Allenamento – alla scoperta del Tempo Trainer PRO

    Quando si insegna ai nuotatori come capire l’andatura del proprio Crawl a volte è bene metterli in uno “stato di disagio”. Alcune andature vanno bene per certi nuotatori e male per altri. Trattare tutto il gruppo di nuotatori allo stesso modo vorrebbe dire avere sempre qualcuno scontento. O beh…  ;)

    Prima di tutto insegnate ai nuotatori come utilizzare il Tempo Trainer.  Ci vogliono solo un paio di minuti per mostrare loro che il pulsante a destra aumenta il tempo e quello sulla sinistra lo diminuisce. Una volta stabilito questo… fate impostare i metronomidei vostri nuotatori a 1:00.

    Siccome questo allenamento è pensato per nuotatori non esperti useremo un’impostazione a singola bracciata e non a ciclo di bracciata (ogni volta che senti il beep una mano deve entrare in acqua). Se state allenando nuotatori più esperti potreste voler utilizzare un’impostazione sul ciclo di bracciata (questo dovrebbe permettere anche ai nuotatori con uno stile asimmetrico di eseguire correttamente questa serie).

    Serie principale(vasca corta):
    – 8 x 50 ripartenza a :50 con TT a 1:00
    – 6 x 50 a :45 con TT a 1:05
    – 4 x 50 a :40 con TT a 1:10

    Diminuendo la frequenza di bracciata e simultaneamente chiedendo al nuotatore di andare più veloce esso dovrà scoprire come:
    – 1 – usare meglio le virate
    – 2 – usare meglio la battuta di gambe
    – 3 – usare al meglio l’allungo di bracciata
    – 4 – usare presa e  trazione in maniera più efficare
    – 5 – rimanere in una posizione più bilanciata evitando di respirare ad ogni bracciata

    Fase successiva:
    – 8 x 50 a :50 con TT a 1:00
    – 6 x 50 a 1:00 con TT a :95
    – 4 x 50 a 1:15 con TT a :90

    Man mano che il recupero aumenta e la frequenza inizia a salire l’obiettivo diventa andare più veloce possibile. Qui la chiave è l’intensità, MA i nuotatori non stanno ancora nuotando alla frequenza desiderata… stanno ancora mordendo il freno!

    Fase finale:
    – 8 x 25 a :30 con TT a :85 – veloce
    – 8 x 25 a :45 con TT a :80 – nelle vasche dispari ignora il Tempo Trainer, nelle pari vai veloce!
    – 4 x 25 a :45 con TT a :75 – VELOCE!
    – 4 x 25 a :45 con TT a :70 – VELOCE!
    – 4 x 25 a 1:00 con TT a :65 – VELOCE!
    – 4 x 25 a 1:00 con TT a :60 – VELOCE!
     – 1 x 75 con TT a :57… tenendo il ritmo più a lungo che puoi!

    Ci sono possibilità che essi crollino durante i 75 ma sarà utile a mostrare loro la frequenza che usano i nuotatori VELOCI e, di conseguenza, quale potrebbe essere il loro obiettivo. Da qualche parte, durante questo allenamento, i nuotatori dovrebbero incontrare l’andatura che sembra quella giusta per loro. Alla fine usciranno dalla vasca coninuando per un bel pezzo a sentire un BEEP nella testa. :)

    Articoli Simili:

    Confronto e differenze tra gli Snorkel FINIS - Parte 3 di 6
    Oggi vorrei continuare la comparazione tra gli snorkel occupandomi dello Snorkel Junior. Per motivi di chiarezza confronterò tutti i diversi tipi di respira...
    Stile Libero - estensione singolo braccio con Joao da Lucca
    Se vuoi fare :41 nei 100 a Stile o 1:31 nei 200... avrai bisogno di essere aggressivo. MA essere aggressivo non significa accorciare la bracciata! [iframe ht...
    Valutare la tecnica grazie alla propria ombra!
    Valutare la tecnica grazie alla propria ombra, puoi farlo d'estate! Valutare la tecnica grazie alla propria ombra è un trucco che ho imparato lavorando a Pinec...
    Allenamento - allenamento tra due recuperi
    Allenamento - allenamento tra due recuperi - Nuoto on line Allenamento tra due recuperi è un allenamento per nuotatori di  CJ Fiala (Sports Marketing Lead per ...
    Allenamento - aerobico con una "strinata" di gambe sul finale
    Riscaldamento: 1 x 200 a piacere Serie Principale: 8 x 25 vasche dispari a Dorso, vasche pari battuta di gambe a Delfino in immersione; recup...
    Allenamento - Misti con tecnica di respirazione
    Riscaldamento: 1 x 100 Stile Libero 1 x 100 gambe Misti 1 x 100 Tecnica Misti 1 x 100 pull buoy Serie principale: 20 x 50 con recupero di :10 3 per...
    Calibra il tuo allenamento con l'equipaggiamento
    Una delle difficoltà per chi si allena come master, magari avendo a disposizione solo un paio di allenamenti alla settimana, è la continuità e la coesione tra u...
    Allenamento - Distanza per nuoto pinnato, di Stefano Konjedic
    Come promesso nello scorso post ecco il secondo allenamento di Stefano Konjedic, stavoleta con un lavoro sulla distanza e frequenza cardiaca di soglia. ALLENAM...

    You may also like