Stile Libero – sviluppare una bracciata più lunga

Se vuoi davvero creare dei cambiamenti positivi nel modo di nuotare di un atleta, hai bisogno di tempo. Utilizzare il Tempo Trainer può aiutare ad accelerare l’apprendimento a lungo termine ed a fissarlo meglio nello schema motorio.

[iframe http://www.youtube.com/embed/Vco6qGTSQ48?rel=0 640 480]

Perché farlo:
I tuoi Esordienti e Ragazzi utilizzano quelle tecniche che vorresti utilizzassero quando saranno Juniores e oltre? Se la risposta è no ecco qui un suggerimento per allenarli ad usare una bracciata migliore.

Come farlo:
1.
Tieni a portata di mano un Tempo Trainer PRO FINIS e osserva il nuotatore “bersaglio”. Durante il normale allenamento imposta il tuo Tempo Trainer PRO sullo stesso intervallo di quello del nuotatore.
2. Fai utilizzare ogni giorno il Tempo Trainer al tuo nuotatore. Inizia impostando l’intervallo in modo che coincida con quello a cui è abituato di solito in modo che possa abituarsi al feedback sonoro costante (bip).
3. Per la prima settimana mantieni il nuotatore al suo tempo standard.
4. Dopodiché ogni settimana successiva, AUMENTA l’impostazione del Tempo Trainer di .02 (2/100 di secondo). Con il nuotatore che vedete nel video abbiamo cominciato a .87 e continuato con .89, .91, .93, .95… etc.
5. Assicurati che l’atleta mantenga lo stesso intervallo e faccia del suo meglio per mantenere la stessa velocità a prescindere dall’intervallo di tempo scandito dai bip.

Un aspetto importante è che la bracciata che otterremo alla fine avrà un potenziale maggiore di quella iniziale. Quando l’atleta maturerà ed aggiungerà la forza a questo insieme di abilità, auspichiamo che sarà capace di mantenere la lunghezza di bracciata che avrà acquisito …ma a una frequenza di bracciata maggiore!

 

654views

Articoli Simili:

A Farfalla e Rana - usa la testa
A Farfalla e Rana - usa la testa Al Race Club cerchiamo sempre di insistere molto sul cercare di nuotare in modo più "intelligente". Non che ci sia un modo f...
I nuotatori dovrebbero mangiare PRIMA dell'allenamento di mattina presto?
di JILL CASTLE, MS, RDN Al giovane nuotatore può capitare, quando si allena al mattino presto, di saltare la colazione. Prendete Henry, ad esempio. Preoc...
Confronto e differenze tra gli Snorkel FINIS - Parte 4 di 6
Dopo aver dato un'occhiata allo Snorkel Standard e al respiratore Snorkel Junior, oggi vedremo le peculiarità dello Snorkel da Stile Libero Dopo aver ...
Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 4
E infine la quarta fase dell'esercizio per imparare bene la virata aperta. https://www.youtube.com/watch?v=WSfcYILZL4k Perché farlo: Nella fase tre ti è st...
Come Fare la Partenza Nuoto - Raddrizza la Schiena
Come Fare la Partenza Nuoto - Raddrizza la Schiena Nuotatore, ecco un consiglio su come fare la partenza migliore. Avrai già sentito, se mai ti è capitato di f...
Osservando i miei Master che si allenano - parte 2
Osservando i miei master che si allenano (la seconda e ultima parte) C'è un'incredibile voglia di imparare Siccome i master che si allenano SCELGONO di allena...
Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa
Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa In Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa ti diamo un su...
Equilibrio su cilindro
Equilibrio su cilindro Per eseguire l'esercizio di Equilibrio su cilindro hai bisogno di un cilindro in schiuma semi rigida. Sarebbe buona cosa usare anche ...

You may also like