Rana – Virate senza spinta

Quasi sette anni fa pubblicammo un esercizio che mostrava ai ranisti come usare le virate a capriola per non spingersi dal bordo una volta arrivati a fine vasca, ciò al fine di simulare nuotate su lunghe distanze pur in vasche corte. Ecco come abbiamo rielaborato la cosa.

Perché farlo:
Se hai solo una vasca corta in cui allenarti a volte hai bisogno di escamotage che ti permettano di fare molte più bracciate una di seguito all’altra senza interruzioni, proprio come se fossi in vasca lunga.

Come farlo:

  1. Nuota Rana come al solito (bene, si spera 🙂 )
  2. Quando arrivi vicino al muro esegui una normal evirata come per lo Stile, invece che toccare il muro con le mani.
  3. Fai la capriola abbastanza lontano da non urtare il muro con il successivo colpo di gambe.
  4. Inizia subito con una gambata corta e veloce per darti la spinta e ripartire con la giusta andatura.

Come farlo veramente bene (i punti essenziali):
Cerca di provare questo esercizio per più di 50 metri! Prova a saltare la fase di spinta dal muro per 75 o 100 metri. È un’ottima sfida per nuotatori ed è interessante anche per gli allenatori che possono vedere l’eventuale sfaldamento dello stile sulle lunghe distanze.

You may also like

Lascia un commento