Tutti gli stili – Esercizio “remate senza elastici”!

Le palette a volte vengono utilizzate come “stampelle”, ma basta rimuovere il piccolo elastico che le tiene attaccate alle mani per trasformarle in eccezionali attrezzi da allenamento per il nuoto!

Perché farlo:
Doversi muovere in acqua E nel contempo tenere le palette sulle mani richiede l’utilizzo di muscoli che magari non sapevi nemmeno di avere. Questa “doppia sfida” aumenterà la tua propriocettività in acqua e, contemporaneamente, allenerà la tua forza.

Come farlo:
1.
Munisciti di un paio di palette PIATTE e privale dell’elastico.
2. Inizia con delle semplici remate in posizione verticale per cominciare a familiarizzare con la pressione esercitata contro la superficie delle palette.
3. Muoviti in avanti con delle remate frontali.
4. Prova adesso con una nuotata completa a Stile Rana, prestando attenzione a non tirare troppo indietro le mani, per fare in modo che le palette non cadano durante il recupero.
5. Prova con qualche vasca di Stile Libero eliminando quella parte di bracciata che provocherebbe il distacco della paletta. Prova diverse remate finché non riesci ad essere a tuo agio.

Come farlo nella maniera migliore (i punti essenziali):

  • Distanze brevi… 25 o 50 metri… di quest’esercizio sono divertenti, ma se vuoi veramente guadagnarci qualcosa dovresti dedicare a quest’esercizio un “metraggio” maggiore.
  • Questo implica che tu sia anche in grado di virare mantenendo le palette al loro posto (guarda bene il video).
  • Puoi anche riuscire, con un  pò di esercizio, ad aggiungere una trazione a Stile Rana dopo la spinta dal bordo post-virata.
  • Dopo 100 o 200 metri di quest’esercizio dovresti sentire un aumento della sensibilità perfino a livello delle tue dita!
  • Ovviamente tutto questo può funzionare solo finché tieni le mani dentro l’acqua.

Buon Allenamento

You may also like

Lascia un commento