NUoto – Sfruttare il tuffo di partenza

Nuoto – Sfruttare il tuffo di partenza

Per Sfruttare il tuffo di partenza al meglio ti sei mai chiesto come potresti fare? Che tipo di posizione del corpo (streamline) ti porti in acqua dopo il tuffo? E come questa posizione influisce materialmente sulla distanza che poi dovrai nuotare?

Perché imparare a Sfruttare il tuffo di partenza

Imparare a controllare la forma del tuo corpo, senza l’aiuto di braccia e gambe per mantenere un equilibrio, può aiutarti a raggiungere distanze maggiori con il tuo tuffo di partenza. All’atto pratico questo significa accorciare la distanza di gara, o la distanza che devi effettivamente percorrere nuotando invece che scivolare e gambe delfino.

Come eseguire l’esercizio

1 – Tuffati dal blocco di partenza.

2 – Mantieni la posizione di streamline (qui qualche consiglio per imparare la corretta posizione di scivolamento) il più a lungo possibile.

3 – Dopo che sei emerso in superficie continua a mantenere la posizione per vedere fin dove riesci ad arrivare. L’obiettivo è percorrere la distanza massima.

blankCome imparare al meglio a sfruttare il tuffo di partenza

Alcuni nuotatori molto capaci (e direi addirittura leggendari) riescono a percorrere tutti i 25 metri di vasca corta con questo esercizio. Questo significa che il margine di miglioramento c’è anche per te.

Cerca di stare rigido e solido come una freccia, dalla punta dei piedi a quella delle dita. Non inarcare il corpo e non modificare la posizione dei piedi o, come vedi che fa il nuotatore del video, modificherai la direzione del corpo. L’istinto di muovere parti del corpo per sentirsi in equilibrio ti porta a perdere velocità e distanza a causa dell’attrito.

Puoi anche vedere come modificare la posizione dei piedi influisce sulla tua capacità di rimanere orizzontale e continuare a muoverti.

Rimani parallelo alla superficie e prova a fare in modo che tutto il tuo corpo emerga simultaneamente invece che prima la testa e poi il resto. Una cosa divertente che puoi fare con i tuoi compagni di squadra è gareggiare a chi riesce ad arrivare più lontano: vedrai che, a forza di esercitarti, miglioreranno spaventosamente la stabilità e la distanza percorsa con la tua posizione di scivolamento al tuffo.

1.7kviews

Articoli Simili:

Palestra - eserczio isometrico per il gomito alto (o EVF)
EVF, EVF, EVF. gomito alto (o Early Vertical Forearm come dicono gli anglofoni) è sempre lì come uno dei concetti chiave del nuoto assieme alla battuta di g...
Virate - imparare gambe Delfino in subacquea - PARTE 4
Ecco la parte 4 sul delfino in subacquea, è tempo di rendere il tutto più dinamico. https://www.youtube.com/watch?v=z9yRIVx_lB0 Perché farlo: Come gi...
Esercizio - spalle strette a Stile Libero
Perché spalle strette a stile libero? Come posizioni il corpo in acqua durante la nuotata ha un ruolo essenziale nel mantenere la velocità. Se guardi al tuo co...
Come Fare la Partenza a Dorso Migliore (e come insegnarla in 5 semplici passi)
Come Fare la Partenza a Dorso Migliore (e come insegnarla in 5 semplici passi) Ti sarai chiesto spesso come fare la partenza a dorso migliore. Finalmente la so...
Rana - simulazione di lunghe distanze
Un po' di tempo fa avevamo pubblicato un esercizio di tecnica in cui si mostravano dorsisti che non spingevano dal muro dopo la virata per simulare l'allenament...
Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa
Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa In Nuoto Esercizi Dorso: correggere l'incrocio delle mani sopra la testa ti diamo un su...
Come Migliorare la Battuta di Gambe a Delfino in Subacquea
Migliorare la Battuta di Gambe a Delfino L'unico modo per Migliorare la Battuta di Gambe a Delfino nella fase dopo la virata è avere la costanza di allenar...
Allenamento - 3 esercizi da provare con le palette
Allenamento - 3 esercizi da provare con le palette Ecco, pronte da inserire in allenamento, quattro ripetute da eseguire con palette Agility Finis. Possono s...

You may also like