Virate – salti in posizione di scivolamento

    Qual è la cosa più importante che puoi fare per migliorare il modo in cui nuoti? Lavorare sulla Streamline (posizione di scivolamento)!

    Perché farlo:
    No, davvero, seriamente. Non importa quanto lavori duro per MIGLIORARE il tuo modo di nuotare, solo riuscendo a perfezionare quello di cui si parla in questo articolo potrai arrivare ad essere un campione (diciamo a migliorare veramente, va).

    Una spinta dal muro solida seguita da una streamline bella tesa sono le fondamenta che preparano una vasca veramente VELOCE. Ogni volta, ogni vasca.

    Ora, è possibile isolare queste due “mosse” e allenarsi su di esse… facendole in verticale!

    Come farlo:
    Per fare il video dimostrativo e capire come divertirsi facendolo, siamo andati all’Upper Valley Aquatic Center nel Vermont. Abbiamo chiesto agli “age-group” degli allenatori Dorsi Raynolds e Signe Linville di mostrarci i loro migliori salti in posizione di scivolamento — ancora e ancora in due metri e mezzo di acqua.

    Advertisement

    Come puoi vedere questo richiede un grande controllo della muscolatura di supporto (CORE).

    I miglior risultati li ottieni quando appoggi bene i piedi, blocchi una mano sull’altra e la testa tra le spalle. Salta verso l’alto e usa il CORE per mantenere una posizione solida mentre di slanci fuori dall’acqua… e quando ci riaffondi dentro.

    Come farlo davvero bene (i punti essenziali):
    Per aggiungere un elemento extra prova a fare i salti in streamline all’unisono con i tuoi compagni di squadra.

    Articoli Simili:

    Nuoto, stretching muscolare prima e dopo!
    Nuoto, stretching muscolare Nuoto, stretching muscolare - allungare i muscoli nel nuoto vuol dire trarre il massimo dal proprio programma di allenamento. Sicco...
    Stile Libero - Respirazione in acque libere
    Con l'avvicinarsi dell'estate e della stagione di Acque Libere ecco un consiglio tecnico che può aiutarti a prendere aria senza aggiungere affaticamento. ...
    Nuoto, allenamento anaerobico con andatura da gara (di Steve Bratt)
    Nuoto, allenamento anaerobico con andatura da gara (di Steve Bratt) In Nuoto, allenamento anaerobico l'allenatore  statunitense Steve Bratt propone un allename...
    Tempo Trainer in "modalità 2" - Parte 2
    {...} Ci sono ovviamente alcuni pro e contro in questo sistema di allenamento. Innanzitutto uno dei pro, il tempo di reazione. Quando l'intervallo è scandito da...
    Allenamento - gambe: tecnica e potenziamento
    Sviluppare la forza e migliorare la tecnica tutto in un solo allenamento può essere una sfida, specialmente se non hai almeno 90 minuti da dedicargli. La no...
    Esercizio - un nuovo modo di allenare l'ipossia
    Esercizio - un nuovo modo di allenare l'ipossia Devo dirvelo, non sono un fan dell'allenamento ipossico per i Master, però sono favorevole ad allenare l'effi...
    Una delle nuotatrici più forti di tutti i tempi - Roma 1960
    I Giochi di Roma del 1960 furono la "Sturm und Drang" del nuoto. Nel '58 in Australia, la nuova mecca del nuoto, era scoppiata la "bomba" Konrads. Sono nati in ...
    Allenamento facile in acque libere in circa un'ora
    Allenamento facile in acque libere in circa un'ora Ecco un allenamento abbastanza facile da praticare in acque libere per una distanza di circa 3000 m (posso...
    696views

    You may also like