Rana – Resistenza calcio verso il muro

    talloni rana

    Rana – Resistenza calcio verso il muro

    Quando lavori su una battuta di gambe a Rana perché sia “stretta” assicurati anche di porre attenzione a come “prendi” l’acqua nella parte alta del colpo di gambe.

    [iframe http://blip.tv/play/hawKg5K9NgI.x?p=1 640 480]

    elastico-gambe-rana-nuoto

    Perché farlo:
    Abbiamo lavorato a lungo sul limitare l’attrito durante il recupero della battuta di gambe a Rana e vediamo spesso dei nuotatori che non fanno presa sull’acqua  l’acqua  nella parte alta del colpo di gambe. Ecco un esercizio veloce per risvegliare la sensibilità su questo tipo di pressione dei piedi.

    Come farlo:
    1)
    Prendi una tavoletta piccola, nel video usiamo la tavoletta da allineamento (una tavoletta piccola e triangolare) perché tiene le mani in posizione di streamline durante l’esecuzione.
    2) Agganciati al muro con un elastico da nuoto frenato.
    3) Battuta di gambe a Rana fino al punto in cui non riesci più ad avanzare.
    4) Cerca di acchiappare più acqua che puoi nel punto più alto del colpo di gambe e continua a batterle fino a che non inizi a muoverti all’indietro (oppure per un numero di colpi di gambe predeterminato).

    Advertisement

    Come farlo veramente bene (i punti essenziali):
    Quando raggiungi la massima resistenza offerta dall’elastico e ti prepari a battere la gambata, punta le dita in direzione dei muri laterali della vasca e cerca di prendere più acqua possibile per riuscire a tenere la posizione.

    La maggiore pressione sull’interno dei piedi e sugli stinchi ti aiuterà a capire quanto debbano essere ruotati i piedi per ottenere quello che vuoi dalla battuta di gambe a rana. Se, durante una colpo di gambe particolarmente “stretto” la flessibilità delle caviglie non è sufficiente allora il piede può mancare il collegamento… causando un effetto collaterale al tentativo di limitare l’attrito e cioè di limitare anche la propulsione! In questo modo starai pedalando a vuoto…

    AGGUANTA l’acqua con l’interno dei piedi!

     

    Articoli Simili:

    Tieni il passo in Acque Libere
    Se avete mai partecipato a una gara in acque libere, o di triathlon, avete provato sulla vostra pelle un tipo di partenza decisamente unica: un evento frenetico...
    Esercizio - spalle strette a Stile Libero
    Perché spalle strette a stile libero? Come posizioni il corpo in acqua durante la nuotata ha un ruolo essenziale nel mantenere la velocità. Se guardi al tuo co...
    Nuoto a Rana Errori comuni e come risolverli #1
    Quando nuoti a Rana Errori comuni e come risolverli: una bracciata sbagliata Perché a Rana errori comuni sono molto diffusi? Rana è uno stile molto istinti...
    Esercizio - un nuovo modo di allenare l'ipossia
    Esercizio - un nuovo modo di allenare l'ipossia Devo dirvelo, non sono un fan dell'allenamento ipossico per i Master, però sono favorevole ad allenare l'effi...
    Le 4 funzioni della battuta di gambe nel nuoto
    Ecco le 4 funzioni della battuta di gambe nel nuoto Gary Hall, famoso allenatore di molti olimpionici del nuoto statunitense, ci illustra rapidamente alcuni ...
    Allenamento - mantenere la buona forma tecnica anche a fine gara
    Quello che questo allenamento dovrebbe aiutarti a fare è mantenere una buona forma dello stile che stai nuotando anche alla fine di una gara (non a Stile Libero...
    Allenamento - master e andatura di soglia aerobica
    La serie di oggi aiuterà i master a determinare la loro andatura di soglia aerobica (AT) Riscaldamento: 1x400 a piacere 4 X 50 a piacere ma iniziando...
    Consigli per combattere il freddo in piscina
    Consigli per combattere il freddo in piscina Ed è proprio prima di ferragosto che vi elargiamo un interessante articolo per prepararvi all'inverno. Sarà che tr...
    394views

    You may also like