Acque libere: devo fare il defaticamento?

    Acque libere: devo fare il defaticamento?

    Benché rientrare in quelle fredde acque marine possa essere una cosa che non vorresti fare subito dopo aver finito un allenamento o una gara open water, al sovraccarico di acido lattico del tuo organismo non importa molto quello che vuoi. Se vuoi avere una speranza di ritornare in un paio di giorni ai tuoi allenamenti normali senza troppi disagi, devi defaticare correttamente.

    nuoto acque libere raffreddamento swimmershopL’ultima cosa che avrai fatto nella tua gara in acque libera sarà stato un bello scatto finale e magari un pezzetto di corsa se l’uscita era sulla terraferma (land exit). Per molti di noi questa è la parte più difficile della gara, e i nostri corpi cominciano già a protestare quando accendiamo le gambe e aumentiamo il ritmo.

    Questo è un momento di grande produzione di acido lattico per i nostri organismi. L’acido lattico è quello che causa dolore e bruciore nei nostri muscoli. Spingerci oltre il limite porta indolenzimento e rigidità muscolare che possono durare anche per tre giorni dopo la gara e facendoti risvegliare il giorno successivo con l’impressione che ti sia passato addosso un tram!

    I modi migliori per defaticare

    Defaticare – insieme a una corretta alimentazione (immediata post-gara, ottimi gli integratori specifici per nuotatori)– gioca un ruolo importante nel tempo necessario al tuo organismo per ritornare ad uno stato “normale”.

    blank

    Se hai un altra gara il giorno stesso o il successivo, il defaticamento poi non sarà un opzione ma un obbligo! Recupera nuotando in scioltezza per almeno una ventina di minuti. Prendi un integratore per recupero post gara. Anche se post gara starai a riposo per una settimana un corretto recupero attivo ti aiuterà a sentirti meno stanco e dolorante da subito.

    Nuotare per almeno 20 minuti alla fine della gara è l’ideale… e se stai aspettando la cerimonia di premiazione è anche un buon modo di impiegare il tempo senza rompersi le scatole 🙂

    stretching nuoto swimmershopSe hai fretta cerca di buttarti subito in acqua e fare il più possibile di defaticamento e se non ci fosse possibilità di rientrare in acqua almeno fai un pò di stretching dinamico (rotazione delle braccia), qualche ripetizione leggera con elastici da allenamento a secco seguita da un pò di stretching statico.

    E alla prima opportunità buttati in acqua per un pò di nuoto in scioltezza!

    elastici modulari allenamento nuoto

    Il tuo corpo ti ringrazierà! 😛

     

    Articoli Simili:

    Allenamento nuoto - Gambe e il tuo secondo stile preferito
    Allenamento nuoto - Gambe e il tuo secondo stile preferito In Allenamento nuoto - Gambe e il tuo secondo stile preferito proviamo a concentrarci su uno stile c...
    L'arte di essere genitore di un nuotatore
    Essere il babbo o la mamma di un nuotatore non è facile. Se lo fosse avremmo il quadruplo dei nuotatori rispetto a quelli che abbiamo adesso 🙂 .  Il genitore d...
    Allenare resistenza e andatura!
    Ritorniamo dopo una breve pausa a discettare di nuovo di allenamenti e tecnica del nuoto, ne approffitiamo per ricordarvi che il nostro blog presto si trasferir...
    Palestra - eserczio isometrico per il gomito alto (o EVF)
    EVF, EVF, EVF. gomito alto (o Early Vertical Forearm come dicono gli anglofoni) è sempre lì come uno dei concetti chiave del nuoto assieme alla battuta di g...
    Regolare la velocità nel nuoto con il sistema delle "Zone"
    Stabilire le velocità nel nuoto con zone e velocità di soglia Di sicuro, se è un po' che ti alleni avrai sentito parlare delle andature. A1, A2, B1, B2, C1, ...
    Nuotare con uno Snorkel Frontale Doppio: 7 Motivi per cui è Bene
    Nuotare con uno Snorkel Frontale Doppio, Perché? Uno snorkel frontale doppio  è in effetti uno strumento piuttosto bizzarro. Molti nuotatori vorrebbero nuotare...
    Virate - ginocchia al mento!
    Nuotare veloce non è solo una questione di spinte potenti dal muro e posizione streamline. [iframe https://www.youtube.com/embed/PMrL22jf9hs?rel=0&sh...
    Nuoto pinnato, un allenamento di Michele Russo per chi nuota a livello amatoriale!
    Nuoto pinnato, una disciplina che sta prendendo piede anche in Italia. Nuotonline, grazie alla collaborazione con atleti di livello del nuoto pinnato da oggi vi...
    422views

    You may also like