore del corpo e sulla piccolezza degli angoli di movimento delle articolazioni inferiori. Tieni le mani ben tese e ferme in modo da non lasciare spazio a oscillazioni che con il loro su e giù ti farebbero perdere solo tempo. Cerca di ottenere una posizione di scivolamento molto “stretta”, idrodinamica, utilizzando i muscoli di supporto

    Advertisement
    .  Una volta che senti questa forte stabilità sposta l’attenzione sul colpo di gambe: sta partendo dalle anche??

    Non esagerare i movimenti delle gambe, uno dei maggiori problemi quando si parla di gambe a Delfino viene dai movimenti eccessivi. Cerca di capire quanto stai piegando le gambe per calciare: l’angolo tra coscia e polpaccio NON deve arrivare a essere inferiore ai 90 gradi.

    Quando stai imparando (ma con il nuoto c’è sempre da imparare) mantieni una battuta di gambe subacquea stabile e poco ampia. Una volta raggiunto quest’obiettivo inizia a sperimentare con movimenti più ampi e dinamici cercando di capire quale si adatta meglio al tuo stile.

    Articoli Simili:

    Dorso - come alzare la spalla per il recupero
    Un esercizio sul recupero della spalla a dorso. https://www.youtube.com/watch?v=SvGYfXHU9yM Perché farlo: Guidare il recupero del Dorso con la spalla per...
    Tecnica della nuotata: 3 modi di migliorare il Dorso
    1. TransizioneProprio come avviene a Farfalla, accelerare in fase di rottura dell'acqua è un grande passo per iniziare con una spinta in più. In questo caso per...
    Esercizio - equilibrio a Stile Libero con pull buoy
    Usare il pullbuoy per annoiarsi meno e migliorare si può! Il pull buoy viene usato raramente per insegnare a padroneggiare l'equilibrio MA utilizzandolo in mod...
    Allenamento nuoto - rilassato vs. veloce
    Allenamento nuoto - rilassato vs. veloce Questo allenamento nuoto dell'atleta FINIS Heather Rose Scott (trovi l'originale su Set of the week: easy vs. fast). L...
    Esercizi - rana sotto la corsia
    Tieni la testa giù per evitare l'attrito e per posizionarti nella miglior posizione per lo scivolamento, ad ogni bracciata. Perché farlo: Tenere la test...
    Rana - gambata con talloni che si toccano
    Nonostante ci si sia concentrati per anni su una gambata a Rana stretta (cioè sull'ampiezza) non dobbiamo dimenticare di assicurarci che i piedi si uniscano in ...
    PDF sta per Positive Drive Fins
    E che cavolo vuol dire Positive Drive Fins? Ecco delucidato l'arcano: Le pinne che ti guidano nella posizione giusta! Le Pinne Correttive Positive Drive Fins...
    Antipaletta StrokeMax - la prova dell'allenatore
    Abbiamo fatto provare l'Antipaletta a un allenatore FIN, ecco che ne pensa: "La senzazione che si avverte utilizzando StrokeMax è essenzialmete paragonabile ...
    1.6kviews

    You may also like