Una bracciata nel tempo – di Emmett Hines (3)

    TEMPOTRAINER swimmershopPer eseguire gli esercizi presentati nel resto del post avrai bisogno di un Tempo Trainer Finis (www.swimmershop.it), o altro dispositivo similare (regolabile con incrementi di 1/100 di secondo).

    Impostare il Tempo Trainer nella modalità giusta

    Il Tempo Trainer ha due modalità di funzionamento – la modalità 1 regola la velocità della singola bracciata e di un ciclo, la modalità 2 monitorizza e stabilisce i tempi / vasca per la distanza. Per tutti gli esercizi che interessano in questa sede utilizzeremo la modalità 1.

    Definizione: Bpr1 – utilizzato per indicare il Tempo Trainer impostato in modalità 1 – esempio: 1:25 Bpr1

    Quando acquisti un Tempo Trainer sarà già impostato in modalità 1. Se è così i due punti ( : ) non lampeggeranno ma saranno fissi. La modalità 1 permette di regolare intervalli di 1/100 di secondo da 0.20 secondi a 9.99 secondi. In questa modalità il Tempo Trainer emette singoli beep sui quali puoi sincronizzare la bracciata. Usa i pulsanti destro e sinistro per impostare il tempo tra 1:00 e 2:00. Il ritmo base della tua bracciata sarà da qualche parte all’interno di questo intervallo. (Attenzione che in modalità 1 l’impostazione 1:00 significa che il metronomo farà beep una volta ogni secondo e non ogni minuto)

    Se l’impostazione è sulla modalità 2 (i due punti : lampeggiano) premi e tieni premuto il pusante di sinistra per abbassare il tempo sotto i 10 secondi, vedrai che a 9 secondi e 99 i due punti (:) smetteranno di lampeggiare, continua quindi a scendere fino a che non raggiungerai un impostazione tra 1 e 2 secondi.

    Advertisement

    Trovare il tuo ritmo base

    Se non hai mai utilizzato un metronomo per nuotatori ti ci vorrà un pò ad abituarti a nuotare ad un ritmo ben preciso. Dovresti dapprima impostarlo in modo da sincronizzarlo con il ritmo di bracciata che tendi ad utilizzare di solito quando nuoti ad un ritmo moderato per qualche centinaia di metri. Fai coincidere l’entrata della mano in acqua al momento del beep. Un beep per l’entrata in acqua della mano sinistra, un beep per l’entrata in acqua della mano destra. La cosa fondamentale in questa prima fase è trovare un impostazione di tempo che coincida con un ritmo di nuotata che ti sia familiare e non arbitrario. Una volta che hai trovato questo IMPORTANTE ritmo base, puoi utilizzarlo come punto di partenza per altre attività.

    Equilibrio del ritmo e mantenimento dello stesso

    Una volta trovato il tuo ritmo base dovrai lavorare sull’equilibrio e sul mantenimento. Equilibrio del ritmo significa utilizzare bracciate della stessa durata sia a destra che a sinistra – ogni mano entra sul beep. Mantenimento significa continuare a tenere il ritmo equilibrato per una serie continua di bracciate, anche quando associate alla respirazione. Queste due caratteristiche possono essere sviluppate semplicemente effettuando serie lunghe a un ritmo moderato (tenendo come fondamenta il tuo Ritmo-base) concentrando la tua attenzione unicamente sul sincronismo delle tue bracciate con i beep del metronomo.

      Articoli Simili:

      Farfalla - respirazione laterale
      In tutta la storia del nuoto ci sono sempre stati individui che hanno dimostrato come le tecniche alternative di nuotata spesso si dimostrino efficacissime. Mel...
      Nuoto Frenato - Le differenze tra Paracadute e Costume a Traino - Parte 1 di 2
      In attesa di pubblicare alcuni post, che approfondiranno l'argomento dell'allenamento col sistema del NUOTO FRENATO, vorrei sottolineare le differenze tra due p...
      Serie di gambe per lavorare gli addominali
      Beh chi dice che nel nuoto non si lavora anche sugli addominali? Provate questa serie: Nuota per almeno 4 volte di seguito questa serie. I nuotatori molto fe...
      Tavoletta Nuoto da Allineamento Perfetto, Multiuso
      La Tavoletta Nuoto da Allineamento Perfetto è una tavoletta nuoto multiuso che può aiutarti in moltissimi modi. Puoi utilizzare la Tavoletta Nuoto da Allinea...
      Overreaching e Overtraining (4)
      Overreaching e Overtraining (4) L'Overreaching è una condizione nella quale gli atleti si allenano oltre le loro capacità di adattamento a quell'allenamento....
      La Battuta di Gambe nel Triathlon può fare la differenza
      La Battuta di Gambe nel Triathlon può fare la differenza, anche se la distanza della prova in acqua è solo il 3% del totale Qual è il segreto di una prestazion...
      Dorso - come alzare la spalla per il recupero
      Un esercizio sul recupero della spalla a dorso. https://www.youtube.com/watch?v=SvGYfXHU9yM Perché farlo: Guidare il recupero del Dorso con la spalla per...
      Allenamento - poche facili vasche per migliorarsi
      Jill Dahle della Finis è stato un agonista e adesso è un allenatore. Ecco cosa suggerisce come allenamento facile per lavorare su alcuni aspetti tecnici di ...

      You may also like