Come scegliere le pinne da allenamento per il nuoto

    Nella la giungla di modelli tra cui scegliere ecco qualche consiglio su come scegliere le pinne da nuoto più adatte a te.

    Scegliere le pinne non è facile anche se a volte può sembrarlo. Ce ne sono un sacco di modelli, con pale più lunghe e più corte, alcune con caratteristiche davvero speciali e che vale la pena prendere in considerazione.

    Pinne migliori creano nuotatori migliori

    Allenarti con pinne da nuoto dà risultati eccellenti – è davvero una cosa che si utilizza facilmente  e qualunque nuotatore interessato a pompare le proprie prestazioni dovrebbe prendere in considerazione il loro utilizzo. Le pinne sono essenziali nell’aumentare la flessibilità della caviglia e la forza per costruire una battuta di gambe potente ed efficiente e allenare i muscoli delle gambe. Con un utilizzo costante in allenamento ti accorgerai in quanto poco tempo puoi migliorare la tua velocità in acqua.

    migliori pinne corte nuoto swimmershop

    Comunque la selezione delle pinne giuste, quelle che davvero dànno risultati, non è affatto una bazzecola. All’atto pratico i nuotatori nuovi all’utilizzo delle pinne in allenamento trovano difficile fare una scelta oculata e corretta. È comprensibile, considerando la varietà di modelli in circolazione. Ci sono diversi fattori da considerare prima dell’acquisto inclusi la forma delle pinne, la lunghezza, la rigidità.

    La seguente guida veloce dovrebbe rendere più facile orientarti tra le varianti di questo prodotto ed effettuare un acquisto corretto.

    La decisione più importante – pala lunga o pala corta?

    La decisione più importante è scegliere la lunghezza della pinna. Swimmershop.it ti offre pinne sia a pala lunga che corta. Più lunga è la pinna  e più resistenza si andrà ad aggiungere alla battuta di gambe. Sono le pinne che dovrebbero scegliere i principianti. La frequenza più lenta di battuta di gambe a cui ti costringerà la maggiore resistenza non ti farà battere le gambe velocemente ma le caricherà maggiormente di lavoro.

    Advertisement

    Le pinne a pala corta favoriscono una maggiore frequenza della battuta di gambe, molto importante per chi si allena a Stile e a Dorso. Battuta di gambe stretta e veloce è bene che sia allenata in nuotatori non proprio alle prime armi.

    come scegliere le pinneScegliere le pinne da nuoto – quale modello è giusto per me?

    Ti consigliamo di dare un’occhiata alle categorie di pinne suggerite da SwimmerShop.it, la selezione è ottima e i modelli molto tecnici.

    Pinne  a pala lunga:
    Offriamo un modello di pinna a pala lunga: le Long Floating di FINIS. Questa pinna ha il tallone chiuso e morbido che assicura un’ottima tenuta. La gomma  è piuttosto morbida e l’ampiezza della pala aumenta il carico di lavoro (vedi sopra).

    Pinne a pala corta:
    Swimmershop ti offre ben 6 modelli di pinne corte. Ogni modello ha caratteristiche proprie che puoi leggere nelle descrizioni prodotto delle singole pagine MA, per riassumere,  diciamo che tutte queste pinne offrono meno resistenza e maggiore leggerezza della pala, con il modello Zeta 2 che è un po’ il più diffuso grazie alla grande resa in allenamento. Per chi cerca un potenziamento maggiore consigliamo decisamente una pinna con pala pesante come la Zoomer Gold. Tutte queste pinne migliorano la battuta di gambe stretta e veloce e se cerchi un ottimo rapporto qualità prezzo le pinne COLORS Mad Wave fanno per te.

    Monopinne:
    Le monopinne sono perfette per allenare la miglior gambata a Delfino, aumentando potenza e ampiezza di movimento. Invece che due pinne separate la monopinna è un’unica pala più larga con due alloggi per i piedi. Un tempo si tendeva ad usare monopinne a pala molto larga finché FINIS non ha scoperto la dimensione perfetta e più efficace per allenare i nuotatori. La miglior monopinna è sicuramente la monopinna gialla FOIL di FINIS.

    Nell’articolo Scegli velocità, forza o tecnica? Tre esercizi con le pinne trovi alcuni esercizi interessanti per lavorare al meglio  con le pinne corte.

    Spero che questo ti aiuti a prendere una decisione più consapevole quando comprerai delle pinne corte da allenamento. Ci piacerebbe sapere che ne pensi, scrivilo nei commenti!

    Articoli Simili:

    Stile libero ma non troppo
    Stile libero ma no troppo In Stile libero ma non troppo una cosa che mi chiedo se puoi gestire. Meno del 50% di questo allenamento è a Stile Libero. Un 2600 me...
    Equilibrio a Stile libero e Connessione Con l'Acqua, Un Esercizio Efficace
    Equilibrio a Stile libero: come svilupparlo con un esercizio interessante L'equilibrio a Stile Libero è molto importante. Lo staff di Go Swim, durante una vi...
    Allenamento - preparazione per triathlon facile facile
    Ecco un allenamento abbastanza facile per chi vuole preparasi a un evento di triathlon amatoriale Riscaldamento: 10 x 50 Stile Serie principale: 5...
    Giochi da allenamento - partenze
    L'abilità di partire, efficacemente e velocemente, dal blocco è obiettivo comune per tutti i nuotatori. Il solito "A postooooo... via!" può rapidamente dive...
    Esercizio a secco - Passaggi con Palla Medica
    Lavorare sulla potenza necessaria per aumentare la velocità del recupero nella Rana, così come aumentare la forza dell'atleta in generale, è una cosa che può es...
    Il recupero attivo o defaticamento: Perché è Bene Farlo e Come
    Il recupero attivo o defaticamento Il recupero attivo, al quale ci si riferisce anche come "nuotare sciolti", è quella serie di vasche che segue la parte più...
    Scegli velocità, forza o tecnica? Tre esercizi con le pinne per iniziare la stagione carichissimi!
    Tre serie per allenatori e nuotatori che cercano di sviluppare velocità, forza e tecnica. Si raccomanda l'utilizzo di pinne a pala medio/corta per tutte le ...
    Perché contare le bracciate è utile? (di Kevin Koskella)
    Perché contare le bracciate è utile? (di Kevin Koskella) Potrebbe esserti capitato un allenatore che ti faceva contare le bracciate durante l'allenamento, si...
    3.8kviews

    You may also like