Allenamento della settimana – il campo d’addestramento

Oggi lavoriamo su alcune abilità per il triathlon: progettazione dell’andatura; vista; partire da “zero;” e come abituarsi a un’andatura sostenibile dopo averla spinta fino alla prima boa.

Prima di iniziare avrai bisogno di organizzare alcune “stazioni” sul bordo vasca. Qualche tappetino morbido (vanno bene anche delle tavolette se non hai tappetini), Palla fisioterapica per i crunch (addominali), hula hoops, palle mediche e corde (per il salto alla corda).

addestramento nuoto allenamento piscina swimmershop finis agonista

Riscaldamento:

  • 400 a piacere

Serie andatura:

  • 200
    da fare insieme a qualche compagno. Si nuota in fila indiana, il primo decide l’andatura gli altri gli stanno dietro, ogni 50 si cambia il capofila.

Serie Principale: 1700-2000 m

  • 5 X 200
    Inizia ogni 200 con circa 30 secondi di allenamento a secco.  Ad esempio:  10 pushup (flessioni o piegamenti che dir si voglia) o addominali, 30 secondi di hula hoop, 30 secondi holding plank (vedi immagine in basso), 30 secondi di salto della corda.  Quindi tuffati e nuota VELOCE fino a fine vasca. Vai veloce ma in maniera controllata (non devi “dare tutto”). Dopo i 25 metri tieni un’andatura che pensi di poter sostenere per la durata di una lunga nuotata.  Controlla le pulsazioni dopo ogni 200. Dovresti essere nella tua zona aerobica e non alla soglia. Se le tue pulsazioni sono sopra i ~130 allora rallenta per i successivi 200.  Se vuoi puoi fare i 200 con un pull buoy.
  • 200 di recupero… uno stile a scelta tranne Stile Libero
    Pinne e solo gambe vanno anche bene.
  • 9 (o 7 o 5) X 100 a un ritmo sostenibile, aerobico
  • I 100 m vasche dispari: Inizia con qualche bracciata, poi vira con una capriola e ritorna al muro di partenza per iniziare i veri 100.
  • I 100 m vasche pari: Scegli se solo braccia con pull buoy o nuotata completa, cerca di “allenare la vista” guardando come faresti in acque libere almeno tre volte alla seconda e quarta vasca.

Defaticamento:

  • 200 a piacere

 

addestramento nuoto allenamento piscina swimmershop finis agonista

hold plank addominali nuoto allenamento a secco swimmershop

L'esercizio Hold Plank

Articoli Simili:

Equilibrio su cilindro
Equilibrio su cilindro Per eseguire l'esercizio di Equilibrio su cilindro hai bisogno di un cilindro in schiuma semi rigida. Sarebbe buona cosa usare anche ...
Allenamento - 3 esercizi da provare con le palette
Allenamento - 3 esercizi da provare con le palette Ecco, pronte da inserire in allenamento, quattro ripetute da eseguire con palette Agility Finis. Possono s...
Allenamento - battuta di gambe e ancora battuta di gambe (battuta di gambe soglia aerobica)
Battuta di gambe e ancora battuta di gambe (battuta di gambe soglia aerobica) Alternare ai diversi stili delle ripetute di battuta di gambe per un allenamento ...
Non fermare il ritmo, mantieni un battito cardiaco prestabilito.
Battito cardiaco: essenziale controllarlo per chi vuole avere risultati nel nuoto Il battito cardiaco è importantissimo nell'allenamento dei nuotatori. Diffici...
Allenamento - resistenza, respirazione e tecnica delle virate (n.29)
Obiettivi: migliorare la resistenza, il ritmo della respirazione e la tecnica delle virate. Questo allenamento si concentra sulle virate in tutti gli stili e ne...
Allenamento - lavori sull'andatura
Si lavora sull'andatura oggi ...in molti modi. Quando ti si chiede di fare una nuotata in parziale-negativo significa che la seconda metà della nuotata deve ess...
Le serie di valutazione nel nuoto (test in vasca) sono una cosa buona ed affidabile? (di Allan Phill...
L'estate inoltrata è un sollievo per molte squadre con le gare ormai passate, gli atleti che si godono le vacanze prima del rientro. Quando allenatori e nuotato...
Una guida veloce per iniziare a conoscere e praticare il nuoto frenato (o contro resistenze)
L'allenamento contro resistenze nel nuoto (il cosidetto nuoto frenato) dà all'atleta la possibilità di concentrare il proprio lavoro sulla produzione di potenza...

You may also like