Consigli FINIS ai nuotatori – Cerca la distanza con la fase subacquea a Dorso

Consigli FINIS allenamento nuoto swimmershop

Nel nuoto è avvenuto un cambiamento nell’ultima decade, una cosa mai vista prima. Il “Quinto Stile”, quello della battuta di gambe in immersione è diventata una delle parti più critiche della gara, innanzitutto durante le gare in vasca corta. Nessuno stile ha risentito questo cambiamento quanto il Dorso da quando atleti di alto livello hanno cominciato a modificare il numero di colpi di gambe che erano loro necessari ad arrivare al limite dei 15 m dal muro.

dorso allenamento nuoto FINIS swimmershop

Quindi, come gli atleti hanno modificato il loro allenamento per rispondere alla domanda di una nuova competitività? “Ripetizione” è la risposta di molti, per questo le sessioni di allenamento hanno cominciato a includere parti sempre più ampie dedicate alla battuta di gambe in immersione. Battere le gambe aumentando il carico simula l’ultima spinta dal muro di una gara serrata ed è auspicabile per tutti i nuotatori migliorare la propria prestazione in questa ultima fase di gara. Come risultato sono divenuti sempre più popolari allenamenti che includono battuta di gambe e battuta di gambe in immersione in cui i nuotatori sono portati al limite della loro capacità aerobica.

È estremamente importante come un nuotatore impiega l’aria che ha nei polmoni. Molti dorsisti di livello hanno allenato i loro corpi a trattenere l’aria col diaframma fino a che non raggiungono il momento della prima bracciata successiva alla rottura dell’acqua. Anche la lenta pioggerellina di bolle d’aria, che molti nuotatori sono stati allenati ad emettere per tenere l’acqua fuori dal naso, contribuisce ad un rallentamento della frequenza di battuta di gambe in immersione e ad una minore rigidità della muscolatura di supporto verso la fine della fase subacquea. Trattenendo l’aria all’interno e producendo una profonda espirazione proprio prima della prima bracciata di rottura dell’acqua, è possibile eseguire una rottura più veloce e una prima inspirazione più pulita. Benché sia possibile abituarsi a creare una specie di “sigillo naturale” con il naso, molti nuotatori preferiscono usare un tappanaso.

Prova questa serie per determinare il modo di migliorare il tuo controllo della respirazione nella fase subacquea!

16 x 25‘s Battuta di gambe in immersione a dorso con pinne corte Zoomer, recupero moderato

  • Vasche dispari: Espira lentamente dal naso per tutti i 25 metri
  • Vasche pari: trattieni il fiato finché non passi sotto alle seconde bandierine, poi espira.

Una volta che hai familiarizzato con le differenze tra le respirazioni passa alla serie successiva:

4 Ripetizioni:

  • 4 x 75 Dorso, aumentando il numero di colpi di gambe in immersione ogni volta che fai una virata (Es. se parti facendone 7 dopo la prima virata passi a 8 e dopo la seconda virata a 9); breve recupero
  • 1 x 50 Dorso, VELOCE; ripartenza a 1:00
  • 1 x 200 recupero

 

770views

Articoli Simili:

Due vie verso il successo?
Immaginiamo questo scenario. Avete per le mani un nuotatore di circa 9 anni e, come è normale, egli si troverà di fronte a un qualcosa di nuovo (anche se ha nuo...
Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 2
Virata aperta, un esercizio per impararla bene - Parte 2 Ecco la seconda fase dell'esercizio per imparare bene la virata aperta. Anche se sai già come farle ...
Europei di Nuoto 2021: 6 Cose a cui Prestare Attenzione
Europei di Nuoto 2021: 6 Cose a cui Prestare Attenzione Ecco 6 punti salienti di questi campionati europei 2021. Cose interessanti da tenere d'occhio e che p...
Esercizio fuori vasca per allenare le partenze con salti da fermo!
Esercizio fuori vasca per allenare le partenze con salti da fermo! Allenare le partenze con salti da fermo è molto utile per sviluppare la potenza esplosiva ch...
Il succo di barbabietola come integratore per nuotatori?
Cosa c'è di vero nelle voci sul succo di barbabietola come integratore per nuotatori? Se sei un nuotatore avrai visto girare parecchio succo di barbabietola us...
Palestra - eserczio isometrico per il gomito alto (o EVF)
EVF, EVF, EVF. gomito alto (o Early Vertical Forearm come dicono gli anglofoni) è sempre lì come uno dei concetti chiave del nuoto assieme alla battuta di g...
Calibra il tuo allenamento con l'equipaggiamento
Una delle difficoltà per chi si allena come master, magari avendo a disposizione solo un paio di allenamenti alla settimana, è la continuità e la coesione tra u...
Allenati per l'oro con Anthony Ervin!
La medaglia d'oro 2016 Anthony Ervin è uno dei nuotatori più talentuosi del mondo. All'età di ben 35 anni Anthony è diventato il medagliato Olimpico più anziano...

You may also like