Rana – battuta di gambe con pinne corte da Rana

    Ecco un modo di aggiungere una sfaccettatura interessante ad un esercizio che potreste aver già utilizzato. esercizio a Rana con pinne “due giù-uno su”!

    [iframe https://www.youtube.com/embed/1wUKCdvGMSw?rel=0 640 480]

    Perché farlo:
    Questo esercizio insegna ai nuotatori a capire la resistenza/attrito che creano le gambe nella fase di recupero della battuta di gambe a Rana. Nel contempo fa lavorare il nuotatore sulla posizione allungata di scivolamento in avanti e sulla sincronizzazione della respirazione. Aggiungere le pinne corte aiuta l’atleta a percepire esattamente IN CHE MOMENTO i piedi acchiappano l’acqua e spingono in avanti.

    Come farlo:
    1. Le uniche pinne che funzionano alla perfezione con questo esercizio sono le pinne corte PDF (Positive Drive Fin). Queste pinnette dalla forma ellittica sono davvero perfette per essere utilizzate a Rana.
    2. Inizia la vasca con una bracciata completa  a Rana.
    3. Quando sei in posizione allungata di scivolamento vai sott’acqua e piazza un secondo colpo di gambe a Rana.

    Advertisement

    Come farlo davvero bene (i punti essenziali):
    Quando sei in immersione, prima di dare il secondo colpo di gambe, assicurati che il tuo corpo sia ben allungato e parallelo alla superficie dell’acqua. Non andare troppo in profondità e tieni la testa tra le braccia. Cerca di concentrarti sul momento in cui le pinne ACCHIAPPANO l’acqua. Il tuo obiettivo è di è di far presa sull’acqua il prima possibile senza creare attrito con le cosce. Cerca di scivolare il più possibile su OGNI colpo di gambe e allunga bene il corpo slanciando bene le braccia verso l’altra estremità della vasca!

    Articoli Simili:

    Confronto e differenze tra gli Snorkel FINIS - Parte 5 di 6
    Procedendo oltre nel nostro confronto tra i vari tipi di snorkel, oggi diamo uno sguardo al Learn to Swim Snorkel (letteralmente lo snorkel "impara-a-nuotar...
    VO2 max - cos'è?
    VO2max (Massimo Consumo di Ossigeno) è un valore che indica la massima quantità di ossigeno utilizzabile da un nuotatore in una determinata unità di tempo (di s...
    Rana - Resistenza calcio verso il muro
    Rana - Resistenza calcio verso il muro Quando lavori su una battuta di gambe a Rana perché sia "stretta" assicurati anche di porre attenzione a come "prendi"...
    La frequenza e i Tempo Trainer
    Quest'oggi riportiamo un articolo apparso sul sito dell' A.S. Molinella Nuoto a firma Andrea Scalambra che reputiamo molto ben fatto e di estremo interesse per ...
    Allenamento - Virate e parziali negativi
    RISCALDAMENTO: 1 x 400 a piacere SERIE VIRATE 4 X 50 con virata a metà vasca per la prima vasca vasche dispari: Stile libero vasche pari: Dorso ...
    Esercizi a Dorso - l'incrocio
    Aiutare i nuotatori ad evitare l'incrocio delle mani sopra la testa durante l'esecuzione della bracciata (il cosiddetto crossover) è un lavoro che gli allenator...
    Non fermare il ritmo, mantieni un battito cardiaco prestabilito.
    Battito cardiaco: essenziale controllarlo per chi vuole avere risultati nel nuoto Il battito cardiaco è importantissimo nell'allenamento dei nuotatori. Diffici...
    Stile Libero - Respirazione in acque libere
    Con l'avvicinarsi dell'estate e della stagione di Acque Libere ecco un consiglio tecnico che può aiutarti a prendere aria senza aggiungere affaticamento. ...
    1.3kviews

    You may also like